Mondiali 2018, Kroos salva la Germania: 2-1 alla Svezia al 95'

Una punizione del centrocampista riconsegna un Mondiale quasi perso ai tedeschi. Di Toivonen e Reus gli altri gol

di MAX CRISTINA

Un'impresa tiene viva la corsa al Mondiale in Russia della Germania. I campioni del mondo in carica hanno battuto 2-1 in rimonta la Svezia, trovando solo al 95' il gol vittoria con una punizione di Kroos. Rete che ha scongiurato il rischio "biscotto" degli scandinavi con il Messico, togliendo dai guai la formazione di Loew nonostante l'inferiorità numerica (rosso a Boateng). Di Toivonen e Reus le altre reti; palo di Brandt al 92'.

LA PARTITA

"Campioni del mondo o in un mare di guai..." Citiamo i Pooh perché riprendere il solito Lineker, quello che dice che alla fine vincono sempre i tedeschi è troppo facile. Meglio una canzone nostrana per fotografare con una didascalia il 2-1 che ha visto crollare e risorgere la Germania campione del mondo di Loew, in un Oceano di guai fino al minuto 95' quando Kroos con una magia su punizione ha saputo rompere il muro della Svezia. Un muro di poco gioco e tanta speculazione, dopo il vantaggio meritato di Toivonen e l'intero secondo tempo passato a difendersi anche dopo l'1-1 di Reus al 48', pregustando già quel "biscotto" col Messico che avrebbe fatto fuori proprio i campioni del mondo. Non avevano fatto i conti con chi nel 2014 era in Brasile da protagonista, i soliti noti di cui Kroos fa parte. Del resto "per gli amici rimani chi sei, sarà il branco che viene a salvarti...". Un branco di bianco vestito che nel calcio non muore - sportivamente - mai.

Eppure stavolta la Germania ha fatto di tutto per disattendere ogni pronostico dopo la sconfitta all'esordio col Messico. Quando tutti si attendevano una reazione veemente dei tedeschi, sul campo si è vista solo la Svezia per tutto il primo tempo. Una squadra coperta, ma coraggiosa nelle ripartenze e ficcante, attenta a far male sfruttando la svagatezza in mezzo al campo e in difesa di Kroos e compagni. Proprio il match winner infatti ha avuto sulla coscienza buona parte del gol subito al 32' da Toivonen, bravo a battere in pallonetto Neuer dopo l'assist di Forsberg su errore del centrocampista del Real Madrid in disimpegno. Uno svantaggio arrivato dopo un'occasione gigantesca sprecata da Berg, con fallo da rigore più che dubbio non segnalato e mantenuto al minimo da un miracolo di Neuer a pochi secondi dall'intervallo. Il tutto nell'evanescenza dell'attacco con Werner centravanti poco supportato da Draxler e Mueller.

Una Germania troppo brutta per essere vera, e infatti nel secondo tempo la musica è repentinamente cambiata con l'ingresso di Gomez a fare a sportellate con i giganti scandinavi e la vivacità di Werner spostata sulla sinistra. Un copione tattico che ha portato subito al pareggio di Reus al 48' con una deviazione di ginocchio, portando la sfida a giocarsi nella trequarti difensiva della Svezia fino all'ultimo. Una serie di conclusioni che non hanno elevato la qualità di gioco della Germania, ben sotto gli standard, ma che mattoncino dopo mattoncino hanno legittimato l'episodio giusto, lo sliding-door della partita, del girone e, chissà, del Mondiale stesso. Il tutto dopo il miracolo di Olsson su Gomez e gli errori sottoporta di Reus; l'espulsione di Boateng per doppio giallo, un secondo intervento decisivo di Neuer ad anticipare Guidetti e il palo clamoroso di Brandt al 92', quello che avrebbe tagliato le gambe a chiunque. 

Ma non alla Germania. I campioni del mondo in un mare di guai, gli amici della coppa del mondo tra i quali non c'è mai un vero addio. Anche quando tutto sembra dire il contrario, ci sarà sempre un ultimo Kroos per provarci fino all'ultimo. Spesso vincente, appunto. Ma per andare lontano Loew dovrà trovare la chiave giusta. L'aver evitato il biscotto tra Svezia e Messico è già un passo avanti, ma non può bastare.

LE PAGELLE

Neuer 7 - Non sarà ancora nella sua versione migliore, ma è già decisivo. La parata su Berg al 46' del primo tempo e il pallone tolto a Guidetti a un metro dalla porta all'83' valgono i tre punti forse ancora più del gol di Kroos.

Toivonen 6,5 - Fa a sportellate per tutta la partita e trova il gol che è mancato per tutta la stagione, anche con un po' di fortuna. Lui è il terminale di ogni (uno solo) schema offensivo svedese.

Kroos 6,5 - Partita sottotono, ma decisa con una giocata su punizione che lo riabilita. Il colpo del campione che nasconde novantaquattro minuti di difficoltà e errori sanguinosi in disimpegno, uno dei quali ha dato il via al gol avversario.

Durmaz 5 - Entra nel finale per arginare lo strapotere sulla fascia della Germania. Lo fa bene per un quarto d'ora, poi al 95' pensa bene di regalare alla Germania l'ultima occasione con un fallo inutile al limite dell'area. Com'è finita lo sapete...

Boateng 4,5 - Ancelotti è finito nei guai in Baviera per averlo messo in panchina. Bene, dopo il Messico un'altra prova insufficiente aggravata dal cartellino rosso nel finale.

Lustig 5 - In difficoltà perenne sulla sua fascia, soprattutto quando Loew gli ha spostato Werner nei paraggi

IL TABELLINO

GERMANIA-SVEZIA 2-1
Germania (4-2-3-1):
Neuer 7; Kimmich 5, Rüdiger 5,5, Boateng 4,5, Hector 5 (40' st Brandt 6); Rudy 6 (31' Gündogan 6), Kroos 6,5; Draxler 5 (1' st Gomez 6), Müller 5, Reus 6,5; Werner 6. A disp.: Ter Stegen, Trapp, Süle, Ginter, Hummels, Plattenhardt, Goretzka, Khedira, Özil. Ct.: Löw 5,5.
Svezia (4-4-2): Olsen 6; Lustig 5, Granqvist 6, Lindelof 6,5, Augustinsson 5,5; Claesson 5,5 (28' st Durmaz 5), Larsson 6, Ekdal 6, Forsberg 6; Berg 6 (45' st Thelin sv), Toivonen 6,5 (32' st Guidetti sv). A disp.: Johnson, Olsson, Helander, Krafth, Jansson, Svensson, Hiljemark, Rohden, Guidetti, Nordfeldt. Ct.: Andersson 6.
Arbitro: Marciniak
Marcatori: 32' Toivonen (S), 3' st Reus (G), 49' st Kroos (G)
Ammoniti: Ekdal, Larsson (S)
Espulsi: 37' st Boateng (G) per somma di ammonizioni

GUARDA LO SPECIALE MONDIALE

TAGS:
Mondiali 2018
Russia 2018
Germania
Svezia
Gruppo F

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X