Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

CAGLIARI, PAVOLETTI: "OBIETTIVO 20 GOL"

Sta scalando la classifica dei migliori marcatori del Cagliari. Undici reti due anni fa, 16 nella stagione passata. Un campionato, quello concluso a maggio, che gli ha riaperto le porte della Nazionale. E con l'esordio è arrivato anche il primo gol azzurro: ora Leonardo Pavoletti mette nel mirino nuovi record. "Vengo da un anno fatto bene, fare meglio è sempre difficile - dice l'attaccante rossoblù dal ritiro di Pejo, in Trentino -. Ci proverà: l'esperienza mi insegna come affrontare la nuova stagione. Il mio obiettivo è puntare ai 20 gol: magari poi non ci arriverò, ma cerchero' di migliorare il mio score e portare il Cagliari ancora più in alto. Per un attaccante, il gol conta per il 90%: se non segni, la tua prestazione diventa meno considerata agli occhi di chi guarda".

SUDAFRICA, UCCISO L'EX NAZIONALE BATCHELOR

L'ex nazionale sudafricano Marc Batchelor è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco lunedì sera mentre guidava verso casa a Johannesburg. Lo ha riferito la polizia locale. "Stava tornando a casa quando è stato avvicinato da due ragazzi su una moto", ha dichiarato il portavoce Lungelo Dlamini ad Afp. "Hanno sparato dei colpi e lui è morto nel suo veicolo, i sospettati sono andati via senza prendere nulla. E' accaduto nei pressi della sua abitazione di Olivedale, nel nord di Johannensburg".

FIFA, INFANTINO: "AUGURI BOBAN MA PERDI I DERBY!"

"In Italia ha vinto la Juve per otto anni di fila ed è sulla buona strada per ripetersi ancora. Le altre società devono provare a contrastarla, cercando di dimostrare di esser altrettanto brave. Boban è un grande amico: si è smarcato, con una delle sue finte, da noi della Fifa, per andare al Milan ma non ci sono problemi. Gli rivolgo un grande in bocca al lupo... ma deve perdere i derby". Lo ha detto il presidente della Fifa, Gianni Infantino, che non ha mai fatto mistero di essere "tifoso" dell'Inter, a margine della festa per i 60 anni della serie C, in corso a Firenze.

INTER, NAINGGOLAN TRA I CONVOCATI PER L'ASIA

Concluso il ritiro di Lugano, prosegue la preparazione dell'Inter in vista della prossima stagione: nel pomeriggio i nerazzurri partiranno da Milano con destinazione Singapore, prima tappa della tournée che vedrà la squadra di Antonio Conte protagonista dell'edizione 2019 della International Champions Cup e della International Super Cup. Nell'elenco dei convocati figura Radja Nainggolan, non Mauro Icardi che come già annunciato resterà a Milano. Nei prossimi giorni Godin, Vecino e Puscas si aggregheranno al gruppo in ritiro. Questo l'elenco completo. Portieri: Berni, Handanovic, Padelli; Difensori: Bastoni, D'Ambrosio, Dalbert, De Vrij, Ranocchia, Skriniar, Ntube, Pirola; Centrocampisti: Agoume', Barella, Borja Valero, Brozovic, Candreva, Gagliardini, Joao Mario, Lazaro, Nainggolan, Perisic, Sensi; Attaccanti: Longo, Politano, Colidio, Esposito, Vergani.

LEGA PRO, INAUGURATO UN MUSEO PER ARTEMIO FRANCHI

Inaugurato oggi a Firenze, occasione delle celebrazioni per i 60 anni della Lega Pro e all'interno della stessa sede, uno spazio museo dedicato ad Artemio Franchi, il grande dirigente toscano, ex presidente dell'Uefa e vicepresidente della Fifa, che il 13 luglio 1959 firmò l'atto di nascita della Serie C.

CASTAN: "SINISA, PREGHERÒ PER TE"

Leandro Castan, che gli anni scorsi ha combattuto e vinto contro un cavernoma alla testa, ha lanciato il suo messaggio a Sinisa Mihajlovic, ammalatosi di leucemia: "Una notizia che mi ha colto di sorpresa, mi dispiace tanto. Gli ho scritto che gli sarò vicino e pregherò per lui. So che anche lui ce la farà a superarla" ha detto l'ex difensore del Torino a Il Messaggero.

CAMERUN, IL MINISTRO DELLO SPORT: "SEEDORF DA LICENZIARE"

Narcise Mouelle Kombi, ministro dello sport camerunense, critica il ct Clarence Seedorf: "La nazionale ha mostrato un gioco monotono e prevedibile, non è fatto per questo lavoro. Non credo si possa parlare di rinnovo per lui". Il Camerun è stato eliminato in Coppa d'Africa negli ottavi di finale.

TORINO, CAIRO: "MOCCAGATTA A 6MILA SPETTATORI PER L'EUROPA"

Urbano Cairo ha spiegato a Torino Channel come si tenterà di aumentare la capienza dello stadio Moccagatta di Alessandria (dove i granata giocheranno l'esordio in Europa League perché il 25 luglio non sarà ancora disponibile il Grande Torino): "Cercheremo di arrivare a 6.000 spettatori con 2mila nostri seggiolini. Speriamo nell'ok della Uefa".

Le news di giornata

VACANZE FINITE, LA FIORENTINA ASPETTA CHIESA IN RITIRO

Federico Chiesa è atteso domani a Chicago dove si aggregherà ai compagni per iniziare la preparazione dopo le vacanze. Il talento della Fiorentina sul quale è forte l'interesse della Juventus (e non solo) arriverà insieme a Nikola Milenkovic mentre la squadra affronterà il Chivas Guadalajara (stadio di Bridgeview, 18 ora locale, 3 italiane) nella prima delle tre partite dell'International Champions Cup. Nelle prossime ore potrebbe arrivare nel ritiro viola anche Rocco Commisso e quindi potrebbe essere l'occasione per un primo contatto con Chiesa che il neo proprietario viola punta a tenere almeno per un'altra stagione ritenendolo l'uomo-simbolo del rilancio della Fiorentina. "Non ho ancora sentito pubblicamente e privatamente una presa di posizione da parte di Chiesa o dell'entourage sul futuro - ha dichiarato Vincenzo Montella ai canali ufficiali del club - Quindi per me il problema non esiste, fino a prova contraria Federico è un calciatore della Fiorentina. Quanto all'arrivo del presidente - ha proseguito il tecnico - vorrà conoscere tutta la squadra compreso ovviamente Chiesa atteso domani dopo pranzo. Parlerà con lui come con tutti gli altri giocatori e noi dello staff". Riguardo al mercato che per adesso non decolla per le difficoltà dovute dai paletti del fair play finanziario (sempre in stand by per ora anche la trattativa per la cessione di Veretout conteso da Milan e Roma) Montella si è detto paziente e fiducioso: "Sono tranquillo perché so che abbiamo persone preparate che stanno lavorando". Contro il Chivas, secondo test stagionale dopo la goleada ai dilettanti della Val di Fassa, l'allenatore viola ha annunciato che utilizzerà tutti i giocatori a disposizione, una trentina in attesa di Chiesa e Milenkovic.

MIHAJLOVIC IN OSPEDALE PER L'INIZIO DELLE TERAPIE

Sinisa Mihajlovic è entrato in ospedale per cominciare la terapia. Lo fa sapere il Bologna. L'inizio era fissato per domani, ma l'allenatore serbo, d'accordo con lo staff medico della società e di quello del reparto di ematologia dell'Istituto Seragnoli del Policlinico Sant'Orsola, ha anticipato il suo ingresso in ospedale. Sabato, in una conferenza stampa, Sinisa Mihajlovic aveva annunciato di essere affetto da leucemia. Il medico sociale del Bologna aveva spiegato che la diagnosi è stata molto precoce.

CROUCH, FAI RETROMARCIA? "SE FEDERER GIOCA COSÌ POSSO FARLO ANCH'IO"

Peter Crouch è subito pronto a fare retromarcia sul suo ritiro dal calcio giocato annunciato soltanto pochissimi giorni fa. Ieri l'attaccante ha voluto omaggiare Roger Federer con una battuta postata sul proprio profilo Twitter: "Se gioca così lui a 37 anni posso farlo anche io" #comeback.

LAZIO, RADU: "CHIEDO SCUSA A TUTTI"

"Voglio ringraziare la Società ed il Presidente Claudio Lotito per l'opportunità che mi hanno concesso facendomi sentire nuovamente parte della grande famiglia laziale dopo aver attraversato il momento più buio della mia carriera". Prima del terzo allenamento pomeridiano sotto le Tre Cime di Lavaredo, il difensore biancoceleste Stefan Radu è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo Rodolfo Zandegiacomo di Auronzo di Cadore. "Da marzo in poi non sono stato più io come uomo e come giocatore. Sono emozionato, ma la fiducia che mi ha dato il Club dopo questo momento spero di ripagarla con buone prestazioni", ha aggiunto. "Sono tornato a casa, sono stato male negli ultimi giorni per miei errori e li riconosco. Da marzo non ero più lo Stefan Radu che si conosceva come uomo. Ringrazio i tifosi che mi sono stati vicini in questo periodo. Voglio aggiungere che, dopo l'infortunio rimediato alla caviglia - ha detto Radu - non riuscendo a guarire, ho iniziato a pensare in negativo ed ho sbagliato nei confronti di Società e compagni. Sono qui a chiedere scusa a loro ed a tutti coloro che ho offeso in questo periodo buio". "Mi sento come un nuovo acquisto, ma ho tanta esperienza alle spalle e so che posso dare ancora tanto per questa squadra. Ultimamente, da quando è emerso che la Lazio non mi avrebbe fatto partire per Auronzo, abbiamo ricevuto tante richieste ma ho sempre rifiutato qualsiasi offerta di mercato", ha concluso il difensore.

ASTORI, LA DOTT. TONCELLI: "ESTRANEA AI FATTI"

Per fare luce sulla morte di Davide Astori è stata interrogata oggi, per oltre due ore, la dottoressa Loira Toncelli e al termine del suo interrogatorio ha parlato il suo avvocato, Vincenzo de Franco: "La mia cliente è estranea ai fatti - ha dichiarato il legale - si è limitata a refertare, come le è stato richiesto, i valori di un esame del 2017 a cui lei non aveva partecipato".

WANDA NARA, INCIDENTE SUL LAGO DI COMO

In un modo o nell'altro Wanda Nara e Mauro Icardi riescono sempre a fare notizia, anche quando trascorrono il tempo in famiglia nella loro villa sul lago di Como. L'ultima disavventura della coppia è accaduta nella giornata di ieri, quando l'agente e moglie dell'attaccante argentino è finita nelle acque del lago con la sua moto d'acqua. È la stessa Wanda Nara a documentare l'accaduto con una serie di foto e video nelle stories di Instagram, in cui si vede appunto la moto d'acqua recuperata dai soccorritori.

PINAMONTI: "IL GIOCO DI ANDREAZZOLI MI AIUTA"

Andrea Pinamonti ha segnato tre gol al suo debutto con la maglia del Genoa, nell'amichevole contro lo Stubai: "La pressione è uno stimolo a dare il meglio, voglio migliorare il bottino dello scorso anno (5 reti in campionato, n.d.r.). Il gol per un attaccante è quasi tutto. Puntiamo a un campionato che regali soddisfazioni. L’’impronta del mister è chiara. Il tipo di gioco che richiede agevola di solito gli attaccanti. Non c’è bisogno di fare tanti discorsi. L’obiettivo di partenza è recuperare la fiducia dell’ambiente".

JUVE, RAMSEY: "AVRÓ LA 8, SPERO DI FARE COME MARCHISIO"

"Volevo il numero 8 e, nel momento in cui ho saputo che era libero, l' ho preso. So che è appartenuto a un campione come Claudio Marchisio, con cui ho anche parlato un po' al J Medical. Se riuscirò a fare come lui sarò orgoglioso. Sono pronto per questa grande sfida". Così Aaron Ramsey nel corso della conferenza di presentazione come nuovo giocatore della Juventus. E a proposito di grandi ex della Juve, Ramsey è gallese come John Charles. "Charles è stato una leggenda non solo qui ma per tutti i gallesi, spero di poter seguire le sue orme. Lui ha lasciato un segno profondo nella storia di questo club, sarà un'ispirazione per me. Spero di poterlo emulare", ha aggiunto.

MAHREZ, FRECCIATA A ODOUI: "QUEL GOL ERA PER TE"

Frecciatina della star della nazionale algerina e del Manchester City, Riyad Mahrez, contro Julien Odoui, un esponente politico del Rassemblement National che ieri aveva auspicato la vittoria della Nigeria nella semifinale di Coppa d'Africa contro l'Algeria per scongiurare nuove violenze e scontri da parte dei tifosi bianco-verdi a Parigi e in altre città della Francia. "Per impedire il proseguimento delle violenze e dei saccheggi, per evitare la marea di bandiere algerine, per tutelare la nostra festa nazionale, non attendete (il ministro francese dell'Interno, Christophe, ndr.) Castaner. Abbiate fiducia negli undici giocatori nigeriani!", scriveva il politico lepenista sul suo profilo Twitter, aggiungendo l'hashtag "Sostengo la Nigeria". Solo che poi la Nigeria ha perso e Mahrez, autore, tra l'altro, dello straordinario gol su punizione che ha portato l'Algeria in finale, non ha resistito alla tentazione di replicare su Twitter. "Quella punizione era per te", è la risposta al fedelissimo di Marine Le Pen, con tanto di tre faccine smiley morte dal ridere. Poi un più serioso "Stiamo insieme" accompagnato dalle bandiere della Francia e dell'Algeria.

NAPOLI, MILIK: "JUVE FORTE MA VOGLIAMO VINCERE NOI"

"L'anno scorso la Juve ha fatto una grande stagione, era difficile per noi seguirla. Ma anche quest'anno vogliamo vincere, abbiamo un mister con grande esperienza e vogliamo provarci". Così Arkadiusz Milik, intervenuto ai microfoni di Sky dal ritiro di Dimaro. "Io posso ancora migliorare e fare sicuramente più gol per aiutare la squadra", ha aggiunto il bomber polacco del Napoli.

LAZIO, MARUSIC: "LAZZARI? LA CONCORRENZA È NORMALE"

"Qui ad Auronzo si lavora molto bene nel periodo della preparazione estiva, ora ho alcuni problemi al ginocchio e non posso allenarmi ma spero di tornare presto in gruppo. L'approccio è come sempre positivo, lavoriamo al 100% sulla forza e sulla corsa, è molto importante in questo momento della stagione. Siamo un grande gruppo, qui siamo tutti contenti e vogliosi". Così al termine della seduta d'allenamento mattutina, l'esterno biancoceleste Adam Marusic è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel. "Il prossimo anno dobbiamo migliorare la classifica e speriamo di centrare le prime quattro posizioni valide per la Champions - aggiunge - dobbiamo lavorare tanto e migliorare". "Per me è importante stare bene, senza infortuni, mi auguro il prossimo anno di non patire infortuni e stare bene. Nel calcio la concorrenza è normale - dichiara Marusic - Lazzari è un bravo ragazzo ed un ottimo giocatore, devo migliorarmi per fare meglio, lo so, vedremo cosa accadrà". "Siamo tutti veloci, in rosa ci sono molti elementi di alto valore. Spero nella prossima stagione di poter stare meglio atleticamente. Con mister Inzaghi sono cresciuto tanto tatticamente, qui in Italia si studia molto questo aspetto ma posso ancora migliorare", conclude.

PORTO, CASILLAS DIRIGENTE IN ATTESA DEL RECUPERO

Iker Casillas entra a far parte della dirigenza del Porto con una funzione di collegamento tra i giocatori, lo staff tecnico e la dirigenza durante il processo di recupero dall'attacco cardiaco subito lo scorso 1 maggio. Lo ha annunciato lo stesso club portoghese. Il portiere spagnolo, comunque non ha perso la speranza di tornare un giorno a giocare. "Ho parlato con l'allenatore la scorsa stagione quando e' successo tutto, ha detto che voleva che rimanessi vicino ai giocatori perche' ci sarebbero stati diversi cambiamenti, cerchero' di fare tutto il possibile per aiutare i miei compagni di squadra", ha detto Casillas in un comunicato.

NAPOLI, ZIELINSKI: "QUEST'ANNO POSSIAMO PUNTARE ALLO SCUDETTO"

"Quest'anno possiamo puntare a qualcosa di fantastico. Abbiamo una rosa molto forte e stanno arrivando giocatori di livello grandissimo. Il mio sogno e' lo scudetto". Lo ha detto il centrocampista del Napoli Piotr Zielinski nel corso di un'intervista a Radio Kiss Kiss Napoli da ritiro di Dimaro. "Faremo di tutto - ha aggiunto il polacco - per far contenti tifosi, giocando bene e vincendo le partite. Sappiamo che lo scudetto sarebbe una cosa speciale per noi, per i tifosi, per tutto il popolo napoletano, meritano questa soddisfazione e speriamo che quest'anno gliela diamo in un campionato che sara' piu' interessante perche' oltre alla Juventus c'e' anche l'Inter che gia' era una grande squadra ma ora con Conte avra' qualcosa in piu'".

USA, OLTRE MEZZO MILIONE DI DOLLARI ALLA NAZIONALE FEMMINILE

Piovono soldi sulla nazionale di calcio femminile degli Stati Uniti, fresca vincitrice del Mondiale. In nome della parità salariale con gli uomini, la multinazionale Procter&Gamble (P&G) ha concesso un bonus di 529.000 dollari e in una pubblicità apparsa su un'intera pagina del New York Times, la società, uno degli sponsor della nazionale attraverso il suo marchio di deodoranti Secret, esorta la Federazione statunitense (USSF) a essere "dal lato giusto della storia". P&G ha concesso 23.000 dollari di bonus a ciascuna delle 23 giocatrici che hanno consentito agli Stati Uniti di vincere il loro quarto titolo mondiale in Francia lo scorso 7 luglio. "Dopo tutti i brindisi, gli applausi, le parate e i premi, il problema rimane: la disuguaglianza è piu' che una questione di salario, è una questione di valori", si legge sul NY Times.

ZOFF: "KOULIBALY PIÙ FORTE DI DE LIGT"

Anche Dino Zoff esalta Matthijs de Ligt, nuovo acquisto della Juve, pur mettendo un freno ai paragoni azzardati: "Deve crescere ancora, ma la personalità non manca, come i mezzi fisici - ha detto alla Gazzetta dello Sport - . Beckenbauer a fine carriera si è mostrato il più completo e forse De Ligt potrà progredire su quella scia. Ma è ancora presto per dirlo. Attualmente Koulibaly è più forte di De Ligt, ci sono 8-9 anni di differenza ed è logico sia così. Ecco, quando l'olandese avrà superato il rendimento del difensore senegalese del Napoli potrà entrare fra i più grandi".

IBRA: "DIRIGENTE ALL'AJAX? FAREI MEGLIO DI CHI C'È ORA"

Solito Ibra, un po' spaccone. Interrogato dal De Telegraaf sulla possibilità di tornare all'Ajax da dirigente, Zlatan ha risposto così: "Solitamente non torno mai nelle squadre dove sono stato in passato, ma forse, al termine della mia carriera da calciatore potrei fare il dirigente dell'Ajax. Senza dubbio farei meglio di chiunque ci sia ora. L’Ajax è ancora il mio club in Olanda, e sono orgoglioso di averne fatto parte, soprattutto quando vedo come si presentano in Europa. Hanno fatto quello che nessuno si aspettava e producono giocatori bravi e sono abituati a farlo. È meraviglioso da vedere".

LA FIGC RIAPRE AL CALENDARIO SFALSATO IN SERIE A

Gabriele Gravina, presidente della Figc, è tornato a parlare della possibilità di un calendario sfalsato, con gironi d’andata e ritorno diversi e non a specchio per la Serie A: "In altri paesi già avviene, la Lega Serie A ha accarezzato questa idea, mi auguro possa avvenire in futuro. L’importante ovviamente è sorteggiare tutto prima del campionato".