Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale Tempo reale
  • A
  • A
  • A

JUVE, SZCZESNY: "SBAGLIATO IL PRIMO TEMPO"

"Abbiamo sbagliato il primo tempo, lo abbiamo giocato senza tanto ordine. Nel secondo tempo ci è mancato il gol, però c'è una partita di ritorno da giocare". Lo ha detto il portiere della Juventus Wojciech Szczesny dopo la sconfitta subita a Lione (1-0) nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. "La mancanza di un uomo (De Ligt, ndr) ha fatto la differenza lì - ha aggiunto il polacco commentando l'episodio del gol subito - . Però l'azione bisogna fermarla prima, abbiamo sbagliato lì. Dentro l'area poi succede ogni tanto che uno metta una palla".

JUVE, DANILO: "A TORINO CI VORRA' PIU' CORAGGIO"

Dopo la sconfitta nell'andata col Lione, Danilo pensa già alla gara di ritorno degli ottavi di Champions. "Siamo coscienti di aver regalato un tempo al Lione, bisogna ripartire da quanto di buono fatto nel secondo - ha spiegato l'esterno bianconero -. Ora abbiamo l'obbligo di passare il turno: dovremmo essere concentrati, fare possesso palla e fare molto di più". "Le parole di Bonucci? Non l'ho sentito, devo prima capire cosa è successo e informarmi", ha aggiunto.

JUVE, BONUCCI: "CI DOBBIAMO SVEGLIARE"

Questione di testa, di concentrazione, di attenzione. Ad analizzare il ko della Juve ci pensa anche il capitano, Leonardo Bonucci. E le sue parole al termine del match contro il Lione sono pesanti: "Abbiamo regalato un tempo, eravamo lunghi e distanti, arrivavamo sempre secondi su tutto. E' vero che ci hanno colpiti quando eravamo in dieci (con De Ligt a bordo campo a farsi medicare, ndr) ma non c'eravamo. Questione di testa". Un atteggiamente che il capitano aveva già stigmatizzato nel riscaldamento quando aveva rimproverato Matuidi: "Non l'ho ripreso, gli ho solo detto che tutti noi dovevamo essere tutti concentrati; si vedeva che non tutti eravamo concentrati. L'aggressività te la dà la testa. Ci dobbiamo svegliare".

BOLOGNA, MEDEL E SANSONE RECUPERATI

Buone notizie per Sinisa Mihajlovic in vista della gara di campionato di sabato con la Lazio. Il Bologna ha infatti recuperato Gary Medel e Nicola Sansone, che hanno svolto interamente la seduta con il resto del gruppo, alle prese con un allenamento tecnico-tattico conclusa con una partitella. Roberto Soriano e Federico Santander si sono allenati in parte con il gruppo. Terapie invece per Ladislav Krejci, Mitchell Dijks e Mattias Svanberg.

GENOA, RIENTRA GHIGLIONE

Genoa al lavoro per preparare la sfida di campionato di domenica alle 12.30 in casa del Milan. E Davide Nicola puo' sorridere: dopo il rientro in gruppo di Pinamonti e Romero nella giornata di ieri, Paolo Ghiglione ha ripreso oggi l'attività in campo, dopo lo stop in seguito all'infortunio procurato durante la vittoria contro il Cagliari.

ATALANTA, PERSONALIZZATO PER TOLOI E DJIMSITI

Prosegue la preparazione dell'Atalanta alla sfida di Serie A di domenica sul campo del Lecce. Differenziato per i difensori Djimsiti e Toloi. Domani è prevista una seduta mattutina a porte chiuse.
 

PARMA, DIFFERENZIATO PER DARMIAN

Il Parma è tornato ad allenarsi a Collecchio con una seduta mattutina. Agli ordini di Roberto D'Aversa i crociati hanno svolto lavori di core stability seguiti da forza funzionale e cambi di direzione. L'allenamento è stato concluso da un lavoro tattico. Lavoro differenziato per Matteo Darmian, differenziato e terapie invece per Andrea Adorante, Antonino Barillà, Roberto Inglese, Juraj Kucka, Matteo Scozzarella e Luigi Sepe. Terapie per Vincent Laurini. Domani è prevista una seduta mattutina a porte chiuse.
 

E. LEAGUE: RANGERS AGLI OTTAVI, FUORI IL BRAGA

Il Glasgow Rangers è la prima squadra a qualificarsi per gli ottavi di finale di Europa League. Gli scozzesi dopo essersi imposti 3-2 all'andata contro lo Sporting Braga hanno vinto anche il match di ritorno, in Portogallo, con il punteggio di 1-0. A segno Kent al 16' della ripresa, dopo che nel primo tempo gli ospiti avevano già sbagliato un rigore in pieno recupero con Hagi.
 

MALAGO': "JUVE-INTER IN CHIARO? SAREBBE SIMBOLICO"

"Favorevole a trasmettere in chiaro Juve-Inter? Sì per un fatto simbolico, ideologico, per compensare in qualche modo quella che di fatto è una mancanza di appeal". Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò in un'intervista al Tg5 a proposito dell'emergenza coronavirus. "Lo sport non può che adeguarsi a quella che è la realtà del momento - ha aggiunto - Essendo il nostro mondo pieno di manifestazioni di grandissima manifestazione ci siamo dovuti adeguare. E' una situazione molto particolare a cui non eravamo abituati e preparati. In precedenza ci sono state situazioni analoghe solo per questioni di ordine pubblico, squalifiche, interventi di organismi internazionali, ma su così ampia scala non era mai successo".

LIONE-JUVE, TIFOSI ITALIANI: "NON ABBIAMO LA PESTE"

"Va bene la prevenzione, ma qui si esagera. Ci sono zone a rischio, ma sono limitate, sono piccole", dice un tifoso intervistato dai media francesi all'arrivo davanti allo stadio Groupama di Lione, per il match degli ottavi di finale della Champions League della Juventus. Una tifosa di Bologna protesta: "Non è bello trattarci come se avessimo la peste". Uno juventino di Perugia, arrivato in pullman, aggiunge: "E' soltanto una psicosi. Nella mia città, a Perugia, non ci sono problemi". Finora, malgrado le forti polemiche per la conferma della partita con i tifosi sugli spalti e nonostante la situazione del Coronavirus in Italia e in Francia, non si registrano tensioni a Lione.

INTER-LUDOGORETS, PROTESTA DEI GIORNALISTI

"La psicosi da Coronavirus colpisce anche il mondo del calcio. La decisione dell'Uefa di consentire l'accesso nello stadio "Giuseppe Meazza" di Milano ai soli operatori di ripresa, in occasione della partita Inter-Ludogorets, in programma domani sera, rappresenta un'inaccettabile limitazione del diritto di cronaca". E' quanto si legge in una nota della FNSI e dell'USSI in seguito alla decisione, confermata dall'Inter, di consentire l'accesso allo stadio ai soli broadcaster 'rightsholders' in possesso di pass UEFA. "E' condivisibile la preoccupazione di ridurre le possibilità di contagio, in questo caso si rischia di cadere nel ridicolo. Non si capisce, infatti, perché ai giornalisti, che da giorni stanno documentando l'evolversi della situazione entrando negli ospedali e nelle zone rosse, debba essere impedito di raccontare le partite di calcio. Non vorremmo che il dilagare della psicosi colpisse anche la Lega calcio, in occasione delle partite che domenica prossima saranno disputate a porte chiuse. Dopo aver introdotto la regia unica per le immagini delle partite, negare il diritto di cronaca sarebbe soltanto un atto di prevaricazione immotivato e ingiustificato".L'Inter, interpellata dall'Ansa, fa sapere che le restrizioni verso la stampa non sono state disposte ne' dal club nerazzurro ne' dalla Uefa. Le autorità italiane, in seguito all'emergenza del Coronavirus, hanno vietato l'agglomerato di persone per tutelare la salute pubblica. Con piu' di 200 operatori d'informazione accrediti era impossibile consentire l'accesso allo stadio da parte della stampa. Il provvedimento delle autorità non è quindi contro i giornalisti, bensì per evitare il raggruppamento di un numero elevato di persone durante una partita che, per motivi di sicurezza, era già stata disposta a porte chiuse. L'Inter sottolinea di aver organizzato le attività a margine della gara in piena osservanza delle ordinanze emanate dal Ministero della Salute, della Regione Lombardia e da tutti gli enti coinvolti, in ottemperanza al Decreto Legge emanato dal Governo Italiano. Il club nerazzurro fa sapere di aver inoltre messo liberamente a disposizione di tutta la stampa il materiale riguardante le attività della vigilia e della partita di domani.

SERIE B: QUATTRO GARE A PORTE CHIUSE

Anche la Serie B opta per giocare le partite a porte chiuse. Saranno infatti quattro i match del prossimo turno di campionato ad andare in scena con gli spalti vuoti,. Si tratta di Cittadella-Cremonese, Chievo-Livorno, Venezia-Cosenza e Virtus Entella-Crotone.

BAYERN: GINOCCHIO KO, 4 SETTIMANE DI STOP PER LEWANDOWSKI

Quattro settimane di stop per Robert Lewandowski. L'attaccante si è infortunato durante la sfida di andata degli ottavi di Champions a Stamford Bridge contro il Chelsea. Come riferisce il Bayern Monaco, l'attaccante ha rimediato una frattura al ginocchio sinistro: dopo dieci giorni di gesso inizierà la riabilitazione.

LAOS, TRUCCAVANO GARE: SQUALIFICATI A VITA DUE CALCIATORI

Due giocatori della nazionale del Laos sono stati banditi a vita dalla Confederazione calcistica asiatica (Afc) per aver truccato le partite. Il comitato disciplinare ed etico dell'Afc ha rilasciato una dichiarazione dicendo che Khampheng Sayavutthi e Lembo Saysana sono stati giudicati colpevoli di "cospirare per manipolare il risultato" di un'amichevole internazionale tra Laos e Hong Kong nel 2017. Hong Kong ha vinto la partita 4-0 in casa dopo aver segnato i gol al 10', 13', 73' e 83' su rigore. "Al fine di proteggere l'integrità dell'indagine in corso, non saranno divulgati altri dettagli", si legge nel comunicato.

LAZIO: IMMOBILE E' TORNATO AD ALLENARSI

La Lazio recupera pezzi in vista della sfida di sabato pomeriggio all'Olimpico contro il Bologna. In un tweet, sul proprio account ufficiale, il club biancoceleste ha comunicato che Ciro Immobile si sta allenando regolarmente con il resto della squadra, a Formello: non partecipano alla seduta, invece, Acerbi e Milinkovic-Savic. Il difensore difficilmente sarà in campo contro gli emiliani dell'ex Sinisa Mihajlovic, le condizioni del giocatore serbo verranno valutate nei prossimi giorni.

ROMA, I CONVOCATI PER IL GENT

Il tecnico della Roma, Paulo Fonseca, ha convocato 20 giocatori per la sfida di domani sera contro i belgi del Gent, ritorno dei sedicesimi di Europa League: Pau Lopez, Cardinali, Fuzato, Smalling, Kolarov, Cetin, Santon, Fazio, Mancini, Spinazzola, Cristante, Perotti, Villar, Veretout, Mkhitaryan. Dzeko, Under, Kalinic, Carles Perez, Kluivert.

U17 DONNE KO IN AMICHEVOLE CONTRO IL PORTOGALLO

Dopo i successi (1-0 e 3-2) nelle due amichevoli con la Norvegia disputate lo scorso gennaio a Sarno e Baronissi, la Nazionale Femminile Under 17 è stata sconfitta (1-0) nella prima delle due gare in programma a Lisbona contro le pari età del Portogallo. A decidere l'incontro (1-0) e' stata un'autorete al 66' della centrocampista dell'Inter Valentina Gallazzi al termine di una gara molto tirata. Le Azzurrine torneranno in campo domani per la seconda amichevole (ore 15 locali, ore 16 italiane). Per la squadra di Nazzarena Grilli si tratta degli ultimi due test ad un mese dalla Fase e'lite del Campionato Europeo che vedrà l'Italia impegnata dal 22 al 28 marzo in Belgio contro la nazionale di casa e le pari età di Svizzera e Grecia.

TORINO: SI FERMA BERENGUER

Nel Torino si ferma Berenguer. L'attaccante spagnolo non si è allenato questa mattina al 'Filadelfia' per un attacco di lombalgia acuta. Millico ha lavorato soltanto per la parte atletica, tutti gli altri granata
in gruppo nella seduta tecnico-tattica sul campo principale. Il Torino giocherà sabato sera a Napoli.

NAPOLI: FORTE TRAUMA CONTUSIVO PER MERTENS

Il Napoli fa sapere che "Dries Mertens, dopo l'infortunio di ieri che lo ha costretto ad uscire ieri nel match contro il Barcellona, si è sottoposto a esami che hanno evidenziato un forte trauma contusivo alla caviglia destra. Dries ha svolto terapie e la sua situazione sarà valutata nei prossimi giorni".

LECCE, DEIOLA: "CON L'ATALANTA SERVE UNA GARA PERFETTA"

Arrivato dal Cagliari in prestito nel mercato di riparazione Alessandro Deiola, centrocampista del Lecce, è divenuto da subito elemento insostituibile nello scacchiere tattico di Fabio Liverani. "Nel settore giovanile del Cagliari - spiega - ho giocato in diversi ruoli, anche da centrale difensivo, disimpegnandomi anche come play. Sono un calciatore che si mette a disposizione delle esigenze dell'allenatore: nella squadra la concorrenza è tanta, nessuno ha il posto garantito, e tutti lottiamo per una maglia da titolare". Una striscia positiva di tre gare bruscamente interrotta con la scoppola rimediata all'Olimpico nell'ultimo turno: "Contro la Roma probabilmente abbiamo sbagliato l'approccio e commesso qualche errore di troppo - ammette Deiola -. E proprio da questi errori è necessario ripartire domenica prossima". E l'avversario di turno al Via del Mare è l'Atalanta di Gasperini, formazione da non far dormire sonni tranquilli. "E' tra le squadre più in forma del campionato, compagine che ha tanta qualità e mette in campo aggressività. Per venire a capo sarà necessario disputare una gara perfetta", conclude il centrocampista giallorosso.

TORINO-PARMA: PROBABILE 11 MARZO LA DATA DEL RECUPERO

Manca ancora l'ufficialità ma Torino-Parma, rinviata domenica per l'emergenza coronavirus, verrà recuperata mercoledì 11 marzo alle 18.30 all'Olimpico Grande Torino. In questo caso la sfida tra Torino e Udinese, prevista per lunedì 9 marzo,si giocherà sabato 7 alle 15 o alle 18.

ATALANTA: ANNULLATA CONFERENZA GASPERINI

La conferenza prepartita di Gian Piero Gasperini di sabato, alla vigilia di Atalanta-Lecce, è stata annullata. L'ha comunicato l'ufficio stampa della società nerazzurra, specificando che lo stesso 29 febbraio, al posto dell'abituale incontro coi giornalisti nella sede di Zingonia, verrà pubblicata sul sito internet ufficiale un'intervista al tecnico. Una decisione assunta in relazione all'emergenza Coronavirus e in ottemperanza alle misure adottate da governo e Regione Lombardia per il contenimento dell'infezione.
 

LIONE, SCONTRO SOCIAL TRA TIFOSI E CLUB

Negli scorsi giorni i Bad Gones, gruppo ultras del Lione, aveva rivolto un messaggio social al presidente del club Aulas, chiedendo dove fossero finiti i valori dell'OL. Oggi la società ha rilasciato un comunicato: "Presenteremo reclamo per contenuti pubblicati sui social che possano costituire insulto o incitamento a odio e violenza". La tensione tra tifosi e club erano iniziate dopo il 2-2 contro il Lipsia in Champions, quando Marcelo fu preso di mira dai suoi stessi tifosi.

MULLER: "DOPO GUARDIOLA IL BAYERN ERA DIVENTATO IL FAR WEST"

Thomas Muller attacca indirettamente Ancelotti sulle colonne di The Athletic: "Negli anni successivi alla partenza di Guardiola, il Bayern Monaco non ha avuto successo. A volte sembrava di stare nel Far West. Tutto ciò per cui avevamo combattuto e tutto quello che avevamo imparato era perduto. C'era l'impressione che potesse succedere di tutto".

RECUPERO INTER-SAMPDORIA, SI VA VERSO IL 20 MAGGIO

Secondo il Corriere dello Sport, il recupero Inter-Sampdoria si dovrebbe giocare il 20 maggio: decadrebbe l'ipotesi di posticipare la Coppa Italia anticipando il match rinviato per il coronavirus per non far giocare un'altra partita a porte chiuse ai nerazzurri incluso il danno "economico".