Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le notizie del calcio italiano, europeo e internazionale in diretta e in tempo reale su Sportmediaset: le conferenze stampa della vigilia dei match, le dichiarazioni dopo le partite, le interviste esclusive ai calciatori, le anticipazioni sulle probabili formazioni, i convocati degli allenatori dai ritiri e le reazioni di giocatori, allenatori, dirigenti, presidenti e di tutti i protagonisti del pallone. News ora per ora sui campionati nazionali e professionistici, con aggiornamenti live anche su tutto il mondo del calcio femminile. Le novità su Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Ligue 1, Bundesliga, Champions League, Europa League, Conference League, campionati Mondiali e campionati Europei.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A

salernitana, nicola: "mi sono piaciuti gara e spirito"

Davide Nicola si gode la vittoria di Lecce che pone fine a un digiuno di vittorie di tre mesi. "Abbiamo trovato ciò che stavamo cercando. Abbiamo modificato qualcosa a livello tattico, avevamo bisogno di ritrovare una certa compattezza - ha spiegato l'allenatore della Salernitana a Dazn -. Mi è piaciuta molto la partita e anche lo spirito dei ragazzi. Dobbiamo proseguire su questo cammino. Credo nella squadra che alleno. Stasera era importante, non ci nascondiamo quando dobbiamo incontrare squadre del nostro livello". Sulla prova di Dia. "Ha fatto una partita straordinaria sotto tutti i punti di vista. Non possiamo più permetterci di fare partite in cui non mettiamo il sacrificio come qualità". 

Germania: Stoccarda ko, il Lipsia a -1 dal Bayern

Una doppietta di Dominik Szoboszlai (25' pt e 4' st) regala al Lipsia la vittoria per 2-1 sullo Stoccarda (a segno con Fuhrich su rigore al 23' st) e lo avvicina alla vetta della classifica detenuta dal Bayern Monaco. La squadra di Marco Rose si è aggiudicata l'anticipo della 18/a giornata della Bundesliga, portandosi a -1 dai bavaresi, che guidano con 36 punti e domani - ore 18,30 - ospiteranno l'Eintracht Francoforte, attualmente quarto con 31 lunghezze. L'Union Berlino è adesso terza, con 33 punti e domani - ore 15,30 - sarà impegnata sul terreno dell'Olympiastadion nel derby della capitale tedesca contro l'Hertha, che giocherà in casa. 

lecce, baroni: "C'è da lavorare sulle leggerezze"

Pesante sconfitta casalinga del Lecce nel match-salvezza con la Salernitana. Mister Baroni non fa drammi. "I ragazzi hanno dato, commettendo degli errori che in questo momento ci stanno penalizzando. Prendere gol con alcune leggerenze complica le partite. Abbiamo avuto diverse occasioni, soprattutto nel primo tempo. Ora c'è da analizzare la partita senza drammi - ha spiegato il tecnico a Dazn - Non è facile attaccare una squadra molto bassa davanti all'area di rigore. Devi sfruttare le occasioni che ti crei, la squadra ha fatto bene come volontà. C'è da lavorare sulle leggerezze. La prestazione la squadra l'ha centrata. Loro sono stati molto bravi a fare una partita difensiva".

SPEZIA, IL VICE-GOTTI: "LE ASSENZE HANNO PESATO"

Dopo la sconfitta contro il Bologna, ai microfoni di Dazn si presenta il vice di Gotti, Fabrizio Lorieri: "Avevamo già avuto delle difficoltà durante la settimana, con qualche giocatore che si è fermato. Secondo me abbiamo interpretato la partita in maniera giusta all'inizio, poi abbiamo avuto la sostituzione forzata di Kovalenko e altre situazioni in partita per cui siamo dovuti intervenire cambiando dei giocatori. Tutto sommato abbiamo fatto quello che potevamo fare, anche se questa è una sconfitta che non ci fa piacere. Abbiamo avuto anche l'occasione per pareggiare con Gyasi, abbiamo cercato di fare il massimo che potevamo".

bologna, motta: "creato tanto e dato continuità"

Thiago Motta è soddisfatto per la vittoria contro lo Spezia. "Abbiamo tenuto la porta inviolata e segnato due gol, abbiamo creato tantissimo e sono soddisfatto come lo ero lunedì dopo la Cremonese - ha detto il tecnico del Bologna a Dazn -. Oggi i ragazzi hanno dato continuità a quanto fatto lunedì e hanno vinto, ora devono riposarsi perché hanno giocato tre partite molto interessanti che hanno indicato la strada giusta". Sulla prova di Orsolini: "Anche se all'inizio non è stato brillante come con la Cremonese, poi l'ho visto molto bene, si è rimesso in gioco e ha dato tantissimo alla squadra in fase d'attacco. Deve migliorare la fase difensiva, perché nel secondo tempo lo Spezia spingeva molto sulla sua fascia. Sa che deve lavorare, ma sono contento della sua partita come di quella di tutti i ragazzi".

empoli, zanetti: "dopo l'inter dev'esserci l'upgrade"

"Gli esami non finiscono mai... Non c'è tempo per festeggiare, ci siamo goduti una grande impresa con l'Inter ma poco dopo eravamo già proiettati al futuro. Mettiamo da parte ciò che è stato, sia quando perdiamo sia dopo un'impresa, a prescindere dal risultato, perché il calcio va veloce. Troveremo una squadra che sta molto bene, reduce da una partita straordinaria a Firenze. Il Toro in questo momento è molto difficile da affrontare ma spero che incontrerà una squadra altrettanto difficile da battere. Siamo in serie positiva e vogliamo continuare, ho visto la squadra matura che non ha lasciato niente per strada dal punto di vista della mentalità. Saremo pronti e spero più consapevoli, è qua che deve esserci l'upgrade dopo gare come quella con l'Inter". Così il tecnico dell'Empoli, Paolo Zanetti, in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Torino.

Coppa America 2024 si svolgerà negli Usa

L'edizione 2024 della Coppa America si svolgerà negli Stati Uniti, nell'ambito di una partnership tra le due principali confederazioni calcistiche delle Americhe. Lo ha annunciato oggi la Concacaf. Al torneo prenderanno parte sedici squadre: dieci nazioni dipendenti dalla confederazione sudamericana (Conmebol) e sei dalla Confederazione del Nord, Centroamerica e Caraibi, ha precisato la Concacaf. Dopo il 2016, dove si svolse l'edizione 'centenaria' della Copa America, gli Stati Uniti ospiteranno l'evento per la seconda volta.

Ballardini: "Inter più forte, la Cremonese ci proverà"

Davide Ballardini punta l'Inter e spera nella prima vittoria della sua Cremonese. 'La squadra ha voglia di giocare e tutti sono sul pezzo. Dessers si e' allenato bene in questi ultimi due giorni ma sulla formazione non ho ancora deciso cosa fare. Dobbiamo essere piu' bravi e piu' precisi rispetto al passato, sappiamo di dover lavorare duro da qui alla fine. L'Inter dopo le fatiche di Supercoppa a Riad ha pagato sotto il profilo fisico in campionato. Adesso pero' e' trascorsa una settimana e quindi mi attendo un avversario piu' fresco e piu' carico, per cui troveremo una squadra riposata e allenata e che ha suoi obiettivi da raggiungere. Credo sia questa la differenza che ci dovremo aspettare rispetto alla gara che i nerazzurri hanno giocato contro l'Empoli. Parliamo di una squadra piu' forte di noi e quindi vedremo che tipo di partita potremo giocare'.

samp, Stankovic: "rispettiamo Atalanta ma faremo nostra partita"

"Petto contro petto, coast to coast. Rispettiamo l'Atalanta ma noi proveremo a fare la nostra partita senza mollare". Lo ha detto il tecnico della Sampdoria Dejan Stankovic ala vigilia del match di domani in casa della squadra di Gasperini. "Utlimamente l'Atalanta sta andando davvero bene, in casa e fuori casa. Hanno potenziale offensivo e difensivo e ragazzi davvero molto forti, ma con grande rispetto andiamo ad affrontarli. Dobbiamo trovare le prestazioni. Quando succedera', perche' succedera', che qualche episodio ci girera' bene dovremno essere presenti. I ragazzi si lamentano che se giochiamo bene o male comunmque perdiamo, ma noi siamo la sampdoria, i ragazzi li ho visti belli, pronti, concentrati, pronti a soffrire. Dovremo essere forti, umili e con grande coraggio", ha aggiunto il serbo. "Dobbiamo essere compatti, ben organizzati, tosti, pronti a vincere ogni duello contro una squadra che ne fa altrettanti con forza. Abbiamo lavorato bene questa settimana - ha proseguito l'allenatore blucerchiato - purtroppo dobbiamo fare i conti ancora con le assenze. Per noi e' importante avere la panchina lunga ma purtroppo ora siamo questi. Colley e Sabiri sono out. Gabbiadini e' tornato in gruppo, ha fatto allenamento nonostante problemi con il mal di schiena. Vedremo dopo la rifinitura". "I tifosi sono particolari in positivo - ha concluso Stankovic - Quando domenica scorsa hanno visto che i ragazzi avevano dato tutto, li hanno applauditi e questo gli fa onore. Dobbiamo far girare un po' la ruota della fortuna per far gioire i nostri tifosi". 

Da ultras Real striscione shock: "Anna Frank dell'Atletico"

Nuovo inquietante episodio a margine del derby di Coppa a Madrid, alla vigilia del Giorno della Memoria. Dopo la bambola con la maglia di Vinicius appesa a un ponte accanto a uno striscione con scritto "Madrid odia il Real" e' emerso - come riporta Mundo Deportivo - che l'ala estrema del tifo blancos, gli Ultras Sur, hanno esposto fuori dallo stadio Bernabeu uno striscione con la scritta 'Anna Frank e' dell'Atletico', insieme ad una fotografia della giovane ebrea tedesca, ragazza morta nel 1945 in un campo di sterminio nazista. "Un fatto spregevole - come rimarca il quotidiano sportivo spagnolo - che e' stato respinto dal mondo del calcio e dello sport, con dichiarazioni di condanna di Atle'tico Madrid, Real Madrid, Liga e federazione. Un messaggio deprecabile quello di questo striscione che circola da tempo e che ieri e' stato esposto nei pressi del Bernabe'u dagli Ultras Sur, gruppo espulso dallo stadio ma ancora attivo".

giorno della memoria: inter, zanetti al memoriale della shoah

In occasione del Giorno della Memoria, l’Inter si è recata in visita al Memoriale della Shoah di Milano, per onorare il ricordo di Árpád Weisz e delle milioni di vittime dell’Olocausto. Al Memoriale, in rappresentanza mondo Inter, il Vice President Javier Zanetti ha incontrato il Presidente del Memoriale della Shoah di Milano, Roberto Jarach e come da tradizione ha portato in dono una maglia nerazzurra con il numero 18, che in lingua ebraica ha lo stesso suono della parola 'Vita' e il nome di Árpád Weisz per ricordare il grande calciatore e allenatore che nella stagione 1929-30 vinse lo Scudetto alla guida dell’Inter. La storia di Árpád Weisz fa parte di quella dell'Inter - fu lui che lanciò in Serie A il giovanissimo Giuseppe Meazza – ma è anche la testimonianza di un uomo che non riuscì a sfuggire alla follia dei campi di concentramento e di sterminio nazisti. È proprio attraverso il suo ricordo che ogni anno il Club tiene viva la Memoria, perché non dimenticare la sua storia significa mantenere viva quella delle milioni di vittime dell’Olocausto.

Abraham: "Mourinho è mio 'zio' di Roma e Dybala un amico"

A poche ore dal gol segnato in campionato contro lo Spezia, il centravanti della Roma Tammy Abraham si e' raccontato nell'esclusivo Q&A di StarCasino' Sport. Abraham e' arrivato in Italia solo un anno e mezzo fa ma in poco tempo e' riuscito a entrare nei cuori dei tifosi giallorossi, grazie a ottime prestazioni e ai 27 gol segnati nella scorsa stagione. Ma gli obiettivi, personali e di squadra, sono ancora tanti da raggiungere: "Come fatto l'anno scorso, l'obiettivo e' portare un'altra coppa a Roma. Sia noi che i tifosi abbiamo provato cosa significhi vincere un trofeo importante e vorrei provare di nuovo quella sensazione". Trascinatore della Roma vincente in Conference League, Tammy rappresenta il faro dell'attacco giallorosso e una pedina fondamentale dello scacchiere del tecnico portoghese. Riguardo il suo rapporto con Jose' Mourinho, ha affermato: "Lui e' come il mio zio di Roma. Prima di venire qui abbiamo parlato, mi ha chiesto se preferissi restare nella piovosa Inghilterra oppure godermi il sole di Roma. Venire qui e' stata la scelta giusta, grazie a lui. Mi sto godendo ogni momento". Nelle sue esperienze da professionista in Inghilterra e in Italia, Tammy ha giocato insieme a tanti campioni di fama internazionale: Willian, Giroud, Werner, Pulisic, Mount per citarne alcuni. Ma con uno su tutti sembra avere un feeling particolare, un'intesa che fa sognare i tifosi romanisti: "Con Paulo Dybala ho sviluppato un bel rapporto dentro e fuori il campo. Un'amicizia che sta diventando sempre piu' solida con il passare del tempo. Questo e' positivo per me e per la squadra, dobbiamo continuare su questa strada. Lui e' un giocatore straordinario e il suo arrivo ha portato qualcosa di diverso che prima mancava". I tifosi della Roma sono famosi in tutto il mondo per il loro amore incondizionato verso la squadra e i calciatori giallorossi. È una tifoseria molto passionale e questo e' cio' che li contraddistingue nel panorama nazionale e internazionale. Questa caratteristica e' stata notata e sottolineata anche da Abraham: "I tifosi della Roma sono come me: mi piace mettere anima e corpo in campo e impegnare tutto me stesso per i colori che indosso. Loro hanno una grandissima passione per il calcio e amano la loro squadra. Vedono che do sempre il massimo per aiutare i compagni e credo sia per questo che ci siamo piaciuti fin da subito. I love them!". Riguardo il suo ambientamento a Roma, Abraham ha raccontato: "Mi piace girare per la citta': ho visitato il Colosseo e molti altri posti. Ho conosciuto la storia romana, che avevo gia' studiato a scuola ma vederla di persona e' stato pazzesco. E poi, tutti in citta' sono molto gentili e educati. Cerco di godermi al meglio questa esperienza". 

Giornata della Memoria, Gravina: “FIGC in prima linea contro discriminazione e antisemitismo”

In occasione della ‘Giornata della Memoria’, la FIGC ricorda le vittime della Shoah con una campagna di comunicazione sui propri canali social, ribadendo l’impegno del movimento calcistico contro ogni forma di discriminazione razziale. “La Giornata della Memoria deve essere anche il giorno della responsabilità – dichiara il presidente della FIGC Gabriele Gravina – soprattutto per il mondo del calcio che, con le sue diverse componenti e nelle sue molteplici dimensioni, è quotidianamente impegnato nell’esaltare i valori del rispetto, della fratellanza e dell’inclusione. Scendiamo in campo per coltivare la memoria, affinché l’orrore della discriminazione e dell’antisemitismo non trovi più cittadinanza nella nostra società, a partire dagli stadi”. “Diciamo basta ai cori, basta all’esposizione di simboli razzisti e basta alle offese che umiliano la dignità umana – continua Gravina –; il mio è un accorato appello a tutte le istituzioni e ai Club, che devono essere in prima linea per contrastare questi fenomeni, ma anche alla maggioranza dei tifosi per bene, che devono iniziare a dissociarsi quando accadono fatti così incresciosi. Come FIGC, siamo impegnati in un complesso processo di rinnovamento culturale mettendo al centro del nostro messaggio l’educazione e la formazione, a partire dalle scuole calcio. Per valorizzare al meglio questo percorso, è mia intenzione condividere ulteriori percorsi con i rappresentanti della Comunità ebraica”.

brescia, annullato sequestro di 59 milioni di euro per Cellino

La Cassazione, che a luglio scorso aveva disposto un maxi sequestro da 59 milioni di euro nei confronti del presidente del Brescia calcio Massimo Cellino indagato per reati di natura fiscale, ha annullato senza rinvio il blocco dei beni dell'imprenditore sardo dal 2017 patron del club lombardo. Cellino torna completamente padrone del club e della sua controllante, Eleonora Immobiliare, che era finita sotto amministrazione controllata. La sentenza e' stata resa pubblica in serata dopo che nel pomeriggio era stato discusso il ricorso.