Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale Tempo reale
  • A
  • A
  • A

ARBITRI, TUTTI NEGATIVI I TAMPONI

I tamponi anticovid-19 ai quali sono stati sottoposti gli arbitri di Serie A e Serie B sono tutti negativi. Lo apprende l'ANSA. La questione e' stata affrontata dall'Aia sulla base del Protocollo sanitario vigente e in collaborazione con una struttura importante su Firenze, Villa Donatello di Sesto Fiorentino.

LAZIO, SI FERMA MILINKOVIC-SAVIC

Allenamento mattutino per la Lazio che, alle ore 10.00, si e' ritrovata sul campo Fersini del Centro Sportivo di Formello. Seduta iniziata con un riscaldamento a secco mediante elastici, tappetini ed ostacoli, poi e' entrato in scena il pallone. Torelli, possessi palla e partitella hanno caratterizzato il blocco centrale dell'allenamento, intervallato da un blocco atletico sui 25 metri. La sfida in famiglia che ha chiuso il lavoro sul campo e' stata vinta 4-2 dai verdi con doppietta decisiva di Luis Alberto. Da segnalare il ritorno in campo di Denis Vavro, il quale ha effettuato un lavoro a parte. Non ha invece preso parte alla seduta Sergej Milinkovic Savic, che ieri ha accusato problemi ad un ginocchio. Il centrocampista serbo nel pomeriggio si sottoporra' a degli accertamenti strumentali per valutare l'entita' del problema.

FIGC, ISTITUITO UBN FONDO SALVA CALCIO

Un Fondo Salva Calcio per un ammontare di 21 milioni e 700 mila euro in favore delle categorie inferiori alla Serie A. L'iniziativa e' stata decisa dal Comitato di presidenza della Figc e attende la sua approvazione al prossimo consiglio federale dell'8 giugno. Su proposta del presidente Gabriele Gravina, l'organo amministrativo della Federcalcio vara un intervento di aiuti in favore dei club, calciatori e tecnici di Serie B, C, Dilettanti e calcio femminile. "Un'iniziativa che non ha precedenti - dice Gravina - una grande assunzione di responsabilita' che la Figc prende in favore del sistema calcio nel suo complesso. Si tratta di uno stanziamento diretto la cui entita' fungera' sicuramente da volano per la ripresa". Il piano e' in parallelo la Figc sta pianificando in tutti i suoi dettagli la ripartenza del calcio professionistico.

LECCE, LIVERANI: "VOGLIAMO MANTENERE LA SERIE A"

"Dovremo essere bravi a cambiare sia dall'inizio che durante". Cosi' ha parlato il tecnico del Lecce Fabio Liverani nella seconda settimana di lavoro con la squadra, da quando sono ripresi gli allenamenti di gruppo in vista della ripresa del campionato. Riavvolgendo il nastro, l'allenatore dei salentini ha detto che "piu' o meno e' quello che avevamo lasciato, cioe' avevamo il Milan di lunedi' e l'anticipo con la Juve al venerdi', quindi sotto questo punto di vista non e' cambiato nulla, per tutto il resto sapevamo benissimo che in caso di ripartenza si sarebbe giocato ogni tre giorni e questo vale per tutte le squadre". Proprio gli impegni ravvicinati richiederanno la massima attenzione e una capacita' notevole al cambiamento, tenendo conto anche del rischio infortuni. "Il rischio molto alto - ha ammesso Liverani - per un atleta che nel pieno della stagione si ferma per 70 giorni e poi riparte con uno sforzo incredibile, a temperatura elevata il rischio e' alto, da parte degli staff c'e' attenzione e programmazione ma ad incidere molto sara' la fortuna". Sulle condizioni della squadra e l'obiettivo da raggiungere, il tecnico giallorosso ha detto: "È un gruppo responsabile, di professionisti, sanno che ci giochiamo qualcosa di unico, la permanenza in A; tutti vogliamo mantenere la categoria". Infine sull'algoritmo annunciato da Gravina in caso di stop al campionato e che sta facendo discutere, Liverani ha detto: "Non ho approfondito, non credo sia una cosa intelligente, credo che trovare tutte le cose alternative al risultato del campo non faccia bene e quindi non e' una cosa che prendo in esame, non e' compito mio, se dovesse dipendere da me una cosa che non mi piace".

ESTORSIONI A PREZIOSI: INDAGATI 15 ULTRA' DEL GENOA

Associazione a delinquere, estorsioni, violenza privata e intestazioni fittizie. Sono le accuse nei confronti di una quindicina di ultrà del Genoa, indagati dalla procura di Genova. Secondo quanto ricostruito, il gruppo avrebbe estorto denaro ma anche altre utilità al presidente della squadra rossoblu' Enrico Preziosi in cambio di una "pace" della tifoseria organizzata. L'indagine ricopre gli anni dal 2005 a oggi. Sono emersi episodi di violenza, fisica e psicologica, dentro lo stadio e fuori, verso giocatori, parte della tifoseria e esponenti del club

IL TORINO ANNULLA I CAMPI ESTIVI

Il Torino comunica che "a causa dell'emergenza Covid-19, sono stati annullati i Toro Camp 2020 e che l'attivita' della Scuola Calcio per la stagione 2019-2020 e' conclusa".

BARCELLONA, PROBLEMI ALL'ADDUTTORE PER MESSI

Leo Messi e' stato il grande assente nell'allenamento del Barcellona di ieri alla Ciutat Esportiva. Mentre i suoi compagni di squadra si esercitavano sotto gli ordini di Quique Setión, l'argentino e' rimasto in palestra facendo un lavoro specifico a causa di un problema muscolare all'adduttore. Secondo l'emittente spagnola TV3, Messi sarebbe stato sottoposto a risonanza magnetica per scoprire l'esatta entita' del problema muscolare che lo mette in dubbio per la ripresa della Liga. Il Barcellona tornera' in campo a Maiorca.

PRESIDENTE LECCE: "ALGORITMI DA CODICE PENALE"

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, è intervenuto ai microfoni de Il Corriere del Mezzogiorno per analizzare l’algoritmo e le idee da mettere in pratica nelle prossime settimane in caso di stop: "Non esiste ancora alcun algoritmo perché la questione verrà affrontata la prossima settimana: deciderà il Consiglio Federale, dopo aver valutato la proposta che avanzerà l’Assemblea della Lega di A. Gli algoritmi che ho letto sono da codice penale, non hanno senso, forse fatti circolare ad arte".

GRAVINA: "MI AUGURO TIFOSI NEGLI STADI IN ESTATE"

"Mi auguro di riaprire gli stadi gia' in estate. Migliorando l`andamento dei contagi, spero si possa consentire un accesso parziale agli impianti di calcio. Sarebbe una straordinaria iniezione di fiducia e di entusiasmo". Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina a Il Mattino. Il numero uno del calcio italiano ha anche parlato dell'algoritmoche dovrebbe definire la classifica finale in caso di nuova sospensioen del campionato. "L'obiettivo e' assegnare in campo i verdetti di questo campionato. Ccambiare format in corsa sarebbe stato necessario se non ci fossero state le condizioni per la ripartenza. L'algoritmo sara' ispirato a un principio di equita' e buon senso. Se il campionato si dovesse fermare un`altra volta, non ritengo giusto cristallizzare la classifica senza tenere conto delle gare che restano da giocare", ha spiegato Gravina.

ALLARME INFORTUNI: SONO GIA' 9 IN SERIE A

Gli staff medici delle squadre di calcio avevano lanciato l'allarme. Alla ripresa degli allenamenti dopo un lungo periodo di inattività, il rischio infortuni sarebbe cresciuto a dismisura. E così è stato. Sono già nove, infatti, i giocatori fermi per problemi fisici, Da Ibrahimovic a Perotti, passando per Baselli e Lopez.

META' SQUADRE DI SERIE A NON PREVEDONO I RIMBORSI AGLI ABBONATI

Circa metà delle squadre di Serie A nno prevedono il rimborso per gli abbonati che non potranno rientrare negli stadi chiusi. Unica via d'uscita sono i voucher, mentre in caso di riapertura parziale potrebbero essere avvantaggiate le aree hospitality. Lo riferisce Il Corsport.

Le news di giornata

OZIL ROMPE CON LO SPONSOR TECNICO

L'Adidas ha deciso di scaricare Mesut Ozil. La crisi dovuta alla pandemia di coronavirus e la pessima reputazione che si è costruito negli ultimi mesi costeranno care al trequartista dell'Arsenal, che intascava 3,5 milioni all'anno dallo sponsor. Negli ultimi mesi, il tedesco si è fatto notare per il legame con il leader turco Erdogan, che è stato il suo testimone di nozze. Inoltre, a dicembre aveva criticato il mondo musulmano per le violazioni dei diritti umani nella regione cinese dello Xinjiang dove, secondo le ONG, un milione di musulmani sono detenuti nei campi di rieducazione. Accuse, queste, che gli erano costate anche la cancellazione dalla versione cinese del famoso videogioco PES, oltre alla cancellazione dell'amichevole tra Arsenal e Manchester United, che si sarebbe dovuta disputare proprio in Cina.

MESSICO: POSITIVO AL COVID UN GIOCATORE DEL PUMAS

Un calciatore del Pumas è risultato positivo al coronavirus. Il giocatore, precisa il club messicano, non presenta sintomi ed è attualmente in isolamento. Non è stato reso noto il nome del calciatore in questione. Il campionato messicano è fermo dal 16 marzo, col massimo torneo arrivato al 10° turno.

PORTOGALLO: RIPARTITO IL CAMPIONATO

Con la vittoria per 1-0 del Portimonense sul Gil Vicente e' ripartito ufficialmente il campionato portoghese con la Primeira Liga. La rete di Lucas permette ai padroni di casa di cogliere tre punti importanti in chiave salvezza. In campo, ora, c'e' il Porto primo in classifica impegnato sul campo del Famalicao. 

ACCORDO MLS-GIOCATORI: LA LEGA RIPARTE

I giocatori di Major League Soccer hanno approvato un nuovo accordo di contrattazione collettiva con la lega che consentirà al campionato di tornare quest’estate con un torneo in Florida.

La Major League Soccer Players Association (MLSPA) ha annunciato la ratifica del così detto CBA, affermando che “il voto di oggi finalizza anche un piano per riprendere la stagione 2020 e fornire ai giocatori la certezza per i mesi a venire”.

Il nuovo accordo - come riporta MLSSoccerItalia.com - avrà durata fino al 2025, mentre per quanto riguarda i dettagli del torneo in Florida sono ancora in fase di studio. Le 26 squadre e lo staff limitato della lega dovrebbero essere ospitati negli hotel con le partite giocate a porte chiuse a Orlando.

TORINO AL LAVORO: ANCHE CAIRO ALL'ALLENAMENTO

Anche il presidente del Torino Urbano Cairo ha assistito alla seduta di allenamento odierna: Belotti e compagni si sono sfidati in una partitella sotto gli occhi del patron del club di via Arcivescovado. La seduta di oggi si è tenuta allo stadio Olimpico Grande Torino, dove sabato 20 giugno i granata torneranno in campo per il recupero contro il Parma. Cristian Ansaldi ha seguito una tabella di lavoro personalizzata a causa di un affaticamento al polpaccio che lo staff medico valuterà di giorno in giorno. Per domani, il tecnico Moreno Longo ha fissato una sessione di allenamento mattutina.

BRESCIA, BALOTELLI HA SALTATO ANCHE LA SEDUTA POMERIDIANA

Niente allenamento al mattino, niente allenamento alla sera: Mario Balotelli ha dato "buca" ad entrambe le sedute di allenamento individuale che il Brescia aveva predisposto per lui anche oggi come quasi tutti i giorni. Nessuna comunicazione da parte del club, altrettanto da parte del giocatore che a quanto risulta non si e' giustificato per l'assenza sia delle 9 che delle 19: in entrambi i casi ad attenderlo vanamente c'erano preparatori atletici e fisioterapista. L'unico segnale che Mario ha dato di se', e' stato sotto un post di Sky Sport nel quale si raccontava della sua nuova "diserzione": "Ma anche voi adesso scrivete senza sapere? Sono esterrefatto" ha scritto il giocatore. La rottura tra lui e il Brescia e' inevitabilmente destinata a finire in tribunale: Balotelli non vuole trattare la rescissione e a questo punto se Cellino la vorra', non potra' che procedere per vie legali con gli avvocati delle parti che gia' da giorni sono al lavoro tra botta e risposta a suon di diffide e contestazioni.

SERIE B: OK AI 5 CAMBI E NUOVO CALENDARIO

Assemblea di Lega B in videoconferenza. Via libera, come richiesto dalla Federazione, alle cinque sostituzioni da distribuire in un massimo di tre momenti durante la gara e stilate inoltre le date del calendario per la ripartenza del campionato, prevista per il weekend del 21 giugno con il recupero della 6a di ritorno fra Ascoli e Cremonese fissato il 17 giugno. Tre i turni infrasettimanali, il 30 giugno, il 14 luglio e il 28 luglio, ultima giornata di regular season il primo agosto, inizio dei playoff il 4 agosto e finale di ritorno il 20. Playout, infine, il 7 e il 14 agosto. Previsti orari pre serali e serali, che saranno comunicati insieme alla programmazione gare delle prime giornate.

MILAN: NIENTE DI GRAVE PER DUARTE

Sospiro di sollievo per il Milan: l'infortunio riportato da Duarte non è grave, solo un sovraccarico senza lesioni evidenti quindi il recupero potrebbe richiedere non più di due settimane.

IL LIONE TORNA AD ALLENARSI

L'Olympique Lione riprendera' la preparazione lunedi' prossimo, 8 giugno, nel suo centro di allenamento. Mentre il suo presidente, Jean Michel Aulas, attende l'esito del suo ricorso per la ripresa della Ligue 1, la squadra avra' davanti circa due mesi di preparazione prima di tornare in ufficialmente in campo, prima nella finale di Coppa di Lega contro il Paris Saint-Germain e quindi nel ritorno degli ottavi di Champions League contro la Juventus. La nuova stagione di campionato dovrebbe cominciare il 23 agosto, mentre al momento il Lione e' escluso dalle coppe europee essendosi trovato al settimo posto al momento dello stop alla stagione 2019/20 decisa dal governo francese. Il 22 giugno comincera' ad allenarsi la squadra femminile, che ha in vista un quarto di finale di Champions League contro il Bayern Monaco.

TRABZONSPOR ESCLUSO PER 1 ANNO DALLE COMPETIZIONI UEFA

 Il Trabzonspor e' stato escluso per una stagione dalle competizioni calcistiche europee per aver infranto le regole del Fair play finanziario. La UEFA ha dichiarato che il club ha mancato gli obiettivi nei suoi ultimi conti richiesti da un precedente accordo per evitare sanzioni. Il Trabzonspor sarebbe andato direttamente alla fase a gironi della Champions League la prossima stagione e avrebbe guadagnato decine di milioni di euro (dollari) in premi, nel caso dovesse vincere la Super League 

ZAMPA: "TIFOSI ALLO STADIO? È POSSIBILE"

"Tornare allo stadio? È possibile che il CTS con il ministro Spadafora e col ministro Speranza, affronti il tema. I dati che arriveranno ci aiuteranno. In questo senso la mobilità a pieno è un fattore importante". Così Alessandra Zampa, sottosegretario al ministero della Salute, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. "Valuteremo come va la curva dei contagi, se la curva si abbassa possiamo immaginare che l'ultima parte della stagione, con un impegno delle società sportive, possa disputarsi con parziale riapertura degli stadi", ha aggiunto. Sulla possibilità di iniziare dalle città con curva più bassa, Zampa ha detto: "Bisognerà aspettare un po' di tempo. Saranno valutazioni che verranno fatte. L'orientamento è cercare di aprire con una visione del paese unica. Se continuiamo con questi dati, possiamo davvero pensare di ritornare ad una vita normale". Infine sulla possibilità di una revisione del protocollo, il sottosegretario ha concluso: "Non credo. Le squadre hanno i propri destini nelle mani. Servono comportamenti virtuosi. Grande rigore possano accompagnare comportamenti dei calciatori e staff tecnici".

PREMIER, SOLO UN POSITIVO NELL'ULTIMA SERIE DI TEST

La Premier League rende noto che una sola persona è risultata positiva al coronavirus dopo il quinto round di test su giocatori e staff delle squadre di calcio, in vista della ripartenza. La lega inglese non ha reso noto il nome della persona positiva. La Premier League tornerà in campo a partire dal 17 giugno, con partite a porte chiuse.

PREMIER, 33 GARE IN CHIARO

La Premier League si prepara alla ripartenza il prossimo 17 giugno, dopo lo stop imposto dall`emergenza coronacirus. Le sfide del massimo campionato inglese si terranno a porte chiuse, in diretta tv la maggior parte delle quali in chiaro. Secondo Marca, infatti, un terzo di questi incontri sarà trasmesso gratuitamente dalle emittenti che ne detengono i diritti. Delle 92 partite ancora da disputare, ben 33 saranno mandate in onda gratuitamente da Sky Sports, BBC e Amazon. In particolare, la piattaforma Prime Video di Amazon trasmetterà quattro partite in chiaro in UK, ma i tifosi non avranno bisogno di un abbonamento al servizio per seguire i match. Si riparte il 17 giugno con Aston Villa-Sheffield United e Manchester City-Arsenal saranno le prime due partite. Tra le partite in chiaro Sky Sports ha già annunciato che il derby del Merseyside tra il Liverpool e l`Everton di Carlo Ancelotti sarà visibile senza abbonamento.

BARI, 30 ANNI FA PRIMA GARA AL S. NICOLA

 "Trent'anni fa veniva inaugurata la casa di tutte le tifose e tutti i tifosi biancorossi. Buon compleanno stadio San Nicola! Ci vediamo presto": così il Bari, sul profilo Instagram, celebra i 30 anni dalla prima partita disputata nell'Astronave progettata dall'archistar Renzo Piano. L'impianto, costruito per i Mondiali di Italia 90, fu intitolato il 28 aprile 1990 al santo patrono della città, dopo un referendum popolare svoltosi in abbinamento alla Gazzetta del Mezzogiorno. La prima partita disputata nello stadio fu proprio il 3 giugno 1990: si giocò un incontro amichevole tra il Bari e il Milan neo-campione d'Europa. I biancorossi vinsero due a zero, con reti dei bomber Lorenzo Scarafoni e Paolo Monelli. Attualmente il Comune di Bari sta curando un ammodernamento della struttura con il rinnovo dei seggiolini delle tribune (nella parte est l'operazione è stata già completata).

STADIO FIORENTINA, NARDELLA: "IO STO CON COMMISSO"

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, nel corso di una conferenza stampa sul tema dello stadio a Palazzo Vecchio, ha mostrato uno striscione con scritto #iostoconRocco, ribadendo il rapporto di stima e collaborazione con il presidente della Fiorentina, dopo che in città erano comparsi striscioni di sostegno al patron viola. "Anche io - ha affermato - ho fatto il mio piccolo striscione 'Io sto con Rocco' perché il rispetto, la collaborazione, l'ammirazione verso Commisso, la sua famiglia, i suoi collaboratori, sono gli stessi del primo giorno. Anzi, sono ancora più grandi così come il mio desiderio di lavorare per il bene di Firenze e della Fiorentina".

LAZIO, SAGOME ALLO STADIO COME IN BUNDESLIGA

Compri una sagoma personalizzata con la tua foto da mettere all'Olimpico per le partite in casa della Lazio e aiuti la Croce Rossa Italiana. È l'iniziativa del club di Claudio Lotito e dei suoi tifosi, che parte da domani, 4 giugno, con il progetto denominato 'Tu non sarai mai sola'. Voluto fortemente dal presidente biancoceleste, prevede un'iniziativa a sostegno delle tante attività poste in essere dalla Cri, relative all'emergenza 'Fase 2' Covid-19, per le fasce di popolazioni più vulnerabili. Attraverso questo tipo di iniziative, sottolinea il club, la Lazio e i propri tifosi vogliono continuare ad essere un punto di riferimento per la diffusione dei valori sociali, culturali ed umani utilizzando il calcio, linguaggio universale comune a tutti i popoli, il più potente strumento di inclusione e solidarietà. Inviando una foto e con l'acquisto della propria sagoma, anche se non fisicamente sugli spalti, si potrà dare l'illusione in ogni match di essere, sempre e comunque, presenti per tutte le partite che si disputeranno a porte chiuse allo Stadio Olimpico di Roma. Alla riapertura dello Stadio al pubblico, poi, ogni tifoso troverà ad aspettarlo il proprio avatar che potrà ritirare autografato dal Capitano Senad Lulic. Una parte della quota dei proventi raccolti andrà alla Croce Rossa Italiana a sostegno del progetto 'Fase 2' Covid-19. Il presidente Claudio Lotito ha commentato così l'avvio del progetto: "So che risponderanno in moltissimi perché la famiglia Lazio non lascia mai solo nessuno. Voglio ringraziare la Cri, nella persona del suo presidente Francesco Rocca, il quale tanto si è prodigato e si prodiga tuttora nell'essere vicino alle realtà in difficoltà. La Lazio è orgogliosa di partecipare ed aiutare la Cri devolvendo una parte del ricavato della vendita delle sagome". Nella persona di Francesco Rocca, il ringraziamento da parte della Croce Rossa Italiana "per questa splendida iniziativa - le parole del presidente Cri - dal grande valore simbolico. È bellissimo immaginare un abbraccio virtuale negli stadi grazie alle sagome dei tifosi così come sapere che, ciascuna di esse, rappresenta un sostegno concreto ai nostri operatori che, ormai da mesi, stanno lottando in prima linea per combattere il maledetto virus. Da tifoso, poi, non posso che essere doppiamente entusiasta. L'iniziativa servirà anche a sostenere le tante attività della Croce Rossa Italiana".

LIONE CONTRO LO STOP LIGUE 1: DOMANI IL "MATCH DECISIVO"

"È l'ultima giornata della stagione". Così alcuni media francesi presentano il match giudiziario che si 'giocherà' davanti al Consiglio di Stato francese, al quale si sono rivolti Lione, Amiens e Tolosa contro la decisione di sospendere definitivamente il campionato. I tre club hanno ottenuto la procedura d'urgenza e si presenteranno davanti ai giudici alle ore 14 di domani, 4 giugno. A seguito della decisione delle autorità calcistiche, il Lione ha visto sfumare la possibilità di giocare in Europa, perché era settimo in classifica al momento dello stop, mentre Amiens e Tolosa, agli ultimi due posti, sono state retrocessi in Ligue 2. Le tre società hanno così deciso di far sentire la loro voce "in ogni sede giudiziaria" e, dopo che il tribunale Amministrativo di Parigi ha respinto il ricorso, l'ultima carta rimasta è quella del Consiglio di Stato. Intanto il presidente del Lione, rivale della Juve in Champions, Jean-Michel Aulas, continua a sostenere la necessità di riprendere il campionato, ma la partita decisiva si gioca domani.

GASPERINI: DALLA UEFA NESSUNA COMUNICAZIONE ALL'ATALANTA

L'Atalanta non ha ancora ricevuto nessuna comunicazione ufficiale da parte della Uefa sul reclamo che il Valencia vorrebbe fare per il caso Gasperini e non intende quindi commentare in alcun modo quelle che sono al momento considerate indiscrezioni di stampa.

ASSOAGENTI: "GIOCATORI IN SCADENZA POSSO NON GIOCARE"

Stabilite date e orari della ripresa, c'è ancora una minaccia sul calcio italiano: i calciatori in scadenza. "In questo momento un qualsiasi giocatore in scadenza al 30 giugno può dire arrivederci. La Federazione dovrebbe intervenire sul prolungamento dei contratti, ma finora solo parole. I giocatori come Callejon in teoria possono rifiutarsi di giocare oltre la scadenza del proprio contratto". Lo ha detto Beppe Galli, presidente Assoagenti.

BELOTTI DIFENDE GASPERINI

"In Spagna hanno perso la ragione. Gasperini ha detto che si sentiva strano, ma non aveva la febbre, e gli sono saltati addosso". Il deputato della Lega Daniele Belotti, noto tifoso dell'Atalanta, è sceso in campo con un post su Facebook per prendere le difese dell'allenatore Gian Piero Gasperini in merito alle sue rivelazioni nell'intervista di domenica alla Gazzetta Sportiva che hanno provocato le reazioni del Valencia, che ha chiesto l'intervento dell'Uefa, e della Comunitat Valenciana, che tramite il ministro della sanita' Ana Barcelo' ha riferito alla stampa di un "comportamento poco responsabile da chi sapeva di provenire da un'area a rischio". "Sta di fatto che di tutta la squadra e staff solo Sportiello è risultato positivo, mentre nel Valencia, già il 16 marzo risultava contagiato ben il 35% del gruppo, quindi 9/10 tra giocatori e tecnici - continua Belotti, eletto nel collegio delle Valli Bergamasche -. Una domanda: ma se è irresponsabile Gasperini perché aveva qualche strano sintomo, ma non la febbre, come si possono definire il ministro spagnolo della Sanità e le scandalizzate autorita' valenciane che, pur essendo imminente il rischio di epidemia, hanno consentito che centinaia di tifosi locali si radunassero all'esterno dello stadio (con la partita a porte chiuse) e solo tre giorni prima hanno autorizzato le Fallas, la tradizionale festa cittadina, con decine di migliaia di persone accalcate?".

BOLOGNA, VICINO L'ACCORDO SUGLI STIPENDI

Il Bologna si avvicina a un accordo sugli stipendi. Secondo La Gazzetta dello Sport, le trattative fra la dirigenza rossoblù e i giocatori di Mihajlovic vanno avanti, ma la fumata bianca è abbastanza prossima: si chiuderà probabilmente col pagamento di due mensilità su tre fra marzo, aprile e maggio.

LAZIO, STRAKOSHA ANCORA OUT

Terza seduta settimanale per la Lazio di Inzaghi. Via alle 10 a Formello, sul cui campo quasi tutto il gruppo ad accezione di Adekanye (affaticamento), Vavro (continua il percorso personalizzato dopo lo stiramento all'adduttore) e Strakosha, che ieri si era riaggregato ai compagni mentre oggi ha solo lavorato in palestra.

MILAN, IBRA IN ITALIA PER I CONTROLLI

Zlatan Ibrahimovic è atterrato attorno a mezzogiorno a Malpensa con un volo privato dopo aver trascorso una settimana in Svezia con la famiglia. L'attaccante del Milan, apprende l'ANSA, svolgerà l'esame di controllo al polpaccio infortunato "nelle prossime 48 ore" ma non oggi. Ibrahimovic, in pantaloncini corti e con il volto nascosto dalla mascherina e dagli occhiali da sole, ha evitato i cronisti per dirigersi a casa con una macchina messa a disposizione dal club.

GASPERINI, IL VALENCIA CHIEDE L'INTERVENTO DELLA UEFA

Il Valencia si è rivolta alla UEFA per il caso di Gianpiero Gasperini, il tecnico dell'Atalanta, che nel corso di una intervista alla Gazzetta dello Sport ha raccontato di essere stato positivo al coronavirus e di esserlo probabilmente in occasione della trasferta in terra spagnola per la partita di Champions League valida per gli ottavi di finale. Secondo quanto riferisce Marca, il club andaluso "si aspetta una reazione dalla UEFA e dalle autorità sanitarie italiane per rimproverare il comportamento da parte dell'allenatore dell'Atalanta". La consigliera per la sanità della Comunità Valenciana Ana Barceló ha definito "irresponsabile" il comportamento di Gasperini che "non avrebbe dovuto muoversi". La partita si era giocata a porte chiuse, con l'Atalanta che ha ottenuto una storica qualificazione ai quarti di finale.

PREMIER, SÌ ALLE AMICHEVOLI MA SENZA ARBITRI

La Premier League esaudisce la richiesta delle squadre concedendo loro il via libera per disputare alcune gare amichevoli in vista della ripresa della stagione, fissata per il 17 giugno. Ma a certe condizioni, alcune decisamente particolari: i club non potranno viaggiare per più di 90 minuti, i calciatori dovranno muoversi con le proprie auto (possibilmente già vestiti per giocare) e non saranno ammessi arbitri ufficiali.

CAGLIARI: OMAGGIO A GEORGE FLOYD

Anche il Cagliari in lutto per l'uccisione di George Floyd a Minneapolis che sta scatenando le rivolte negli Stati Uniti. Un'immagine completamente nera con la scritta "Blackout tuesday" è apparsa sui profili Facebook, Twitter e Instagram del club rossoblu. E anche molti giocatori della squadra hanno manifestato la loro solidarietà. 

ATALANTA: DECENNALE PERCASSI "TRAGUARDI INIMMAGINABILI"

"Siamo partiti dalla B per arrivare alla Champions, una cosa inimmaginabile, il non plus ultra. Abbiamo rilanciato l'azienda facendo un bel lavoro". Antonio Percassi celebra il decennale del secondo avvento alla presidenza dell'Atalanta (la prima volta era stata dal 1990 al febbraio 1994). "E' cambiato molto da quando siamo arrivati. La nostra è una famiglia di supertifosi atalantini: mio figlio Luca nella sua gestione ha creato un contesto di manager all'altezza della situazione arrivando a grandi risultati grazie al mister, a tutto lo staff tecnico e ai giocatori". Percassi non manca di sottolineare il suo leitmotiv stagionale: "Ho sempre detto che il primo obiettivo da raggiungere sarebbe stata la permanenza nella categoria e finora l'abbiamo sempre centrato". 

BRESCIA: NUOVA ASSENZA PER BALOTELLI

Nuova assenza, non concordata con il Brescia, per Mario Balotelli che non si è presentato alla seduta delle 9 a Torbole dove ieri sera si era regolarmente recato e dove era stato sottoposto a test atletici di controllo. L'assenza odierna andrò a questo punto ad aggiungersi al pacchetto di contestazioni già effettuate dal club al giocatore in risposta a una diffida di Mario che chiedeva il reintegro in gruppo. Balotelli non vuole la rescissione che il Brescia ha provato a proporgli e se il club la vuole a questo punto dovrà ricorrere al tribunale.