Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale Tempo reale
  • A
  • A
  • A

BONUCCI: "CON PIRLO IDEE NUOVE E PIU' AGGRESSIVI"

Dopo il tris rifilato alla Samp, Leonardo Bonucci ha parlato delle differenze tra la Juve di Sarri e qualla di Pirlo. "Abbiamo visto nuove idee, un nuovo modo di interpretare, tanto entusiasmo in possesso e non possesso - ha spiegato il difensore bianconero -. E' la grande differenza, la voglia di aggredire le partire e portare a casa il risultato. A vederla così e durante l'allenamento c'è più voglia di divertirci". "La fase difensiva? L'anno scorso difendevamo più di reparto, quest'anno ci concentriamo più sugli uno contro uno e risuciamo a essere più aggressivi", ha concluso.  "Pirlo assomiglia molto piu ad Allegri che a Sarri - ha concluso Bonucci -. Trasmette molta tranquillità, sa metterci in condizione di rendere al meglio. Ci toglieremo grandi soddisfazioni".

JUVE, GIOIA KULUSEVSKI: "SERATA FANTASTICA"

E' soddisfatto Dejan Kulusevski dopo il suo esordio ufficiale con la maglia della Juve con tanto di gol. "E' una serata fantastica, non è stato facilissimo ma abbiamo portato a casa tre punti e ho fatto gol - ha spiegato l'attaccante bianconero -. E' meglio averlo fatto alla prima partita così non ci penso più". "Mi aspetto tante cose da questa stagione perché ci divertiamo tanto in allenamento - ha aggiunto -. Oggi abbiamo fatto abbastanza bene, ma faremo ancora meglio". "Pilro è tranquillo, crede tanto nei giocatori e anche in me - ha continuato -. Mi lascia giocare tanto e mi dà tanta fiducia. E' più facile giocare così". Infine sul rapporto con CR7: "E' fantastico e sono fortunato ad averlo in squadra. Sul 2-0 voleva ancora di più".

SAMP, RANIERI: "MOLTO DELUSO, PAVIDI E PAUROSI"

E' amaro il commento di Ranieri dopo la sconfitta contro la Juve. "Sono molto deluso, non mi aspettavo una prova così opaca - ha spiegato il tecnico della Samp -. Siamo stati pavidi, paurosi". "Si perde ma giochiamo: i campioni della Juventus hanno giocato con fame, i miei no - ha aggiunto -. Lì impazzisco: non possiamo competere tecnicamente, ma come umiltà sì. Serve far di più, i tre gol presi sono anche pochi".

MESSI SALUTA VIDAL: "CI RIVEDREMO, SICURO"

Con un post social Lionel Messi ha salutato Arturo Vidal, prossimo giocatore dell'Inter: "Allo spogliatoio mancherà Arturo Vidal. Ti auguro il meglio nella nuova avventura, ci rivedremo di sicuro".

CROTONE, STROPPA: "INGENUI E IN RITARDO DI CONDIZIONE"

"Non mi sembra che la squadra, al di là dei singoli episodi, abbia avuto un approccio troppo morbido, abbiamo avuto subito un'occasione con Mazzotta dopo due minuti ma non siamo stati bravi a sfruttarla. Da lì, nonostante la partita in salita, abbiamo disputato buon primo tempo con diverse occasioni che non siamo riusciti a capitalizzare. Poi la squadra è pian piano calata fisicamente, come era preventivabile viste le condizioni della vigilia". E' il commento di Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone, dopo la sconfitta in casa del Genoa. "Probabilmente se a quel punto il risultato fosse stato un po' diverso sarebbe riuscita a sopperire mentalmente. Negli episodi dei gol dobbiamo senz'altro migliorare", ha proseguito il tecnico. "Sapevamo che qualità avevamo di fronte, ho parlato più volte di ritardo da parte nostra e lo confermo anche oggi. La squadra - ha sottolineato - non è stata in balia dell'avversario, è stata semplicemente ingenua dimostrando uno spessore diverso in qualche individualità rispetto al Genoa, che ha meritato comunque il risultato. Certamente dobbiamo migliorare in tutte e due le fasi". "La società - ha assicurato Stroppa - sa cosa fare, non è la partita di oggi che deve essere il campanello d'allarme per intervenire sul mercato. Aggiungo che oltre alla necessità di completare la rosa c'è una condizione fisica differente, non avendo potuto disputare amichevoli nel precampionato purtroppo la acquisiremo giocando".

BUNDESLIGA, TRIS DEL LIPSIA

Il Lipsia parte con il tris. La formazione di Nagelsmann batte il Mainz 3-1 nell'incontro valido per la prima giornata di Bundesliga. Padroni di casa avanti con il rigore di Forsberg (17') e la rete di Poulsen (21'). Nella ripresa il Mainz accorcia con Mateta (48') ma poco dopo, al 51', Haidara fissa il risultato sul 3-1 finale.

BAYERN, FLICK: "PERCHE' LA SUPERCOPPA UEFA A BUDAPEST?"

L'allenatore del Bayern Monaco, Hansi Flick, e' perplesso sull'opportunita' di andare, in questo momento, a Budapest dove la sua squadra deve giocare contro il Siviglia nella sfida per la Supercoppa europea. Il motivo sono i dati sui contagi del coronavirus, in aumento. Piu' morbido il presidente del club, Karl-Heinz Rummenigge, che comprende la scelta dell'Uefa "di fare un passo verso la normalita'". Venerdi' scorso il Bayern e' stato costretto a giocare a porte chiuse contro lo Schalke 04 a causa dell'innalzamento dei contagi in Baviera, mentre le autorita' tedesche hanno classificato l'Ungheria come "zona ad alto rischio". "In questa storia c'e' qualcosa che mi sfugge, e che non comprendo - ha detto Flick -, ma non siamo noi a dover prendere certe decisioni". Rummenigge invece, ha detto che "l'Uefa ha come obiettivo di fare un primo passo verso la normalita', in fondo lo posso capire". Ma riguardo a questa finale di Supercoppa, il problema non riguarda solo la salute e la sicurezza dei giocatori, ma anche quella del pubblico visto che per questa partita a Budapest e' stata autorizzata la presenza di ventimila spettatori, in uno stadio che ha una capienza di 67mila. "Non abbiamo alcun interesse che ci sia gente che torna a Monaco infettata dal coronavirus", ha commentato Rummenigge, che poi ha fatto un appello affinche' tutti i tifosi del Bayern facciano il tampone prima di mettersi in viaggio. "Per il momento sono in 2.100 coloro che vogliono venire al nostroi seguito", ha precisato. Secondo il Bayern i tifosi che passeranno meno di 48 ore in Ungheria, al ritorno non verranno messi in quarantena, come ora succede in Germania anche per coloro che tornano da altre zone a rischio. 

JUVE, PELLEGRINI NON CONVOCATO

L'allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha convocato 22 giocatori per la sfida di questa sera contro la Sampdoria all'Allianz Stadium, valida per la prima giornata di Serie A. Nell'elenco non e' presente Pellegrini, out gli infortunati de Ligt, Dybala, Alex Sandro, Khedira e Bernardeschi. Questi i convocati. Portieri: Szczesny, Pinsoglio, Buffon. Difensori: De Sciglio, Chiellini, Danilo, Cuadrado, Bonucci, Rugani, Demiral, Frabotta. Centrocampisti: Arthur, Ramsey, Mckennie, Rabiot, Bentancur, Portanova, Nicolussi Caviglia, Kulusevski. Attaccanti: Cristiano Ronaldo, Douglas Costa, Vrioni.

NAPOLI, INSIGNE: "OSIMHEN HA IMPRESSIONATO TUTTI, MI RICORDA CAVANI"

"Osimhen non ha impressionato solo me, ma tutto il gruppo. Quando attacca la profondità è devastante. Mi ricorda un po' Cavani per come attacca la profondità. Ci darà una mano perché porta qualcosa di diverso rispetto a me e Dries, poi con la sua velocità può essere importante". Il capitano del Napoli Lorenzo Insigne esalta il nuovo arrivato in casa azzurra. "Le 350 presenze azzurre? Sono contento soprattutto per la vittoria. Abbiamo fatto una grande gara, ma potevamo fare di più".

PARMA, LIVERANI: "BENE PER 25'. SERVONO 20-22 GIOCATORI DI QUALITA'"

"Quando si perde non si può essere felici ma pensavo che avremmo sofferto di più". Così il tecnico del Parma Fabio Liverani dopo la sconfitta interna contro il Napoli. "Ricordiamo che affrontavamo una squadra che lavora insieme da 13-14 mesi, i calciatori sono insieme da tanto e c'è un allenatore bravo e preparato - ha proseguito a Dazn - Ma la mia squadra mi è piaciuta molto nei primi 20-25 minuti, facendo quello che avevamo provato". E ancora: "Quest'anno con 5 sostituzioni la rosa va fatta di 20-22 calciatori di qualità, non con un 11-12 forti e i ricambi. La volontà nostra è quella di fare un mix tra giovani ed esperti. Vogliamo fare una squadra competitiva".

NAPOLI, MERTENS: "MIGLIORATI NELLA RIPRESA"

Dries Mertens, autore di uno dei due gol contro il Parma, ha parlato dopo la partita a DAZN: "Giocare alle 12.30 è difficile, faceva caldo. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, nel primo tempo tanti errori nell'ultimo passaggio. Gattuso voleva vincere la gara a tutti i costi, questa deve essere la mentalità".

LEICESTER, CASTAGNE: "GASPERINI NON PARLEREBBE CON NESSUNO"

Timothy Castagne in estate è passato dall'Atalanta al Leicester e punge, come qualche giorno fa, il suo ex allenatore Gasperini: "Volevo un tecnico con cui avere una relazione, fosse per Gasperini non parlerebbe con nessuno. Tatticamente ottimo ma dopo la partita mi chiedevo: come sono andato? Cosa ho fatto bene? Mi avrebbe aiutato se mi avesse parlato di più".

in 1.000 sugli spalti al 'Tardini' di Parma

Tutto regolare al 'Tardini' per l'accesso del pubblico allo stadio. A pochi minuti dal via del match tra il Parma e il Napoli molti dei mille fortunati che hanno ricevuto l'invito per seguire la partita erano arrivati allo stadio con largo anticipo per aiutare le procedure di accesso all'impianto. Una macchina già rodata la settimana scorsa quando, sempre al Tardini, furono altri mille a poter accedere allo stadio per seguire il test amichevole con l'Empoli. Identiche le procedure: biglietti on line, distanziamento sugli spalti, misurazione della temperatura all'accesso con diversi filtraggi per evitare ogni tipo di assembramento. Unica differenza dal match con l'Empoli è che oggi allo stadio sono presenti mille persone invitate dal club fra gli sponsor, impossibile visti i tempi ristretti attivare la vendita dei biglietti nel rispetto delle norme anti-Covid e di sicurezza. 

PARMA, KRAUSE: "OBIETTIVO SALVEZZA"

"Per questa stagione l'obiettivo e' salvarci, almeno per il momento. Pensiamo a crescere di anno in anno fino ad ottenere dei successi, sarebbe fantastico". Lo ha detto il nuovo presidente del Parma Kyle Krause prima del fischio d'inizio del match contro il Napoli. "Ora ci sono molti cambiamenti, un nuovo allenatore, un nuovo direttore sportivo, un nuovo presidente - ha sottolineato a Dazn - Pensiamo a creare un terreno fertile. Il debutto al Tardini? C'e' molta emozione, sono un po' nervoso, non vedo l'ora di iniziare a giocare oggi che comincia la stagione, sono molto eccitato".

ROMA, UNDER SALUTA: "HO AMATO SQUADRA, TIFOSI E CITTà"

Cengiz Under passa al Leicester e saluta su Twitter la Roma: "In questi tre anni ho amato la Roma, la città e le sue persone. Ringrazio a tutti i tifosi per l'amore che ho ricevuto, ora ho una sfida di fronte a me. Non vedo l'ora di portare la mia passione sul campo".

UEFA, CHRISTILLIN: "TIFOSI NEGLI STADI, SUPERCOPPA TEST"

Evelina Christillin, dirigente Uefa, ha parlato a Radio Bianconera sulla riapertura degli stadi al pubblico negli stadi: "Il 24 ci vedremo per la prima volta in un comitato esecutivo UEFA da marzo. Poi andremo a Budapest per la Supercoppa che ovviamente sarà una sorta di test. Poi ogni Paese sta adottando regole diverse, a livello europeo rispettiamo le decisioni dei vari governi".

FIORENTINA, COMMISSO: "OBIETTIVO LATO SINISTRO DELLA CLASSIFICA"

"Dobbiamo fare meglio dell'anno scorso e stare nel lato sinistro della classifica". Lo ha detto il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ai microfoni di Sky dopo il successo ottenuto all'esordio in campionato contro il Torino. "Credo che la squadra sia piu' forte, non c'e' bisogno di un centravanti, sono in cinque che possono segnare - ha proseguito - La squadra e' forte, mancavano Pezzella e Amrabat, che sono bravissimi. Sirigu ha fatto una grandissima partita, il risultato poteva essere piu' ampio di 1-0. Mi sono piaciuti Dunca, Biraghi e Milenkovic. La conferma di Iachini? Ha la mia fiducia, quando uno fa bene bisogna riconoscere il lavoro che ha fatto. Poi quest'anno deve fare meglio", ha concluso

FIORENTINA, CASTROVILLI: "MAGLIA NUMERO 10 UN ONORE"

Così Gaetano Castrovilli dopo il gol-vittoria contro il Torino: "E' un onore grandissimo vestire questa maglia pensando a chi mi ha preceduto. E sono felice del gol che dedico alla mia ragazza e per questa vittoria, non so dove potremo arrivare ma siamo una squadra forte".