Mercato

Il mercato ora per ora

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale
  • A
  • A
  • A

MILAN-CALHA, INCONTRO PER IL RINNOVO

In casa Milan vanno avanti le trattative per il rinnovo di Hakan Calhanoglu, il cui contratto scade a giugno. Come riporta Sky, ieri pomeriggio il turco si è presentato in sede, a Casa Milan, per incontrare Maldini e Massara senza il suo agente: non si sarebbe parlato di cifre, ma sembrerebbe che le parti abbiano trovato un'intesa, colmando la distanza di inizio trattativa. La firma di Calhanoglu, probabilmente ancora per 4 anni, sembra essere molto più vicina.

Le news di giornata

PARATICI CONFERMA PIRLO

Piena fiducia in casa Juve per Pirlo. Così Fabio Paratici l'ha ribadito: "Purtroppo agli occhi di chi non è di calcio conta sempre e solo vincere. Il risultato conta moltissimo ma per raggiungerlo si devono fare certe cose. Lavorare bene in generale. Anche stasera sarà una partita come le altre e cercheremo di giocarla al massimo. I cicli durano tre o quattro anni. Noi abbiamo cambiato e siamo sempre riusciti a vincere. Quest’anno abbiamo rinnovato, siamo molto coscienti di quello che abbiamo fatto e siamo convinti che questa linea darà i frutti sperati”.

BRUGES, AG. KOSSOUNOU: "INTER? SERIE A POSSIBILE DESTINAZIONE"

Di recente è stato accostato all'Inter (oltre che al Milan) Odilon Kossounou, ivoriano classe 2001, autore fin qui di una grande stagione con la maglia del Bruges. InterLive.it ha intervistato Patrick Mork, insieme a Marc Benson agenti del 19enne nativo di Abidjan: "La Serie A è una destinazione possibile. Per Odilon stiamo parlando con molti club, proprio dall’Italia abbiamo ricevuto diversi interessamenti sia l’estate scorsa che adesso. E’ un giocatore speciale, difficile paragonarlo a qualche difensore del passato o del presente. Per me è un difensore completo, molto veloce come ha dimostrato l’anno scorso in Champions League contro un certo Mbappe... Prezzo? Troppo basso quello fatto dai media (sui 20 milioni di euro, ndr). Ovviamente parliamo sempre di una cifra inferiore al suo valore".

BARCELLONA, LAPORTA: “SE NON VINCO IO MESSI VIA”

La campagna per la presidenza del Barcellona continua e nel dibattito organizzato dal Grupo Godó (Mundo Deportivo, La Vanguardia, RAC1 e 8TV), i tre candidati (Joan Laporta, Víctor Font e Toni Freixa) hanno spiegato i loro programmi in viste delle elezioni del 7 marzo. In particolare Joan Laporta ha toccato anche l’argomento Messi: "Può darsi che non possiamo competere a livello monetario, ma Messi non è guidato dal denaro. Vuole finire la sua carriera sportiva il più in alto possibile. Con Messi ho un rapporto di stima e rispetto. Sono sicuro che se un altro candidato vince, non continuerà".

JUVE, NEL MIRINO JESUS VAZQUEZ

La Juventus guarda già al futuro e segue da tempo con attenzione Jesus Vazquez, terzino sinistro classe 2003 che gioca nel filial del Valencia e non ha ancora debuttato in prima squadra. Lo riporta la radio spagnola Cadena Ser, sezione di Valencia, che spiega che il club bianconero notò Vazquez per la prima volta quando i ragazzi bianconeri sfidarono i pari età valenciani nella Youth League del 2018-19 e ora vorrebbe portarlo a Torino approfittando anche della crisi economica del club spagnolo, che in estate sarà costretto a vendere alcuni pezzi pregiati.

DINAMO TIRANA: MORIERO E MICCOLI SI DIMETTONO

È durata appena due mesi l'avventura in panchina di Francesco Moriero e del suo vice Fabrizio Miccoli alla guida della Dinamo Tirana. L'annuncio è arrivato dallo stesso ex centrocampista dell'Inter, che ha reso nota la separazione con un post pubblicato sul suo profilo Instagram: "Mister Moriero Francesco, Fabrizio Miccoli, Christian Parabita, in data odierna, rassegnano le proprie dimissioni dall’incarico rispettivamente di allenatore della prima squadra, allenatore in seconda e preparatore atletico. Il mister e tutto lo staff tecnico ringraziano i calciatori per l’entusiasmo dagli stessi dimostrato in questi pochi mesi. A loro auguriamo le migliori fortune in campo professionale ed umano. Un ringraziamento va anche ai cittadini e tifosi della Dinamo Tirana per l’accoglienza data in questa sia pure breve esperienza".