Mercato

Il mercato ora per ora

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale
  • A
  • A
  • A

palermo, arriva gomes dal mancity: "qui per aiutare"

"A Palermo mi sento come a casa, provo sensazioni positive, quella rosanero mi sembra una grande squadra. Il mio trasferimento e' stato molto veloce, mi ha convinto quello che mi avevano detto sul club e sulla citta'". Lo ha detto Claudio Gomes, centrocampista francese classe 2000 del Palermo arrivato a titolo definitivo dal Manchester City, a proposito del suo impatto con la sua nuova squadra. Il ventiduenne e' gia' stato paragonato a N'golo Kante' per caratteristiche; un paragone, quello con il centrocampista recupera palloni del Chelsea, che lo inorgoglisce. "Me lo dicono spesso per il modo di giocare - ha detto Gomes -, ma devo lavorare ancora tanto per arrivare ai suoi livelli. Cerco di dare un contributo alla squadra con le mie caratteristiche, con la mia corsa, per dare una mano sia in fase offensiva che difensiva". L'allenatore del Palermo, Eugenio Corini, ha elogiato Gomes. "Parole che mi fanno piacere - ha sottolineato il centrocampista - I rapporti con l'allenatore e la squadra sono buoni. Di Corini mi piacciono le sue idee di gioco. Questo per me e' un periodo di adattamento, ci sono un po' di difficolta' con la lingua ma mi aiutano gli altri parlando un po' in inglese. Cerco di capire l'italiano e adattarmi rapidamente". L'ex centrocampista del Palermo Enzo Maresca, oggi vice allenatore di Pep Guardiola al City, gli ha dato consigli sulla piazza. "Conosce bene citta' e squadra - ha detto Gomes - Mi sento davvero molto bene, sono stato accolto positivamente da tifosi, citta' e anche giornalisti: per ora va tutto bene e la citta', che ho girato con alcuni miei compagni, mi piace molto, cosi' come la spiaggia di Mondello". A chi gli ha chiesto a quale centrocampista si ispiri, Claudio Gomes ha risposto di aver guardato "soprattutto Fernandinho, Thiago Motta quando giocava nel Psg, Rodri e Gundogan. So bene che devo migliorare molto, soprattutto nella lettura delle fasi di gioco. Per questo serve la conoscenza reciproca dei compagni di reparto e di tutta la squadra. In questo senso i giorni trascorsi dalla squadra a Manchester sono stati fantastici".

pogba: "juve scelta di cuore"

Paul Pogba ha ribadito il motivo per cui ha scelto di tornare alla Juve. "A me piace pensare e dire che e' il mio cuore che ha fatto la scelta. Era anche forse il momento giusto per tornare qua. Gli ultimi tre anni a Manchester, condizionati anche dagli infortuni, non sono andati come volevo, non e' un mistero. Ho pensato che se a questo aggiungevamo il fatto che anche la Juve arriva da due anni in cui non ha vinto lo scudetto, era una bella sfida per entrambi. E forse era il momento giusto per ritrovarci e provare a riprenderci il posto che ci spetta, a me e alla Juve. E soprattutto per tornare a vincere", ha detto il centrocampista francese a GQ.

inter, via libera al rinnovo di Skriniar

Nonostante un bilancio da profondo rosso e la contestazione di una parte della tifoseria, Steven Zhang ha dato il suo via libera al prolungamento del contratto di Milan Skriniar. Il difensore slovacco continua a essere nelle mire del Psg, che sarebbe pronto a fare un nuovo assalto già a gennaio. Per questo la proprietà nerazzurra ha deciso di blindare il calciatore almeno per questa stagione, decidendo poi come comportarsi a giungo. Lo riferisce la Gazzetta.

Le news di giornata

Foggia: risoluzione consensuale con mister Boscaglia

"Il Calcio Foggia 1920 comunica che alle ore 21 di martedì 27 settembre è avvenuta la risoluzione consensuale del contratto che legava il tecnico della prima squadra Roberto Boscaglia con il club rossonero". Lo rende noto la società calcistica che "a mister Boscaglia augura le migliori fortune per il futuro". Ieri sera attorno alle 22,30, è stata segnalata l'esplosione di un petardo nei pressi dell'abitazione del tecnico. Stando a quanto si apprende, l'esplosione sarebbe avvenuta nel cortile condominiale e avrebbe provocato il danneggiamento di una finestra. Non ci sono stati feriti. Indagano i carabinieri. Al vaglio la presenza di telecamere nella zona.