Mercato

Il mercato ora per ora

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale
  • A
  • A
  • A

FIORENTINA, COMMISSO VUOLE BLINDARE VLAHOVIC

Le speranze di salvezza della Fiorentina sono soprattutto legate a Dusan Vlahovic, l'attaccante classe 2000 che ha gia' raggiunto quota 15 reti e non intende fermarsi. Su di lui s'e' accesa l'attenzione di molte big italiane e straniere considerando anche il contratto in scadenza nel 2023 e l'ingaggio contenuto, ma Commisso appena sara' possibile si siedera' ad un tavolo per cercare di blindare il giocatore con un accordo piu' lungo e ricco. Intanto oggi il club viola ha diffuso sui propri canali un video con lo stesso patron che al campo di allenamento parla e abbraccia proprio Vlahovic.

HIGUAIN: "DOPO IL RITIRO NON RIMARRO' NEL MONDO DEL CALCIO"

In una lunga intervista concessa a 'La Nacion', Gonzalo Higuain ha parlato anche del momento del suo ritiro. "Dopo il ritiro? Sicuramente non rimarrò nel mondo del calcio. Ho deciso - ha spiegato il bomber argentino -. Quando ho lasciato la nazionale ho iniziato a prepararmi per il futuro, e sapevo già che quel futuro non sarebbe stato nel calcio. La mia vita andrà dall'altra parte. Sarei un masochista se smettessi di giocare a calcio a causa di tutto quello che ho sofferto, a causa delle pressioni, e tornassi nell'ambiente calcistico. Mi piacerebbe studiare cucina e l'enologia".

SONDAGGIO DEL VALENCIA PER RANIERI

Sirene spagnole per Claudio Ranieri che è sempre più lontano dalla Sampdoria. Il tecnico, in scadenza di contratto, avrebbe già espresso il suo pensiero al club sulla decisione di non restare a Genova anche alla luce del ridimensionamento dell'ingaggio (ad oggi percepisce 1,8 milioni a stagione) e del fatto che vorrebbe rassicurazioni sul progetto tecnico. E così dalla Spagna, TodoFichajes.com svela di un interessamento da parte del Valencia nei confronti di Ranieri. E per lui sarebbe un ritorno visto che ha allenato il club già in due occasioni: prima dal 1997 al 1999 portando il Valencia in Champions League dopo il quarto posto nella Liga e successivamente nel 2004 quando vinse la Supercoppa Europea. 

NEYMAR: "IL PSG È LA MIA CASA"

Neymar ha definito il Psg "la sua casa" dopo la sconfitta per 1-0 contro il Bayern Monaco, che però non ha impedito ai francesi di accedere alla semifinale di Champions League. Il brasiliano sta attualmente negoziando il rinnovo del contratto. "Non penso che questo sia più nemmeno un argomento, al Psg mi sento molto a mio agio, a casa", ha detto l'attaccante a Tnt Sports Brazil a fine match. "Mi sento più felice di prima". Neymar ha anche chiarito sulla sua esultanza a fine gara di fronte a Kimmich: "Non era per provocarlo. Ho festeggiato con Paredes, era destino che anche Kimmich fosse lì davanti, aveva detto che la sua squadra era la migliore e che sarebbero passati loro".

AGUERO, SFIDA BARCELLONA-JUVE

Il Barcellona ha messo nel mirino Sergio Aguero. L'addio a fine stagione del 'Kun' al Manchester City ha scatenato l'interesse di alcune big europee e i blaugrana studiano la migliore strategia per battere la concorrenza. Il Barça, sottolinea 'Sport', deve però fare i conti con i limiti di budget: i giocatori dell'attuale rosa hanno adeguato lo stipendio già in estate e anche i nuovi acquisti dovranno accettare condizioni economiche ben precise. Aguero percepisce oltre 12 milioni di euro a stagione al City, cifra che il nuovo corso blaugrana non è in grado di garantirgli. Se il giocatore vorrà vestire il blaugrana, lo stipendio dovrà essere rivisto. Secondo il quotidiano sportivo spagnolo la società maggiormente interessato all'argentino e' la Juventus, che starebbe già lavorando all'addio a giugno di Cristiano Ronaldo e intende rinforzare l'attacco con un paio di giocatori. Aguero è una priorità dei bianconeri, che sarebbero in grado di pagargli un ingaggio alto grazie alle agevolazioni fiscali. Il Barça è informato dei movimenti, ma non cambierà la propria linea: se il Kun vuole giocare al Camp Nou, dovrà farsi avanti e accettare una riduzione dello stipendio. I catalani non hanno ancora presentato un'offerta definitiva: accettano un passo avanti del giocatore e sono convinti che arrivera', perche' la sua priorita' e' giocare nel campionato spagnolo e al fianco di Leo Messi.

FLICK SALUTA IL BAYERN PER LA GERMANIA

Flick sempre più lontano dal Bayern Monaco dopo l'eliminazione dalla Champions. Il tedeco ha dichiarato: "Ancora non ci ho pensato, come allenatore bisogna sempre riflettere su come raggiungere il maggior successo. La crescita è un processo continuo. Come allenatore e responsabile principale bisogna sempre riflettere ed è normale che ci pensi, che rifletta sul mio futuro. Vedremo se ci sarà una squadra che può crescere con me, devo fare questa valutazione". Secondo i media tedeschi Flick sarà il successore di Low sulla panchina della Germania.