Olimpiadi PyeongChang: Norvegia regina del medagliere

Ultima giornata: sorpasso alla Germania al fotofinish con la vittoria di Marit Bjoergen nella 30 km di fondo donne e il ko tedesco nella finale di hockey maschile

La vittoria di Marit Bjoergen nella mass start 30 km a tecnica classica del fondo femminile, ultima gara delle Olimpiadi invernali di PyeongChang, insieme alla quasi contemporanea sconfitta della Germania nella finale di hockey maschile, segna il decisivo sorpasso della Norvegia ai tedeschi nel medagliere finale. La Bjoergen con questo trionfo sale a otto ori in carriera, rinforzando il primato di atleta più medagliata di sempre ai Giochi Invernali.

BACH: "GRANDI OLIMPIADI, MESSAGGIO COREE OLTRE LO SPORT"

"I due casi di doping hanno pesato sulla decisione di confermare la sanzione alla Russia. Se poi saranno in linea con le richieste del Cio e non ci saranno altri casi allora potranno essere reintegrati". Thomas Bach spiega così, durante il bilancio di fine Giochi, la decisione del comitato esecutivo di non revocare il bando alla delegazione di Mosca che sfilerà alla chiusura ancora senza la bandiera ufficiale. E ancora: "Siamo felici di queste Olimpiadi, sono state un successo sul piano dell'organizzazione e dei risultati. Ma da qui è partito un messaggio importante che va oltre lo sport: la sfilata comune delle due Coree, il team misto di hockey, si è riaperto un dialogo attraverso lo sport. Ora tocca ai politici fare il resto".

BJOERGEN NELLA LEGGENDA: ORO NELLA 30 KM DI FONDO. NORVEGIA VINCE MEDAGLIERE

Marit Bjoergen sempre più nella leggenda. La norvegese trionfa anche nella 30 km di sci di fondo, conquistando la quindicesima medaglia Olimpica, ottava d'oro, e diventa l'atleta più medagliata nella storia dei Giochi olimpici invernali. Con questa medaglia la Norvegia vince il medagliere con 39 medaglie (14 ori, 14 argenti, 11 bronzi). Germania seconda con 31 medaglie (14, 10, 7).

LEDECKA: "CIOCCOLATA IL MIO DOPING"

Dice di non essere un modello "sono troppo matta", mangia tanta cioccolata "è il mio doping", ma il suo segreto è che sciare o stare sulla tavola "mi diverte troppo". Ester Ledecka saluta i Giochi di PyeongChang da vera regina, ma anche da anti star. "Tornavo al villaggio dopo la cerimonia delle medaglie - ha raccontato la campionessa - e una ragazza coreana in macchina ha messo una canzone di mio padre: è stato un momento davvero speciale". In questi quindici giorni i suoi follower sui social hanno avuto un'impennata: "Sono contenta che tanta gente mi segua, ma le persone più importanti sono nella mia squadra, senza di loro mai avrei potuto raggiungere questi obiettivi. Finché mi diverto tutto è molto speciale. Ho coronato il sogno di bambina".

HOCKEY: GOLDEN GOL ALLA GERMANIA, ORO ALLA RUSSIA

La squadra dei russi senza bandiera ha vinto la medaglia d'oro nel torneo di hockey battendo 4-3 la Germania all'overtime. In finale hanno segnato Vyacheslav Voinov, Nikita Gusev (2) e Kirill Kaprizov (golden gol) per i russi, Felix Schutz, Dominik Kahun e Jonas Muller per i tedeschi. Emozionante il terzo tempo con il vantaggio russo, la rimonta tedesca e il pareggio a 50 secondi dallo scadere. Bronzo al Canada che ha sconfitto 6-4 la Repubblica Ceca nella 'finalina'. Per la Russia si tratta del secondo oro in queste Olimpiadi invernali.

IVANKA TRUMP ALLA FINALE DEL BOB

In attesa della cerimonia di chiusura Ivanka Trump si concede le ultime gare per tifare il team Usa e assiste alla finale del bob a 4. La figlia del presidente americano ha visitato l'Olympic Sliding Center a PyeongChang per assistere a una delle ultime gare olimpiche in programma. Con la divisa del team a stelle e strisce e occhiali da sole, ha applaudito le squadre statunitensi, che però hanno chiuso molto distanti dal podio.

RODA: "PER LO SCI UOMINI FATTO DI TUTTO MA NON E' BASTATO"

"Abbiamo fatto di tutto e di più per la squadra maschile di sci. E' stato fatto un lavoro enorme e non abbiamo risparmiato su niente. Non ho rimpianti ma non siamo stati performanti come l'anno scorso, dopo quattro anni di grandi risultati in Corea non abbiamo concretizzato". Lo ha detto il presidente della Fisi, Flavio Roda, tracciando a Casa Italia un bilancio dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. "L'Olimpiade - ha aggiunto - ci lascia complessivamente abbastanza soddisfatti. Il merito e' degli atleti che sono riusciti a vincere delle medaglie. Abbiamo conquistato due ori che da alcune edizioni non si vincevano. L'obiettivo era di 6-10 medaglie. In discesa libera maschile la davo per certa. C'erano anche altre possibilita', dallo slittino al gigante parallelo di snowboard. Poi ci sono settori che non hanno funzionato come il salto sugli sci, lo sci di fondo femminile, lo skeleton, alcune specialità dello snowboard dove non abbiamo atleti, il bob".

BOB A 4: DOMINIO GERMANIA

Dominio della Germania nel bob a 4. L'equipaggio guidato da Francesco Friedrich ha vinto la medaglia d'oro precedendo il quartetto connazionale di Nico Walther. Argento ex aequo per la Corea del Sud. Con questo oro il team tedesco arriva a 14 ori.

CIO CONFERMA SOSPENSIONE RUSSIA: NIENTE BANDIERA ALLA CERIMONIA DI CHIUSURA

Il Cio ha mantenuto la sospensione del Comitato olimpico russo. Lo si apprende da una nota del Comitato olimpico internazionale. La delegazione russa, presente in Corea del Sud come team neutrale dell'Oar, dopo lo scandalo del doping di Stato, non potrà quindi sfilare con la propria bandiera durante la cerimonia di chiusura di questa sera. Il Cio aveva mostrato un'apertura in questo senso ma altri due atleti russi sono risultati positivi ai controlli anti-doping durante queste Olimpiadi.

CURLING DONNE: ORO ALLA SVEZIA

La Svezia ha vinto la medaglia d'oro nel torneo femminile di curling. Battuta 8-3 la Corea del Sud, a cui va la medaglia d'argento. Per la Svezia si tratta della settima medaglia d'oro in questa edizione dei Giochi.

TAGS:
Olimpiadi
Pyeongchang 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X