La Juve che verrà: da Madrid e Barcellona i campioni per un nuovo ciclo vincente

Nel mirino di Paratici e Nedved anche la meglio gioventù azzurra

di ENZO PALLADINI
La Juve che verrà: da Madrid e Barcellona i campioni per un nuovo ciclo vincente

Una Juventus ancora più forte (per l'Europa, se non altro), magari un po' più italiana e leggermente più giovane. Sembra scontato come piano di mercato, ma visto il cammino dei bianconeri in questi ultimi anni, rendere la squadra più competitiva è un compito che Nedved e Paratici dovranno affrontare in maniera molto seria, facendo leva sulle loro conoscenze. Il mercato della passata stagione, con l’arrivo di Cristiano Ronaldo, ha dimostrato che per una società in grande salute dal punto di vista del bilancio come quella bianconera nessun obiettivo è precluso.

Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Allegri ha detto che resterà, Agnelli lo ha confermato ma molto dipenderà dall'incontro tra i due a fine stagione, quell’incontro potrà sancire un patto per continuare sino a fine contratto, un prolungamento o un addio (ancora da non escludere). Se dovesse verificarsi la terza ipotesi, non ci sono al momento veri e propri candidati a raccogliere l'eredità del tecnico livornese. Si sono fatti diversi nomi (Deschamps per esempio) e negli ultimi giorni è tornato d'attualità quello dell'ex Conte. Tutto potrebbe, nel caso, succedere. Ma ora come ora sono le prime due ipotesi quelle più plausibili. Nel segno, dunque, della continuità.

TRA SOGNI E REALTA’

TRA SOGNI E REALTA’

Uno dei possibili sogni di mercato risiede attualmente a Barcellona ma ha tanta voglia di andarsene. Si chiama Philippe Coutinho e da qualche settimana la Juve lo sta sondando. Operazione complicata, sui 150 milioni di valore, ma percorribile se davvero il club blaugrana avesse voglia di prendere Dybala. Non potrebbe essere uno scambio alla pari ma l’insieme di due operazioni incrociate. Su Coutinho ci sono anche altri club, come il Paris Saint Germain e il Manchester United. Meno probabile al momento uno scambio con l’Inter, cioè Dybala per Icardi. Ma nonostante questo, l'uscita di Paulo resta quanto mai probabile e Maurito un obiettivo sensibile, anche a costo di un investimento pesante. Sull’onda di CR7 viene seguito con grande attenzione anche uno dei suoi potenziali eredi, Joao Felix del Benfica. Paratici e Nedved hanno parlato di lui con il procuratore Jorge Mendes, il Benfica per il momento non scende di un centesimo dalla clausola rescissoria di 120 milioni, ma si sa che con Mendes si possono aprire porte importanti. Sembra difficile la riapertura di una trattativa per Pogba, nonostante i tentativi di Mino Raiola. Il francese se non resterà al Manchester United potrebbe al massimo andare al Real Madrid. In un ruolo simile, la Juventus sta provando a prendere Tanguy Ndombelè del Lione ma sulla richiesta di 70 milioni sembra molto più deciso il Manchester City.

OBIETTIVI CONCRETI

OBIETTIVI CONCRETI

Un difensore importante arriverà, questo è certo. Non è stato ancora abbandonata del tutto la pista De Ligt, anche se il capitano dell’Ajax sembra giorno dopo giorno sempre più vicino al Barcellona. Ora il difensore numero uno dei desideri di Andrea Agnelli è Raphael Varane. Il francese ha già comunicato al Real Madrid che se ne vuole andare, il problema è la richiesta che è di 100 milioni. Lo cercano anche dall’Inghilterra e comunque la Juve si tiene anche un obiettivo di riserva che è il greco Kostas Manolas, che ha una clausola rescissoria di 40 milioni. Non è stata abbandonata la pista che porta a Marcelo (e che contestualmente potrebbe significare la cessione di Alex Sandro), anche perché Cristiano Ronaldo insiste per ricongiungersi con il vecchio amico. È stato spesso seguito negli ultimi tempi il tecnicissimo centrocampista Bruno Fernandes dello Sporting Lisbona, venticinquenne star del campionato portoghese dopo essere passato per Novara, Udinese e Sampdoria. Può diventare un obiettivo anche lui.

Sui giovani italiani, la Juventus sta lavorando da tempo. Il corteggiamento su Zaniolo ha avuto già qualche effetto, nel senso che il ragazzo-prodigio non ha ancora rinnovato il contratto con la Roma e non ha fatto un mistero del suo tifo giovanile per la Juve, che rende molto affascinante questa ipotesi, valutazione 60 milioni. Su Chiesa la situazione è leggermente più complicata, perché in questo caso – e siamo su una valutazione di 70 milioni – c’è seriamente anche l’Inter. Per il centrocampo non è mai stata abbandonata la pista di Lorenzo Pellegrini (anche qui lo scontro di mercato è con i nerazzurri), che si può liberare dalla Roma con 30 milioni.

GIA' PRESO ROMERO

GIA' PRESO ROMERO

Già preso Ramsey per il centrocampo, un colpo di mercato in difesa è già stato messo a segno ed è il difensore Romero del Genoa. Accordo trovato già nello scorso mese di gennaio e che porterà nelle casse di Preziosi 20 milioni. L’arrivo di Romero rientra in un piano di ristrutturazione della difesa, che prevede sicuramente la permanenza di Bonucci e Chiellini, con un’attenta valutazione di altre posizioni tipo Rugani che ha molti estimatori in giro. Barzagli chiuderà qui la carriera e Caceres dovrebbe essere lasciato libero.

FUTURO DA DECIDERE

FUTURO DA DECIDERE

Un sicuro partente è Douglas Costa, reduce da una stagione complicata e non solo per motivi fisici. La Juve conta di recuperare più o meno quello che ha speso per acquistarlo, cioè 46 milioni, puntando sul mercato inglese. Da capire bene anche cosa succederà con Pjanic: se davvero il Real Madrid dovesse offrire 80 milioni, Paratici potrebbe farci un pensiero. Khedira dopo il problema cardiaco e l'operazione al ginocchio potrebbe pensare di cimentarsi in un campionato meno stressante, magari quello statunitense. Altre posizioni da valutare bene sono quelle dei giocatori che necessiterebbero un maggior numero di minuti, come Perin, Spinazzola e ovviamente Kean, per il quale la priorità resta il rinnovo del contratto.

TAGS:
Juve
Scudetto
Mercato
Futuro
Allegri
Romero
Agnelli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X