Euro 2016, Italia tieniti stretta questa vittoria

Conte tira fuori l'orgoglio e si toglie già qualche sassolino

di PEPE FERRARIO, nostro inviato a Tolosa

Eder, Lapresse

Prendiamoci questa vittoria con la Svezia e teniamocela stretta. Dice molto più di quanto la fatica fatta per raggiungerla non lasci intendere. O forse, meglio ancora, è proprio nella fatica stessa, che è stata necessaria per portarla a casa, il suo reale valore. Siamo agli ottavi, innanzitutto: quanti l'avrebbero detto domenica scorsa alla vigilia dell'esordio col Belgio? Con 90' di anticipo per di più e con la prospettiva di chiudere al primo posto. La nota polemica di Conte a fine partita lascia allora intendere come, al di là delle frasi di circostanza, le critiche preventive e i dubbi e le perplessità collettive che avevano accompagnato lo sbarco degli azzurri in Francia avessero dato fastidio a lui e ai suoi prescelti. Bene, primo obiettivo centrato e primo sassolino tolto dalle scarpe. Un sussulto di orgoglio che non può che far bene a tutto il gruppo.

Teniamocela dunque stretta questa vittoria, anche perché una doppietta non arrivava da 16 anni, dall'Europeo svanito solo in finale con la Francia. Oggi abbiamo faticato, è vero, ma non abbiamo concesso nulla alla Svezia e soprattutto a Ibrahimovic, confermando l'inviolabilità della porta di Buffon. Abbiamo pagato un po' di stanchezza e appannamento, sugli esterni con Candreva e Florenzi sotto tono e in regia con un De Rossi che ha finito sulle gambe prima di essere sostituito con Thiago Motta, ma nonostante questo abbiamo avuto la forza di trovare il guizzo risolutivo nel finale. Tenacia, caparbietà e rabbia agonistica.

E poi, non ultimo, abbiamo rivisto al gol Eder, e che gol! L'interista, sempre difeso da Conte, ha ritrovato condizione fisica e convinzione e forse, oggi, anche un nuovo partner d'attacco: fuori Pellè, stanco e macchinoso, con Zaza l'intesa è stata subito buona. Insomma, mettiamo in cassaforte questo successo perché è molto prezioso. E il suo valore, soprattutto, risulterà ancora più chiaro cammino facendo.