SportMediaset

OkNotizie

Scherma, Tagliariol: "2013 il mio anno"

Lo spadista, che ha mancato la qualificazione alle Olimpiadi 2012 per infortunio, vuole rifarsi

Matteo Tagliariol. Foto Augusto Bizzi

"Voglio che il 2013 sia il mio anno". E' carico Matteo Matgliariol, spadista oro a Pechino 2008, che a Radio Manà Manà confessa di volersi rifare prontamente dopo un 2012 da incubo. "Ho conquistato l’oro individuale a Pechino 2008, e vincere a 25 anni è stata un’emozione grandissima. Avevo ripreso a vincere nel 2011 prima dello stop ai mondiali di Catania, volevo rifarmi nel 2012 ma sono stato fermo tutto l’anno. Ora però sto bene e sono pronto a rientrare", ha aggiunto il veneto.

Tagliariol ha sofferto di un noioso problema alla mano e anche il collega Paolo Pizzo è finito sotto i ferri. Non è un bel momento per gli azzurri. "Alla prima gara di gennaio dello scorso anno mi sono fatto male, i dottori mi avevano detto di fermarmi ma non avrei più avuto la certezza dell’Olimpiade di Londra. Ho voluto continuare ma come accade in questi casi ho solo peggiorato le cose e a marzo sono stato costretto a fermarmi. E’ dura lavorare quando hai degli stop così lunghi, bisogna sempre mantenersi ad un certo livello fisico e mentale, il tutto senza poter fare le gare. A volte pensi che ti alleni per niente ma per fortuna ho avuto tante persone che mi sono state vicine e mi hanno aiutato, il peggio è passato ed ora sono guarito al 98%", ha aggiunto.

Sul futuro della spada italiana, Matteo si vede ancora in grado di tornare protagonista: "Non penso di essere vecchio, sto ancora pensando alla mia carriera. Ci sono bravi ragazzi, devono farsi strada, quando sono entrato in nazionale ho scalzato i vari Milanoli e Rota dal loro posto, l’ho fatto con i risultati e non con la simpatia".

SportMediaset.it

Mappa del sito