Mondiali 2018: Inghilterra per gli ottavi, ultima spiaggia per Polonia e Colombia

Southgate centrerà l'obiettivo con i tre punti contro Panama, nel girone H è sfida spareggio, mentre Giappone e Senegal giocano per il primo posto

Mondiali 2018: Inghilterra per gli ottavi, ultima spiaggia per Polonia e Colombia

In campo le ultime tre gare della seconda giornata della fase a gironi dei Mondiali 2018. Per il girone G, alle ore 14 Inghilterra-Panama a Novgorod, con i britannici che cercano il pass per gli ottavi. Quindi toccherà al girone H, con la sfida al vertice alle ore 17 ad Ekaterinburg tra Giappone e Senegal e, alle 20, già una sorta di spareggio, a Kazan, per restare in corsa tra Polonia e Colombia.

INGHILTERRA-PANAMA

Dopo la sofferta vittoria al debutto contro la Tunisia, l’Inghilterra va a caccia del bis contro Panama. Il secondo successo consecutivo permetterebbe alla formazione di Southgate di essere già sicura del passaggio agli ottavi di finale, obiettivo fallito quattro anni fa quando la nazionale britannica fu eliminata al primo turno (un solo punto nel girone con Italia, Uruguay e Costa Rica). Inglesi che potrebbero poi giocarsi il primato nel girone G nell’ultimo match contro il Belgio, ma con i panamensi servirebbe una goleada d’altri tempi per poter giocare per due risultati su tre. Belgio infatti momentaneamente a +7 di differenza reti contro il +1 dell’Inghilterra. Panama ha retto l’urto con i Diavoli Rossi per 45 minuti, prima di essere travolto, contro la nazionale dei Tre Leoni sarà altrettanto dura. Anche se l’Inghilterra non ha precedenti sempre esaltanti contro le nazionali di Nord e Centro America al Mondiale: in cinque match totali, due vittorie, due pareggi e una sconfitta.

GIAPPONE-SENEGAL

Inattesa sfida in testa al gruppo H per Giappone e Senegal. Entrambe hanno vinto, da sfavorite, per 2-1 al debutto rispettivamente contro Colombia e Polonia. In palio, ora, tre punti pesantissimi che possono permettere di blindare il passaggio agli ottavi di finale. Per il Giappone, alla sesta partecipazione consecutiva ad un Mondiale, potrebbe essere il terzo passaggio del turno, dopo quelli del 2002 e del 2010. Il Senegal invece insegue il secondo superamento della prima fase su due partecipazioni, dopo che nel 2002 gli africani giunsero fino ai quarti di finale. Nessun precedente al Mondiale per il Senegal con squadre asiatiche, mentre il Giappone nei trascorsi con squadre africane ha all’attivo due vittorie (con la Tunisia nel 2002 e con il Camerun nel 2010) e una sconfitta (contro la Costa d’Avorio nel 2014).

POLONIA-COLOMBIA

Erano, in teoria, le principali candidate a superare il turno nel girone H, sono invece già spalle al muro dopo le sconfitte, inopinate, della prima giornata. Per Polonia e Colombia è un match da dentro o fuori, in attesa di giocarsi il passaggio agli ottavi di finale all’ultima giornata. Il pari non sancirebbe l’eliminazione per nessuna delle due, ma, di fatto, servirebbe a poco o nulla. La Polonia si è classificata due volte, nella sua storia, al terzo posto ai Mondiali (1974 e 1982), ma non supera il primo turno addirittura dal 1986, quando si fermò agli ottavi, battuta nettamente dal Brasile (4-0). La Colombia, in cinque partecipazioni, ha invece superato il primo turno due volte, con i quarti di finale del 2014 come miglior risultato di sempre. La Polonia sfiderà per la nona volta ad un Mondiale una squadra sudamericana, con un bilancio finora di tre vittorie e cinque sconfitte. Ancora peggiore il bilancio della Colombia con squadre europee nella rassegna iridata, con sole due vittorie (con la Svizzera nel 1994 e con la Grecia nel 2014) a fronte di un pareggio e ben cinque sconfitte in otto precedenti totali.

TAGS:
Mondiali 2018
Russia 2018
Mediaset
Inghilterra
Panama
Giappone
Senegal
Polonia
Colombia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X