PyeongChang, giornata senza medaglie per l'Italia

Delusioni nel fondo, nel biathlon e nel gigante di sci

Altra giornata senza medaglie per l'Italia. Gli azzurri del fondo hanno accarezzato il podio nella staffetta 4x10km, ma sono crollati nella terza frazione chiudendo settimi. Pellegrino amaro: "Sono molto deluso". Anche nella 15 km mass start di biathlon gli azzurri Windisch (17°) e Hofer (18°) non sono stati all'altezza delle aspettative. Stesso discorso nel gigante dominato da Hirscher: Moelgg solo 13°.

PATTINAGGIO VELOCITA': ORO ALLA GIAPPONESE KODAIRA, AZZURRE INDIETRO

Nao Kodaira ha vinto i 500 metri di pattinaggio di velocità. La giapponese ha fermato il crono sul 36"94 precedendo la coreana Sang-Hwa Lee di 39 centesimi e la ceca Karolina Erbanova di 40 centesimi. Indietro le due azzurre in finale: Yvonne Daldossi si è piazzata 26/a, Francesca Bettrone 29/a.

CURLING: ITALIA SCONFITTA

Ancora una sconfitta per l'Italia del curling ai Giochi olimpici di Pyeongchang. Gli azzurri, nella sesta partita del round robin, sono stati battuti dalla Gran Bretagna 7-6 all'extra end (2-0, 0-0, 0-1, 1-0, 0-0, 0-2, 2-0, 0-2, 1-0, 0-1, 1-0). Lunedì sfida con la Corea.

FREESTYLE: ORO ALL'UCRAINO ABRAMENKO

Oleksandr Abramenko è il nuovo campione olimpico dell'aerials maschile di freestyle. L'ucraino ha trionfato con il punteggio di 128.51 davanti al cinese Zongyang Jia (128.51) e al russo, sotto bandiera neutrale, Ilia Burov (122.17).

TRAMPOLINO: CADUTA PER BRESADOLA, IN DUBBIO PER PROVA A SQUADRE

Davide Bresadola è caduto nel corso della prima manche della gara dal trampolino HS140 di Alpensia, procurandosi una ferita lacero-contusa al gomito sinistro che e' stata suturata con 15 punti e una contusione alla regione glutea. Il trentino si è sottoposto a ulteriori accertamenti, al termine dei quali lo staff tecnico in accordo con lo staff sanitario e lo stesso atleta decideranno la sua eventuale partecipazione al prossimo appuntamento della specialità, fissato per lunedì 19 febbraio con la prova a squadre dal trampolino HS140 che vedrebbe al via anche Alex Insam, Sebastian Colloredo e Federico Cecon.

CURLING: DOPING, POSITIVO UN RUSSO

Un caso di positività al meldonio nella squadra dei russi senza bandiera ai Giochi di PyeongChang. Si tratterebbe del giocatore di curling, Aleksander Krushelnitckii, bronzo qui in Corea nel team misto: la notizia emerge dalla stampa russa (Sport-Express) confermata da fonti vicine al Cio. Domani, alle 13 locali, sono attese le controanalisi.

BIATHLON: FOURCADE ORO NELLA 15 KM MASS START

Il francese Martin Fourcade si conferma re del biathlon mondiale dopo aver vinto la seconda medaglia d'oro ai Giochi Olimpici di Pyeongchang. Il transalpino è arrivato primo nella 15 chilometri Mass start (due errori al tiro) superando allo sprint per pochi centimetri il tedesco Simon Schempp (un errore). Terzo il norvegese Emil Hegle Svendsen. Tra gli azzurri diciassettesimo Dominik Windisch e diciottesimo Lukas Hofer.

DISCESA: VONN GUIDA LA PRIMA PROVA, GOGGIA QUINTA

Lindsey Vonn ha fatto segnare il miglior tempo nella prima prova della discesa olimpica femminile di Jeongseon. La statunitense ha completato il percorso in 1'41"03 e precede l'austriaca Ramona Siebenhofer di 18 centesimi. Terza posizione per l'altra statunitense Alice McKennis a 53 centesimi. Quinta posizione per Sofia Goggia a 70 centesimi. La bergamasca su questa pista si impose in Coppa del mondo e dopo avere archiviato il supergigante, è focalizzata sulla gara di mercoledì. "La pista è bella e simile a quella dell'anno scorso - racconta - ci sono solo due punti dove cambia un pochino, mi sembra leggermente più lenta, è una neve da spingere a tutta e bisogna stare sul pezzo, sia nella prima traversa dove lo sci sbatte, che nella parte sotto, dove i dossi alleggeriscono tanto. Oggi ho sciato molto tranquilla, facendo le linee giuste ma senza spingere, anche dall'ultima porta al traguardo mi sono rialzata". Il resto della squadra azzurra vede Nadia Fanchini quattordicesima (con salto di porta), Johanna Schnarf diciannovesima, Federica Brignone ventiquattresima, Nicol Delago ventiseiesima (con salto di porta) e Marta Bassino trentottesima (con salto di porta). Queste ultime due hanno affrontato l'allenamento in vista della combinata prevista venerdì. Non ha preso il via Ester Ledecka, fresca vincitrice della medaglia d'oro nel supergigante di sabato. Domani è previsto il secondo allenamento ufficiale sempre alle ore 11 locali, le 3 in Italia.

GIGANTE: HIRSCHER D'ORO, MALE GLI AZZURRI

GIGANTE: HIRSCHER D'ORO, MALE GLI AZZURRI

Secondo oro in questi Giochi Olimpici per Marcel Hirscher. Il fuoriclasse austriaco dopo la combinata ha vinto anche il gigante maschile di PyeongChang con il tempo complessivo di 2'18"04 davanti al norvegese Henrik Kristoffersen (+1"27), autore di una splendida seconda manche che gli ha permesso di risalire dal decimo al secondo posto. Completa il podio il francese Alexis Pinturault, bronzo ad appena 4 centesimi da Kristoffersen Per quanto riguarda gli italiani il migliore è stato Manfred Moelgg, 13° a tre secondi da Hirscher, subito davanti a Florian Eisath (14°). Riccardo Tonetti, che aveva fatto segnare il quarto miglior parziale nella prima manche, è uscito di pista subito dopo il terzo intertempo quando aveva un crono che gli avrebe permesso probabilmente di piazzarsi ai piedi del podio, tra la quarta e la sesta posizione. Fuori anche Luca De Aliprandini, nella prima manche.

TONETTI: "GIORNATA DA RICORDARE"

"Sono contento della mia gara, mi sono detto di partire nella seconda manche esattamente come avevo fatto nella prima, non avevo mai vissuto questa situazione nemmmeno in Coppa del mondo, anche sei primi tre classificati erano di un altro pianeta. Spero che la gente a casa si sia divertita e magari emozionata nel vedermi scendere, ci ho messo tutto me stesso per raggiungere questo risultato". Non ha rimpianti Riccardo Tonetti, uscito nella parte finale della seconda manche del gigante maschile olimpico dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella prima. "Andiamo a casa nella gara di oggi senza medaglie, ma a livello personale è stata una giornata di ricordare per sempre - ha aggiunto - me la sono goduta". "Nella prima manche ho sciato proprio male sul muro, nella seconda manche ho rischiato molto di più e pur rischiando di uscire è andata meglio", è invece l'analisi di Manfred Moelgg, tredicesimo. "Sono deluso perché la prestazione non è stata pari alle attese, guardiamo avanti. Poteva andare un po' tutto diversamente in termini di squadra - ha aggiunto - ma Tonetti e De Aliprandini sono stati protagonisti". Si è piazzato subito dietro di lui Florian Eisath. "Era un tracciato che mi piaceva, ma bisognava adattarsi e non ci sono riuscito. Si poteva intuire cosa ci aspettava, ci eravamo allenati apposta per queste condizioni - ha ammesso - non sono riuscito a interpretare purtroppo come dovevo la pista. Oggi questo era il mio livello". È uscito nel corso della prima manche infine Luca De Aliprandini. "Ho preso una bella botta e mi fa abbastanza male, ma per fortuna dovrebbe essere solo una botta. È un peccato per la gara, bisogna provarci in questo tipo di gare. Vengo da un periodo un po' strano in cui ho alternato il mio miglior risultato in Coppa del mondo ad Adelboden e il mio peggior risultato a Garmisch - ha raccontato - Dopo Gramisch ho fatto un reset completo dei materiali e ho lavorato con l'azienda. Mi sentivo bene nella parte alta, mentre in quella centrale non pensavo di aver fatto così bene, quindi ho tirato perche' volevo fare una bella manche e purtroppo è andata così".

FONDO, 4X10 KM: ITALIA SOLO SETTIMA

FONDO, 4X10 KM: ITALIA SOLO SETTIMA

La Norvegia ha vinto la medaglia d'oro nella staffetta 4x10 maschile di sci di fondo alle Olimpiadi di PyeongChang. Nell'ultima e decisiva frazione Johannes Klaebo, al secondo oro in questi Giochi dopo quello nella sprint individiduale, ha fatto il vuoto staccando la Russia, che gareggia sotto bandiera olimpica, rappresentata da Denis Spitsov, argento a 9"4 dal norvegese. Bronzo alla Francia, giunta a 36"9 da Klaebo al traguardo. Il quartetto azzurro, composto da Maicol Rastelli, Francesco De Fabiani, Giandomenico Salvadori e Federico Pellegrino e per larghi tratti della gara in zona medaglie, ha chiuso alla fine al settimo posto con il tempo di 1.35:40.1, a oltre due minuti e mezzo dalla Norvegia.

PELLEGRINO: "SONO MOLTO DELUSO"

"Sono molto deluso da questa mia prestazione, la mia condizione fisica è più che buona ma mi è mancato qualcosa a livello muscolare. Spiace perché questa è una gara in cui credo molto". Così Federico Pellegrino, già medaglia di bronzo nella gara sprint, commenta il settimo posto ottenuto dalla squadra azzurra nella staffetta 4x10 di fondo ai Giochi olimpici di Pyeongchang. Dopo due frazioni condotte tra le prime, l'Italia ha ceduto nella seconda parte di gara, quella a tecnica libera. "Volevo molto di più da me stesso - ha aggiunto Pellegrino - adesso farò punto a capo e inizierò a pensare alla Team Sprint. Stasera faremo riunione e decideremo quale sarà la formazione migliore". Resta da chiarire la situazione di Dietmar Noeckler, ritiratosi nella 15 chilometri, che farà un nuovo test in pista: da definire se sarà lui il compagno di Pellegrino oppure se sarà Francesco De Fabiani.

SLOPESTYLE: BRAATEN D'ORO

Oystein Braaten ha vinto la medaglia d'oro nella specialità slopestyle di freestyle maschile alle Olimpiadi di PyeongChang, con il punteggio di 95. Argento allo statunitense Nick Goepper (93.60), bronzo al canadese Alex Beaulieu-Marchand (92.40).

BOB A 2: GERMANIA DAVANTI

Germania dominatrice al termine delle prime due manche di bob a 2 maschile ai Giochi Olimpici di PyeongChang. L'equipaggio composto da Nico Walther e Christian Poser è balzato al comando con il tempo di 1'38"49, precedendo quello canadese di 10 centesimi e un altro duo tedesco, Johannes Lochner e Christopher Weber, di 19 centesimi. Domani sono in programma la terza e la quarta manche che assegneranno le medaglie.

TAGS:
Olimpiadi
Pyeongchang 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X