PyeongChang, i risultati di giornata: delusione nel SuperG

La Shiffrin abdica: quarta nello slalom. Azzurri del curling sconfitti

La giornata che ha consacrato Michela Moioli campionessa olimpica nello snowboard cross porta alla spedizione azzurra solo delusioni. L'Italia del curling è stata sconfitta dalla Danimarca: complicata ora la corsa alla semifinale. Male gli azzurri dello sci: Paris settimo nel SuperG vinto da Matthias Mayer, Costazza lontana dalle big nello slalom in cui la Hansdotter ha conquistato l'oro, con la Shiffrin giù dal podio. Magnifico lo svizzero Dario Cologna, oro nella 15 km di fondo, al suo quarto titolo olimpico.

PATTINAGGIO VELOCITÀ DONNE: ORO VISSER

Esmee Visser ha vinto la medaglia d'oro nei 5000 metri nel pattinaggio di velocità. L'olandese ha chiuso con il tempo di 6:50.23 precedendo la ceca Martina Sablikova, argento in 6:51.58. Sul podio anche Natalia Voronina, in gara coma atleta olimpica russa, terza in 6:53.98.

SCI ACROBATICO DONNE, ORO ALLA BIELORUSSA HUSKOVA

SCI ACROBATICO DONNE, ORO ALLA BIELORUSSA HUSKOVA

Primo oro per la Bielorussia: arriva nello sci acrobatico con Hanna Huskova (96.14). Ha preceduto le cinesi Zhang Xin (95.52), argento, e Kong Fanyu (70.14).

FRATTURA ALLA VERTEBRA CEREBRALE PER MARKUS SCHAIRER

È finita male la gara dell'austriaco Markus Schairer nei quarti di finale dello snowboard cross maschile. È caduto durante la prova, mentre si trovava al quarto posto, ed è rimasto steso sulla neve dopo aver battuto la testa. Portato in ospedale, è stato sottoposto agli esami del caso e gli è stata diagnosticata la frattura della quinta vertebra cervicale. Con una nota il comitato olimpico austriaco fa sapere che l'atleta verrà fatto rientrare in patria, "nel modo piu' rapido possibile e con assistenza medica" e che comunque "non avendo riportato danni cerebrali", non corre pericolo di vita. Il trentenne Schairer si è infortunato mentre era al penultimo salto della sua gara.

TUMOLERO: "BRONZO DEDICATO A ROANA"

TUMOLERO: "BRONZO DEDICATO A ROANA"

"Ho i brividi a rivedere le immagini della gara. Penso di dover ancora realizzare quello che è successo". Così Nicola Tumolero, bronzo nei 10.000 metri di pattinaggio di velocità, commenta la sua vittoria di giovedì a Casa Italia per festeggiare la medaglia. "Dedico la medaglia a mia nonna, la mia prima tifosa, e ai miei compaesani di Roana" ha detto. "Sembra incredibile che in un paesino con 800 abitanti sia riuscito a conquistare medaglie olimpiche in due tempi", ha precisato facendo riferimento a Enrico Fabris, ex pattinatore di velocità oro a Torino e ora suo allenatore.

INNERHOFER: "BILANCIO NEGATIVO, HO PROVATO DI TUTTO"

INNERHOFER: "BILANCIO NEGATIVO, HO PROVATO DI TUTTO"

"Il bilancio e' negativo. Uno spera sempre di risalire sul podio, di essere competitivo. Guardando ai risultati forse non sono bravo abbastanza per essere fra i migliori. Oggi ho provato di tutto". E' questa l'analisi di Christof Innerhofer al termine del supergigante olimpico di PyeongChang conclusosi con un 16° posto. "Metto sempre i bastoni fuori dal cancelletto con determinazione ma sono un po' di gare che non riesco ad essere fra i migliori e mi riempio di dubbi. Ripenso a tutti gli allenamenti che ho fatto. Raramente sono stato cosi' bene fisicamente, ma facevo migliori risultati quando non riuscivo a camminare - ha ammesso - Mi e' capitato anche in passato di attraversare periodi cosi': ad esempione nel 2010-2011. Devo continuare a crederci, a prendere il positivo delle cose. Ma ho molta passione per questo sport e ho voglia di andare avanti".

PARIS: "MI ASPETTAVO DI PIU'"

"Mi aspettavo meglio da questa Olimpiade, non sono soddisfatto solo con il quarto posto della discesa. Con quello non mi compro nemmeno un caffe'". E' arrabbiato Dominik Paris nel commentare la propria avventura olimpica a PyeongChang dopo il settimo posto odierno nel supergigante. "Sono venuto qui per fare delle medaglie e non per fare un'esperienza - ha aggiunto l'azzurro - Non si puo' sbagliare su questa pista, nella discesa ho sbagliato, oggi dovro' analizzare meglio ma comunque non sono davanti".

FILL: "LA MIA OLIMPIADE NON E' ANDATA COME SPERAVO"

"Sono partito deciso, ho commesso un errore e poi volevo recuperare e sono uscito. Pensavo di avere l'esperienza sufficiente per gestire il pettorale numero 1, invece non e' stato cosi'. I miei Giochi purtroppo sono finiti qui". E' questa l'analisi di Peter Fill al termine della sua avventura olimpica. L'azzurro e' uscito nel corso del supergigante. "Non sono andati come speravo, ma sono contento perche' ho affrontato le mie gare con voglia e grinta, cercando di giustificare al meglio possibile il motivo per cui sono arrivato alle Olimpiadi - ha concluso - Non e' stato sufficiente, ma non si finisce mai di imparare".

LO SVIZZERO COLOGNA DOMINA LA 15 KM DI FONDO

LO SVIZZERO COLOGNA DOMINA LA 15 KM DI FONDO

Lo svizzero Dario Cologna ha vinto la 15 chilometri di fondo a tecnica libera ai Giochi olimpici di Pyeongchang. Per lui si tratta del quarto oro olimpico. Sul traguardo ha preceduto di 18 secondi il norvegese Simen Krueger e di 23 secondi il russo senza bandiera Denis Spitsov. Primo italiano è stato Mirco Bertolina che ha chiuso la gara al 44/o posto.

MALAGO': "MICHELA HA DOMINATO CON GRANDE AUTOREVOLEZZA"

"Ha dominato con padronanza e autorevolezza. E' partita bene, poi dopo due curve ha preso la testa e non l'ha più mollata. E' una bellissima storia, dopo l'incidente che ha avuto da giovanissima nella finale di Sochi. E' una vittoria della tenacia, e in prospettiva è una garanzia per il futuro. Sono molto felice". Lo ha detto il presidente del COni Giovanni Malagò a proposito della medaglia d'oro vinta da Michela Moioli nello snowbordcross alle Olimpiadi invernali in corso a PyeongChang. "Si sapeva che le donne avevano più chance - ha aggiunto Malagò - e credo che anche per il prosieguo sarà così. In ogni caso le medaglie sono spesso imprevedibili, atleti strafavoriti hanno buttato via in un solo momento non solo l'Oro, ma anche la medaglia proprio, in modo incredibile".

"UNA COME MICHELA NASCE OGNI 20 ANNI"

"Michela è il frutto del lavoro dei nostri snowboard club ed è grazie a questo lavoro che abbiamo creato un bel gruppo. Ma una come Michela nasce ogni 20 anni. Ha una determinazione incredibile, oggi ha fatto la storia di questo sport, a tutti i livelli". Cesare Pisoni, direttore sportivo della nazionale di snowboard, elogia Michela Moioli dopo il titolo olimpico conquistato nella finale di snowboard cross. "È il primo oro e la prima medaglia nel cross. È da 4 anni, da quando ha avuto quell'infortunio, che lavora per questo obiettivo - ha raccontato - Ha fatto un sacco di sacrifici e questi sono i risultati. Ha dimostrato di essere la piu' forte, è stata solida su una pista che non era la nostra pista. Michela e' l'esempio di come intendiamo lo snowboard, che non e' uno sport da acrobati o scavezzacollo ma di atleti veri e lei e' un'atleta a 360 gradi, con livelli di forza paragonabili a quelli di qualsiasi altro sport alpino".

SNOWBOARD CROSS, ORO ALLA NOSTRA MOIOLI

SNOWBOARD CROSS, ORO ALLA NOSTRA MOIOLI

Una serie impressionante e una grandissima finale nello snowboardcross femminile: Michela Moioli e' la seconda medaglia d'oro per l'Italia alle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Un successo netto, davanti alla francese Julia Pereira de Sousa Mabileau e alla ceca Eva Samkova. Dopo una partenza molto equilibrata, nella parte centrale del percorso Michela Moioli ha preso in mano la gara, prima inseguendo e poi, nonostante un piccolo problema, andando al comando, per non lasciarlo piu' e portare a casa un Oro che, anche alla luce dei turni precedenti, appare la naturale conseguenza di quanto fatto vedere sulla pista del concorso olimpico. Nata ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, nel 1995, Michela Moioli aveva partecipato anche ai Giochi invernali di Sochi 2014, ma nella finale, quando lottava per una medaglia, era caduta procurandosi la rottura del legamento crociato e finendo al sesto posto. Quattro anni dopo la vittoria, forse, la ripaga anche di quella drammatica delusione. Affiliata alla squadra dell'Esercito, da anni e' tra le dominatrici della specialita' in Coppa del Mondo. Alla cerimonia del dopo gara, che precede la premiazione vera e propria che viene celebrata nella Medal Plaza, Michela ha festeggiato tra le lacrime. Con ll successo della Moioli la spedizione olimpica azzurra conquista la sesta medaglia: due Ori, un Argento e tre Bronzi. Red

SNOWBOARD, MOIOLI: "VOLEVO SOLO L'ORO"

"Le donne sono le donne, abbiamo una marcia in piu'. Aver visto vincere Arianna (Fontana ndr) mi ha dato la carica e mi sono detta: 'Non voglio argento o bronzo, io sono qui per l'oro". Michela Moioli sorride e si commuove insieme parlando dello storico oro nello snowboardcross conquistato al Phoenix snow park ai Giochi di PyeongChang. L'azzurra che si allena con Sofia Goggia dice di non "aver vinto per caso e l'obiettivo ora e' ripetersi e vincere la coppa del mondo".

CURLING, ITALIA SCONFITTA DALLA DANIMARCA

Si interrompe, dopo due vittorie consecutive, la striscia positiva dell'Italia del curling alle Olimpiadi invernali di PyeongChang: gli azzurri sono stati sconfitti, nella quarta partita del round robin, dalla Danimarca per 6-4. Gli scandinavi hanno piazzato 4 punti nei primi tre end e poi hanno contenuto il tentativo di rimonta della nostra squadra, arrivata fino al 3-4, ma poi definitivamente fermata da altri due punti danesi nel nono end. Per la Danimarca e' la prima vittoria nel torneo, mentre gli azzurri hanno finora un bilancio di due vittorie (con Svizzera e USA) e altrettante sconfitte (con Canada e, appunto, Danimarca).

SKELETON, ORO AL COREANO YUN

SKELETON, ORO AL COREANO YUN

Il sucoreano Sungbin Yun ha vinto la medaglia d'oro nello skeleton maschile ai Giochi Olimpici di PyeongChang. L'atleta di casa ha dominato chiudendo con il tempo di 3'20"55, davanti al russo Nikita Tregubov, argento a 1"63, e al britannico Dom Parson, bronzo a 1"65.

SLALOM F, COSTAZZA: "RISULTATO MEDIOCRE"

"Il mio e' un risultato mediocre. Oggi si poteva fare bene, ci ho creduto fino alla fine. Ma ho sbagliato ancora tanto". Chiara Costazza non nasconde la delusione dopo il nono posto nello slalom speciale dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. "Alla fine qui contano solo le medaglie - aggiunge - e io ci ho provato. Non avevo niente da perdere. Ero abbastanza contenta della prima manche (settimo posto a 94 centesimi dalla prima, ndr), poi nella seconda sono partita tranquilla ma ho commesso troppi errori. Ho dato il cuore per questa gara, mi porto a casa il nono posto, lo sport e' cosi'". Futuro? "E' preoccupante che siamo ancora noi tre, seppur arrancando, che portiamo avanti i colori azzurri, non c'e' un ricambio generazionale".

SLALOM F: HANSDOTTER D'ORO, COSTAZZA NONA

La svedese Frida Hansdotter ha vinto lo slalom speciale dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. Argento alla svizzera Wendy Holdener e bronzo all'austriaca Katharina Gallhuber. Tra le azzurre, Chiara Costazza ha chiuso al nono posto e Irene Curtoni al decimo. Solo quarta la statunitense Mikaela Shiffrin sulla pista dello Yongpyong alpine centre.

SUPERG: ORO A MAYER, SETTIMO PARIS

SUPERG: ORO A MAYER, SETTIMO PARIS

Ancora una gara senza soddisfazione per gli azzurri dello sci alpino maschile che hanno chiuso il super G lontani dal podio. La medaglia d'oro è andata all'austriaco Matthias Mayer, atleta che nei grandi appuntamenti dà il meglio di sé (aveva vinto l'oro olimpico nella discesa di Sochi), quella d'argento allo svizzero Beat Feuz (+0.13) e infine il bronzo  è stato norvegese, con Kjetil Jansrud (+0.18). Feuz e Jansrud si sono invertiti la posizione rispetto alla discesa, mentre Svindal si è piazzato quinto. Primo degli italiani, come già nella libera, Dominik Paris, che ha chiuso settimo (+0.74), mentre Christof Innerhofer non è andato oltre il 16esimo posto, con Matteo Marsaglia ventesimo. Molta delusione per Peter Fill, che partiva con il pettorale numero 1, e che non è riuscito a completare la prova.

TAGS:
Olimpiadi
Pyeongchang 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X