Superbike: Marco Melandri al top nelle libere di Portimao

Al mattino il ravennate firma il miglior tempo di giornata, ma Sykes si prende il turno pomeridiano e si porta in seconda piazza nella combinata. Difficoltà tecniche rallentano Giugliano

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Marco Melandri (Aprilia) si conferma il più veloce sulla pista di Portimao, girando in 1:43.880 (FP1). In scia si piazza Sykes (Kawasaki), autore della miglior prestazione in FP2, marcato stretto da Rea (Honda), Laverty (Suzuki) e Davies (Ducati). Non brilla Guintoli, 6° davanti a Lowes (Suzuki) e Haslam (Honda). Al 9° posto Baz (Kawasaki) tiene dietro Giugliano (Ducati, +0.982), che però non aveva girato nel primo turno per problemi elettrici. 

I piloti hanno dovuto rivedere i set-up delle moto a causa dell'innalzamento delle temperature, riuscendo però nel finale ad avvicinarsi, e nella maggior parte dei casi a migliorare, i tempi fatti segnare in mattinata. Al termine di una bella battaglia per la prima posizione nelle fasi conclusive, Marco Melandri (Aprilia Racing Team) ha mantenuto il comando della classifica combinata di giornata, grazie al tempo di 1:43.880 fatto segnare nella prima sessione. Il ravennate ha comunque mostrato un ottimo passo anche nel secondo turno, rifinendo la messa a punto della sua RSV4 in ottica gara.

Il Campione del Mondo Superbike in carica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e il nordirlandese Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) hanno invece ridotto il distacco dalla vetta, chiudendo al secondo e terzo posto della combinata, davanti a tutti nelle libere 2. Quarta posizione invece per Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki), in gran forma in questo venerdì di Portimao dopo le difficili performance degli ultimi round. Completa la top ten Davide Giugliano (Ducati Superbike Team), decisamente più attivo in pista nel pomeriggio dopo i problemi tecnici (elettici-elettronici) delle libere 1.

Prestazione da incorniciare per Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia Superbike Team) undicesimo assoluto e primo dei piloti EVO. Il francese, tornato in pista nello scorso round di Misano (dopo un grave incidente. ndr), ha chiuso con ben nove decimi di vantaggio sul primo degli inseguitori della categoria, Sheridan Morais (Iron Brain Grillini Kawasaki), 13°, e ben mezzo secondo sul Toni Elias (Red Devils Roma Aprilia), quest'ultimo in sella alla RSV4 SBK. Buona la prestazione di Corti (MV Agusta), 14° davanti a Badovini (Bimota EVO).

Weekend invece subito concluso per il rientrante Luca Scassa (Team Pedercini Kawasaki EVO), costretto al forfait a causa del forte dolore provato in sella, specialmente nei cambi di direzione. Infine caduta senza conseguenze per Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati – EVO) alla curva 5.

LA CLASSIFICA COMBINATA DELLE LIBERE

1. Melandri (Aprilia) 1'43.880 media 159.137 km/h; 2. Sykes (Kawasaki) 1'43.927; 3. Rea (Honda) 1'43.939; 4. Laverty (Suzuki) 1'44.147; 5. Davies (Ducati) 1'44.273; 6. Guintoli (Aprilia) 1'44.304; 7. Lowes (Suzuki) 1'44.374; 8. Haslam (Honda) 1'44.511; 9. Baz (Kawasaki) 1'44.629; 10. Giugliano (Ducati) 1'44.862; 11. Barrier (BMW) 1'44.960; 12. Elias (Aprilia) 1'45.466; 13. Morais (Kawasaki) 1'45.801; 14. Corti (MV Agusta) 1'45.847; 15. Badovini (Bimota) 1'45.919; 16. Iddon (Bimota) 1'45.927; 17. Salom (Kawasaki) 1'45.930; 18. Canepa (Ducati) 1'46.025; 19. Foret (Kawasaki) 1'46.557; 20. Guarnoni (Kawasaki) 1'46.588; 21. Andreozzi (Kawasaki) 1'46.712; 22. Russo (Kawasaki) 1'46.718; 23. Staring (Kawasaki) 1'47.596; 24. Rizmayer (BMW) 1'48.588; 25. Sebestyen (BMW) 1'50.324; NC. Yates (EBR) 1'51.414; NC. May (EBR) 1'51.881; EX. Scassa (Kawasaki) 1'49.223.

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

SBK: chi firmerà la Superpole di Portimao?

TAGS:
Prove libere
Portimao
Portogallo
SBK
Superbike
Melandri
Guintoli
Sykes
Aprilia
Ducati
Kawasaki
Giugliano
Pista

I VOSTRI COMMENTI

cacciabombardiere84 - 05/07/14

Spero che vince Melandri, ma per il titolo la vedo dura... Sykes è in netto vantaggio nel punteggio

segnala un abuso