Volley, Mondiale per club: Trento k.o., sorriso Upcn San Juan

Nella seconda giornata della fase a gironi la Diatec perde al tie-break contro la formazione argentina: venerdì si gioca il passaggio in semifinale

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

foto trentinovolley.it

Cade la Diatec Trentino Volley nella seconda giornata della fase a gironi del Mondiale per club. I campioni in carica escono sconfitti al tie-break contro gli argentini dell'Upcn San Juan (22-25, 25-23, 25-22, 16-25, 15-13), perdendo così la testa del gruppo A: gli uomini di Serniotti, che all'esordio avevano battuto il Kaleh Mazandaran, si giocheranno il passaggio nel turno nell'ultima sfida contro i giapponesi del Panasonic Panthers.

Avvio di match molto equilibrato, con Trento che riesce a scappare sul +3 a cavallo della metà del set (15-12): il gap aumenta sino a 20-15, così da consentire ai biancorossi - trascinati da due muri consecutivi di Sokolov - di chiudere la frazione senza apprensioni. Sul filo dell'equilibro anche l'inizio del secondo set, ma stavolta sono i sudamericani a scappare con Ramos sul 10-12: la reazione della Diatec arriva puntuale col controsorpasso (17-15), ma la caparbietà premia gli argentini che, dal 23-23, pareggiano il conto dei set con un primo tempo di Ramos e un attacco fuori di Lanza.

Nel terzo periodo sale in cattedra Sokolov che tiene avanti Trento sino al 12-10: un parziale di 0-4 riporta avanti l'Upcn che, dopo aver visto rientrare gli avversari a -1 sul 17-18, riesce a realizzare grazie ad un ace fortunoso di Theo Lopes (18-21) lo strappo decisivo che i biancorossi non riescono più a ricucire. Nel quarto set è dominio assoluto dei campioni del Mondo che allungano piano piano (sino al 20-13) e non si lasciano riacciuffare. Al tie-break Sokolov sembra poter fare la differenza e tra attacco e battuta trascina i compagni sull'8-5: gli argentini però non demordono e, agguantato il pari sull'8-8, scappano sul 9-11. Un ace e un attacco di capitan Birarelli firmano l'11-11, ma il finale premia l'Upcn che chiude con un muro di Santos Junior proprio su Sokolov.

I VOSTRI COMMENTI

--Teaccio-- - 18/10/13

Purtroppo la maggior parte delle stelle del campionato sono emigrate verso lidi più dorati, ed in Europa la vedo molto dura per le nostre squadre. Sicuramente è un bene per la nazionale perchè i giovani avranno più possibilità di giocare in A1! Staremo a vedere!

segnala un abuso