Superbike, a Portimao vola Haslam

Tutti dietro all'Aprilia, ma regna un sostanziale equilibrio

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALBERTO PORTA

Superbike, a Portimao vola Haslam

Finalmente una tregua. I nuvoloni sono rimasti sull’oceano Atlantico e per qualche ora quelli della Superbike hanno potuto lavorare tranquilli nella seconda giornata del test di Portimao, importantissimo per la sgrossatura delle moto in versione 2015 che presentano parecchie novità. Le prime indicazioni, da prendere con le molle vista la mancanza di un cronometraggio ufficiali, raccontano di un sostanziale livellamento delle prestazioni tra Aprilia, la più veloce con Leon Haslam, Ducati e Suzuki. L’asfalto prima umido poi asciutto ma freddo ha consentito tempi di tutto rispetto, a meno di due secondi dal record in gara. Tenendo conto che si trattava della prima uscita del nuovo anno niente male.

Se hanno perso un po’ di potenza e velocità massima, 6-7 chilometri all’ora, le Superbike 2015 hanno guadagnato in fluidità, il che vuol dire, sulla carta, che potranno essere in tanti a spingere forte quando conteranno davvero decimi e centesimi, ovvero tra quattro settimane a Phillip Island. Intanto la Ducati si regala un giorno supplementare di test per recuperare il tempo perduto, mentre gli altri team si trasferiscono a Jerez de la Frontera, dove si girerà lunedi e martedi della prossima settimana.

Tempi (non ufficiali)
Leon Haslam Aprilia 1.43.5
Alex Lowes Suzuki 1.44.0
Chaz Davies Ducati 1.44.0
Davide Giugliano Ducati 1.44.5
Sylvain Barrier BMW 1.44.8
Leon Camier MV Agusta 1.45.6
Randy De Puniet Suzuki 1.45.7
Jordi Torres Aprilia 1.45.9
Niccolò Canepa EBR 1.45.9
Max Biaggi Aprilia 1.46.4
Larry Pegram EBR 1.47.1

TAGS:
Superbike
Portimao
Test

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento