Superbike: Loris Baz firma la Superpole di Jerez

Giugliano tira forte, ma chiude 2°. Beffato Sykes solo 3°, davanti a Melandri

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Loris Baz firma la Superpole di Jerez, girando in 1:40.298, precedendo la Ducati di Giugliano (+0.235) e l'altra ZX-10R del compagno di box, nonché leader del mondiale, Sykes (+0.263). Seconda fila per Melandri (Aprilia, +0.524), 4° davanti al compagno di box, Guintoli (+0.579), poi Laverty (Suzuki). Davies (Ducati, 7°) precede Haslam (Honda) e Lowes (Suzuki). Fatica la Honda di Rea (+1.149), 10° davanti ad Elias (Aprilia) e Barrier (BMW EVO).

Al rientro dalla vacanze il francesino in verde spiazza tutti. E' un Baz scatenato, affilato e preciso, quello che si prende la sua seconda pole stagionale con grande determinazione. Un giro efficace, che mette in difficoltà gli avversari più tenaci, come Giugliano che si aggiudica il secondo tempo, dopo un dritto che lo priva di un ultimo tentativo. Davide che s'infila alla grande tra le due Kawasaki, e per soli 28 millesimi davanti ad un Sykes non particolarmente efficace. Il maestro della Superpole questa volta non brilla, non ingrana, ma chiude comunque con una prima fila importante nell'ottica della gara. Sotto le attese anche Melandri, che si accontenta della quarta piazza, dopo aver dominato gli ultimi due turni di libere. Ma il ravennate è consapevole di avere un passo di gara che per ora lo certifica potenziale favorito. Sembra invece più in difficoltà Guintoli, che si trova a soli 55 millesimi da Marco, ma di fatto continua a lavorare su un setting che non lo convince più di tanto. Un bel grattacapo per la sua sfida al titolo, che sembra sempre più in salita. E' infine notevole il guizzo di Laverty, che con la Suzuki continua a difendersi egregiamente, infilandosi tra la Ducati Davies e la Honda Haslam, raccolti in soli 2 decimi. Distacchi che si fanno ancora più ridotti, pochi millesimi, tra gli inseguitori Lowes e Rea. Una retroguardia che promette una ricca battaglia nelle due manche domenicali.

I TEMPI DELLA SUPERPOLE

1. Baz (Kawasaki) 1'40.298 media 158.755 km/h; 2. Giugliano (Ducati) 1'40.533; 3. Sykes (Kawasaki) 1'40.561; 4. Melandri (Aprilia) 1'40.822; 5. Guintoli (Aprilia) 1'40.877; 6. Laverty (Suzuki) 1'41.092; 7. Davies (Ducati) 1'41.199; 8. Haslam (Honda) 1'41.338; 9. Lowes (Suzuki) 1'41.421; 10. Rea (Honda) 1'41.447; 11. Elias (Aprilia) 1'41.882; 12. Barrier (BMW) 1'42.928; 13. Salom (Kawasaki); 14. Canepa (Ducati); 15. Andreozzi (Kawasaki); 16. Morais (Kawasaki); 17. Guarnoni (Kawasaki); 18. Staring (Kawasaki); 19. Corti (MV Agusta); 20. Toth (BMW).

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

SBK: Melandri riuscirà a vincere a Jerez?

TAGS:
SBK
Jerez
Qualifica
Superpole
Aprilia
Kawasaki
Suzuki
Ducati
Honda
Melandri
Sykes

I VOSTRI COMMENTI

robi440 - 06/09/14

La pole di Baz è una piacevole sorpresa...specialmente con un compagno come Sykes. Ottimo Giugliano...ma l'uomo chiave della gara sara' Guintoli,l'unico che puo' ancora soffiare il titolo a Tom e farlo rivincere all'Aprilia...in bocca al lupo!

segnala un abuso

rossonerisiamnoi - 06/09/14

Stavolta è stato più veloce Baz del suo compagno di squadra Sykes,gran bel giro di Giuliano

segnala un abuso