Superbike, Aragon: Tom Sykes vince in solitaria in gara1

Baz 2° consegna una bella doppietta alla Kawasaki. Rea è 3° dopo un contatto nel finale con Giugliano, 8°. Sprofondano le Aprilia, con Guintoli 6° e Melandri 11°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Tom Sykes (IPP)

Tom Sykes domina gara1 ad Aragon, sul podio con il compagno di marca Baz, che consegna un'importante doppietta alla Kawasaki. Terzo posto per Rea (Honda), che nel finale passa Giugliano (Ducati), caduto nel tentativo di rispondere e poi 8°. Quindi Davies (Ducati) si prende il 4° posto, davanti ad un Laverty (Suzuki) in grande rimonta e alle Aprilia di Guintoli ed Elias. Sprofonda Melandri (Aprilia) 11°, dietro ad Haslam (Honda) e Lowes (Suzuki).

Al via le due Kawasaki tengono la posizione e si piazzano saldamente al comando della corsa, marcate strette dalla Ducati di Giugliano. Mentre il duo Aprilia si vede sfilare dalla Honda di Rea. Grande guizzo di Elias che si porta alle spalle di Davies 7°, saltando in poche curve anche le Suzuki. Subito fermo Corti, che riporta la MV Agusta ai box per un problema elettrico/elettronico. Qualche giro di assestamento e Giugliano sferra l'attacco a Baz, sfilandogli il 2° posto, entrando deciso nel rampino a sinistra in discesa. Mentre si avvicina Rea, che ricuce il distacco dai primi, tirandosi dietro le Aprilia di Melandri e Guintoli. E dopo un dritto, a questo gruppo si accoda anche Davies con la 1199 Panigale R.

Metà gara e Sykes conduce con già +3" di vantaggio sugli inseguitori. Ovvero Baz che si riporta davanti a Giugliano, che sembra in difficoltà nel tenere il passo del francese. Resiste invece Rea, che anzi prova a farsi sotto al ducatista, gestendo il 4° posto e tenendo sempre dietro le Aprilia ufficiali. Nelle prime retrovie, Lowes è 8°, in lotta con Elias, Haslam e un Laverty un po' sotto tono. Sulle prime Eugene si trova in difficoltà sulla regolarità e il passo di gara, ma poi trova il ritmo buono per scavalcare questo gruppo. E' scatenato Davies, che si porta in quinta piazza, passando senza troppi problemi le RSV4 di Melandri e Guintoli. Un bel confronto Ducati vs. Aprilia, che questa volta finisce a favore della rossa di Borgo Panigale. E' però Melandri che entra in crisi, vedendosi superare anche da Laverty, in rimonta, oltre che dagli altri outsider Elias, Haslam e Lowes.

E' l'ultimo giro quando Rea trova la scia di Giugliano e s'infila senza aspettare, conquistando il podio. Il ducatista prova la risposta immediata nell'ingresso al rampino a sinistra, ma va al contatto con la Honda. Inevitabile la caduta per Davide, che però risale in sella al volo per raggiungere il traguardo. Intanto Sykes taglia il traguardo e centra il primo successo stagionale, con tanto di doppietta per la Kawasaki grazie al 2° posto di Baz.

Risultati: 1. Sykes (Kawasaki) 17 giri/90.848 km in 33'38.583 media 162.021 km/h; 2. Baz (Kawasaki) 4.275; 3.Rea (Honda) 8.418; 4. Davies (Ducati) 15.715; 5. Laverty (Suzuki) 19.305; 6. Guintoli (Aprilia) 21.998; 7. Elias (Aprilia) 24.018; 8. Giugliano (Ducati) 27.894; 9. Haslam (Honda) 29.077; 10. Lowes (Suzuki) 29.863; 11. Melandri (Aprilia) 34.820; 12. Camier (BMW) 35.255; 13. Salom (Kawasaki) 43.975; 14. Guarnoni (Kawasaki) 46.721; 15. Morais (Kawasaki) 56.619; 16. Scassa (Kawasaki) 1'16.469; 17. Yates (EBR) 1'35.047; 18. Toth (BMW) 1'48.427; 19. Andreozzi (Kawasaki) 1'51.222; 20. Sebestyen (BMW) 2'01.152; RT. Fabrizio (Kawasaki); RT. Canepa (Ducati); RT. May (EBR); RT. Corti (MV Agusta); RT. Foret (Kawasaki); EX. Badovini (Bimota) 43.934; EX. Iddon (Bimota) 58.222

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
Bimota
MV Agusta
F4 RR
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
EBR 1199 RX
BB3
EVO
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
Crescent Suzuki
Team Pedercini
Alstare
Claudio Corti
Kawasaki Racing
Luca Scassa
Alex Lowes
Yakhnich
Grillini
Toth
Hero EBR
Yates
May
Motori BMW

I VOSTRI COMMENTI

Mr SBK - 13/04/14

Giugliano ha fatto bene a provarci. Ha esagerato ed è andata male.

Dopo aver fatto tutta la gara sul podio virtuale era ingiusto finire 4 percolpa di un rettilineo da 1,2 Km senza provarci...

Comunque buone notizie dalla Ducati.

Speriamo anche buone nuove da Monza

segnala un abuso

robi440 - 13/04/14

Giugliano non ha ambizioni di vincere il mondiale,oggi ha fatto una bellissima gara...alla fine vedendo sfuggire il podio,c'ha provato...secondo me ha fatto bene....combattente! in termini di classifika cambia poco,anzi niente.

segnala un abuso

rossonerisiamnoi - 13/04/14

Giuliano ha buttato via un buon quarto posto dopo una gara condotta bene tatticamente, Sykes ha fatto gara a se, Rea dimostra di meritare una moto più competitiva, Melandri per quello che ha fatto vedere...........no

segnala un abuso

robi440 - 13/04/14

Bravo anche Davies,un osso duro,....non male le Ducati.Bene nel finale Laverty.Delusione Aprilia e i suoi piloti...soprattutto Melandri.Ora gara2...dove i delusi potranno rifarsi....le temperature saranno molto piu' alte e le condizioni della pista e gomme diverse,vedremo... Domanda:gara1 in qst. orario per esigenze televisive??

segnala un abuso

robi440 - 13/04/14

Gara tirata...molto veloce ...ritmo imposto da un magnifico Sykes.Benissimo le Kawa,bravissimo anche Baz. Grande gara di Rea e Giugliano...quest'ultimo non deve recriminare nulla,secondo me,ha provato ad agguantare il podio è andata male...andra' meglio...bel duello .

segnala un abuso

nandop6 - 13/04/14

Grande Kawasaki, deludente Melandri, scelta gomme sbagliata. Buona la Ducati.

segnala un abuso