Morte Antonelli, Zanetti: "Ora correrò per lui"

Parla il pilota che ha investito Andrea a Mosca: "Eravamo amici e rivali: ma smettere sarebbe come farlo morire due volte"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lorenzo Zanetti

La rabbia di veder morire un amico e la voglia di onorarlo al meglio, correndo su due ruote. A pochi giorni dal drammatico incidente di Mosca, parla Lorenzo Zanetti, lo sfortunato pilota che domenica scorsa ha investito e ucciso Andrea Antonelli in Supersport: "Correrò per lui, per Andrea - le sue commosse dichiarazioni al Corriere della Sera -. Eravamo amici e rivali, gli volevo bene. Non smetto, sarebbe come farlo morire due volte".

Impossibile fermarsi, è la regola tacita del mondo delle moto e anche Zanetti ha intenzione di rispettarla: "Io a Silverstone il 4 agosto ci sarò - continua Lorenzo, che è uscito malconcio dall'incidente ma se l'è cavata con una mano rotta e un ginocchio gonfio -. Io e Andrea abbiamo iniziato da ragazzini, poi ci sono stati percorsi diversi ma siamo tornati a correre insieme in Supersport. Io ero dell'88, lui dell'87: gli volevo bene perché era come me, non se la tirava e non faceva il fenomeno".

Zanetti rivive poi i drammatici istanti dell'incidente: "Quando sono caduto, la telemetria della ruota posteriore segnava 255 chilometri orari: ho pensato che fosse finita, vedevo le moto sfrecciare alla mia destra, alla mia sinistra, una nuvola d'acqua. Quando poi ho appreso la notizia, ho ripensato a mille cose: a noi, all'ultima chiacchierata nel paddock, ai nostri papà che sono amici". Amici come Lorenzo e Andrea, divisi da un tragico destino.

TAGS:
Antonelli
Zanetti
Superbike

I VOSTRI COMMENTI

maxeem - 24/07/13

essere direttamente responsabile della morte di un collega, anche se completamente incolpavole,deve essere un bel peso, non vorrei essere nei panni di rossi e zanetti!!!

segnala un abuso

Rombodigloria - 23/07/13

Caro Lorenzo Zanetti fai bene a non ritirarti ma adesso dei onararlo nel migliore dei modi possibili: devi mettercela tutta e vincere.
I rimorsi non devono essere i tuoi ma di chi vi ha fatto gareggiare in quelle condizioni.
Sono con te e con la famiglia del povero Andrea.
Non mollare!

segnala un abuso

maxeem - 23/07/13

hai avuto lo stesso destino beffardo di rossi !!! nn deve essere bello anche se sei totalmente incolpevole!!!

segnala un abuso

-Per sempre Juve- - 23/07/13

Pensando da oggi in poi che per il fatto di essergli andato addosso con la moto ha smesso di vivere cristo santo O.o non ha potuto evitarlo d'accordo ma vacci a convivere con questi pensieri ora.

segnala un abuso

__milton__ - 23/07/13

bravo lorenzo nn mollare vinci anche per andrea adesso

segnala un abuso