BASKET

Eurolega, Top 16: Milano show, Olympiacos annientato

L’EA7 batte 81-51 i greci bicampioni d’Europa al Forum. Langford e Hackett eroi della serata

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Milano-Olympiakos (Ansa)

L'Olimpia Milano si regala un 78° compleanno indimenticabile annientando al Forum i bicampioni d'Europa dell'Olympiacos 81-51 . Senza il capitano Gentile, ai box per un virus intestinale, sono Langford e Hackett a caricarsi il peso dell'attacco biancorosso con 29 e 17 punti. Per i greci è una sconfitta storica, con Spanoulis e compagni al primo ko in questa Eurolega. L’EA7, nel prossimo turno, se la vedrà con il Vitoria Laboral dell'ex Scariolo.

Partita vera tra Milano e Olympiacos con i primi due punti che arrivano solo dopo quasi 3' con la rubata di Langford su Spanoulis. Hackett dimostra subito di voler essere leader anche a Milano con 5 punti di fila ma i greci restano a contatto riportandosi sul 10-11 con il lavoro in post di Collins. Con 4' ancora da giocare Moss commette il secondo fallo e si siede in panchina mentre 5 assist di Spanoulis e il canestro sulla sirena di fine quarto dello specialista Sloukas regalano il 21-16 all'Olympiacos. L'Armani riparte molto determinata e dimostra grande voglia con il recupero a terra di Cerella che propizia il vantaggio biancorosso sul 25-24. Milano vola sul +6 ma lo strappo è subito ricucito dal ritorno in campo di Spanoulis che con 4 punti e un assist riporta in vantaggio i suoi. Milano, però, vuol far sognare i tifosi e prima Lawal con una stoppata e una schiacciata da Nba, poi la tripla di Jerrels dopo la rubata di Hackett, mostrano una grinta raramente vista prima. Langford si guadagna tre liberi a 5" dall'intervallo lungo e il quarto si chiude sul 39-32.

Al ritorno in campo l'Olimpia regala un terzo quarto da grandissima squadra e dopo il canestro di Printezis concede solamente 6 punti ai greci, firmandone ben 24. Risultano preziosissime la grinta di Hackett, le stoppate di Lawal e un Langford che tocca già quota 25 punti. L'Olympiacos non riesce più a trovare il canestro e cerca, con la difesa a zona, di contenere come può la straordinaria vena realizzativa di Milano. L'Olimpia paga la grande pressione messa in campo con il quarto fallo di Moss a cui tocca sedersi in panchina con ancora 15' da giocare ma va bene così perché il quarto periodo è un messaggio dell'Olimpia Milano a tutto il basket europeo. I biancorossi toccano addirittura il +32 con il layup in contropiede di Curtis Jerrells e si concedono il lusso di far esordire il giovanissimo Touré. Gli ultimi minuti offrono un Forum orgogliosamente in piedi ad applaudire i suoi giocatori: se Milano è davvero questa i tifosi dell'Olimpia possono cominciare a pensare in grande.

TAGS:
Basket
Eurolega
Milano
Olympiakos

I VOSTRI COMMENTI

exchinem - 10/01/14

Complimenti a MILANO. Questo è sport vero!!

segnala un abuso