Superbike: Sylvain Guintoli è campione del mondo 2014. Trionfo in gara2 a Losail

Sykes chiude 3° e perde il titolo per 6 punti. Rea 2° dopo aver braccato Tom per metà gara. Melandri li guarda giù dal podio, 4°. Giugliano 8°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Sylvain Guintoli (Aprilia) è campione del mondo 2014 della Superbike. Il francese centra una grande doppietta in Qatar, trionfando anche in gara2. Rea (Honda) conquista il 2° posto, relegando l'ex-iridato Sykes (Kawasaki) in terza piazza. Dopo una gara difficile, l'inglese perde il titolo per 6 punti. Melandri (Aprilia) li guarda giù dal podio, 4°, precedendo Davies (Ducati), Elias (Aprilia) e Baz (Kawasaki). Giugliano (Ducati) chiude 8°.

Al via della gara più tesa dell'anno, Sykes parte alla grande, marcato da Rea e Giugliano. Guintoli si accoda, seguito da Elias e Melandri. Baz, che sulla griglia aveva dichiarato: "Parto per vincere", finisce subito nella via di fuga, dopo un contatto con Haslam. Il francese della Kawasaki rientra in 17.ma piazza seguito proprio dal'inglese. E' però Rea che rompe gli indugi e, in staccata, manda gli ammortizzatori "a pacco" infilando Sykes, prendendosi così anche la testa della corsa. Tom resta dunque in bagarre con Giugliano. Ma Davide deve farsi da parte, lasciando strada all'arrembante Guintoli, che non ha nessuna intenzione di perdere terreno dalla ZX-10R. Non solo, il francese dell'Aprilia è in stato di grazia e si lancia in una staccata meravigliosa, che lo porta direttamente tra Rea e Sykes. Per un attimo, perché Sylvain guida davvero senza nulla da perdere e passa anche la Honda, portando la sua Aprilia al comando della gara. Cade rovinosamente Yates, che viene portato fuori in barella.

Firma giri veloci a raffica Guintoli, dimostrando tutta la sua fame di vittoria. Mentre Sykes gira 2 decimi più lento e si ritrova il futuro compagno di box, Rea, davanti a fare da "muro". Tom capisce che non bisogna perdere tempo e infila la Honda in fondo al rettilineo, tornando a mettere la RSV4 del rivale nel mirino. In questo momento l'inglese è a -2 in classifica e il francese virtualmente campione. Dietro al vertice della corsa, c'è quindi Elia che gestisce il gruppetto composto da Melandri, Giugliano e Davies. Mentre Baz è autore di una spavalda rimonta, risalendo fino all'ottavo posto!

Tira fortissimo Guintoli, che si scopre aggressivo e più veloce di tutti, proprio nel giorno in cui il trionfo più importante della sua carriera è a portata di mano. Alle sue spalle, Rea bracca come un mastino Sykes. Tom soffre palesemente, si volta e trova la Honda incollata alla coda della sua Kawasaki. Troppo vicino. Tanto che Jonathan lo passa nel cambio di direzione, prendendo subito margine. Finisce così: con la passerella di Guintoli, che da perfetto Gentleman Rider va a tagliare il traguardo, festeggiando con impeccabile eleganza. Rea 2° precede il futuro compagno di box, Sykes. Tom è quindi terzo, battuto con onore. Dunque non serve pensare a quella posizione non ceduta da Baz in gara1. Con Loris che chiude 7°, dopo aver fatto inutilmente la voce grossa.

E' quindi un trionfo tutto targato Aprilia, che firma il titolo piloti e anche quello costruttori. Applaude Melandri, ai margini del podio, al 4° posto in questa gara e nel mondiale, preceduto per 1 punto da Rea. Marco saluta così le derivate di serie, lasciando il numero 1 a Guintoli, che alla fine è stato il migliore.

LA CLASSIFICA DI GARA-2

1. Guintoli (Aprilia) 17 giri/91.460 km in 33'41.803 media 162.853 km/h; 2. Rea (Honda) 3.568; 3. Sykes (Kawasaki) 5.092; 4. Melandri (Aprilia) 8.305; 5. Davies (Ducati) 8.390; 6. Elias (Aprilia) 8.654; 7. Baz (Kawasaki) 9.115; 8. Giugliano (Ducati) 13.015; 9. Lowes (Suzuki) 13.478; 10. Haslam (Honda) 25.471; 11. Salom (Kawasaki) 37.964; 12. Canepa (Ducati) 38.001; 13. Staring (Kawasaki) 46.248; 14. Corti (MV Agusta) 51.926; 15. Andreozzi (Kawasaki) 56.331; 16. May (EBR) 1'23.937; 17. Toth (BMW) 1 Lap; 18. Cudlin (Kawasaki) 1 Lap; RT. Barrier (BMW); RT. Yates (EBR); RT. Guarnoni (Kawasaki); RT. Laverty (Suzuki).

Guintoli, campione della porta accanto

La doppietta nel deserto spazza i “se” legati agli ordini di scuderia R. Mengo

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

SBK: il titolo lo ha vinto Guintoli o lo ha perso Sykes?

TAGS:
SBK
Campione del mondo
Losail
Qatar
Aprilia
Kawasaki
Guintoli
Sykes
Melandri
Baz
Honda
Ducati
Rea
Giugliano
Gara2

I VOSTRI COMMENTI

Mr SBK - 05/11/14

10 a Melandri che per evitare problemi è rimasto bello staccato simulando problemi di setting.

Bravissimo Guintoli che con il finale di stagione si è guadagnato il mondiale, che altrimenti sarebbe stato un pò come queplo di Hayden in GP.
Peccato per Tom ma il mondiale l'hanno perso a Sepang. Non oer i ounti persi lì ma perché hanno cominciato a litigare nella squadra e smesso di lavorare insieme. Il lavoro di squadra, come si è visto, paga sempre

segnala un abuso

curricurri64 - 04/11/14

ke finale!mai visto un guintoli così,complimenti.
pensavo ke alla resa dei conti sykes avrebbe dominato,invece lo visto molto arrendevole.certo ke farsi recuperare 40pts.mi ricorda un po' il mondiale haga/spies.
ottimo lavoro di aprilia e aligi,la num50 era perfetta

segnala un abuso

stilix - 03/11/14

Complimenti a Guintoli, però mi da da pensare la gara opaca di Melandri, in difficoltà tutto il week end, al contrario della prova imperiale di Silvain. In quanto agli ordini di squadra (dei quali non sono un accanito sostenitore anche se qualche volta necessari) )sia Baz che Melandri avevano già dato quindi onore a Guintoli e all'aprilia.

segnala un abuso

robytito - 03/11/14

Complimenti a Guintoli ma il mondiale lo ha buttato la verdona.....peccato per Tom.....

segnala un abuso

Paperinik649 - 03/11/14

Complimenti a Guintolì!!!

Campione del Mondo!!

Brava l'Aprilia ed il pilota, che si sono migliorati weekend dopo weekend, recuperare quei punti non sarà stato facile.

Un bravissimi anche a GuidoMeda e a MaxBiaggi, non so come la pensano gli altri, ma Italia 1 dovrebbe fare di tutto per tenervi entrambi. Siete stati unici nel trasmetterci emozioni e competenza.

Una sola parola: INSOSTITUIBILI !!!!!!!!!

segnala un abuso

nandop6 - 03/11/14

Devastoner sempre il solito.

segnala un abuso

nandop6 - 03/11/14

Bravo Guintoli anche se questo campionato lo vedevo più un affare Melandri che ha impiegato troppo tempo ad adattarsi a questa moto.
Concordo con robi440 per gli ordini di squadra, non sarà il massimo della sportività ma quando ci si gioca un mondiale ci stà, anche la Kawasaki con Baz l'ha fatto lo stesso giorno in cui l'ha fatto Melandri.

segnala un abuso

Devastoner - 03/11/14

marco melandri il tuo compagno ti ha legnato è...gli incubi del 2008 si rifanno vivi..

segnala un abuso