SportMediaset

Cerca

Kakà-Milan, matrimonio in extremis

Affare possibile solo a fine mercato

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Mourinho, AFP

L'affare Kakà al Milan è ancora possibile. Il brasiliano dovrà capire anzitutto il suo feeling con Mourinho nei primi impegni ufficiali della stagione (Supercoppa spagnola ed eventuali prime due giornate di Liga), poi dovrà decidere. Restare al Real da 'Paperone', senza essere però una prima scelta, oppure, ridursi l'ingaggio e tornare al Milan. Viste le premesse, l'affare potrebbe realizzarsi solo nelle ultimissime ore della sessione di mercato.

Nella conferenza stampa di presentazione della prima delle due sfide di Supercoppa spagnola tra Real Madrid e Barcellona, Mourinho ha già dichiarato che Kakà non sarà tra i titolari. A guidare l'attacco madridista ci sarà Benzema, con alle sue spalle Cristiano Ronaldo, Ozil e uno tra Di Maria (il pupillo del portoghese) e il nuovo acquisto Coentrao. Dunque il paulista deve già incassare il primo 'due di picche' da parte dell'allenatore ex Inter.

Quello tra Kakà e il Milan potrebbe essere il più classico dei ritorni del 'figliol prodigo'. Sei stagioni in rossonero ricche di successi e di soddisfazioni personali, un talento straordinario esploso nella 'Scala del calcio' di San Siro. I tifosi milanisti lo adorano, così come l'ambiente che lo riaccoglierebbe a braccia aperte. L'unico ostacolo è il costo dell'operazione (come ha dichiarato nei giorni scorsi Galliani), ma se il brasiliano accettasse di ridursi l'ingaggio e di approdare in rossonero in prestito, il sogno dei supporters potrebbe diventare realtà.

Kakà ha comunque altre possibili opzioni da valutare. Una di queste è il Los Angeles Galaxy che sarebbe disposto a offrire un maxi ingaggio. Ma una tale scelta precluderebbe a Kakà la possibilità di mettersi in mostra per i prossimi mondiali del 2014 in Brasile.

I VOSTRI COMMENTI

iltulipano - 15/08/11

kakà se hai una dignità non tornare al milan, dimostra a te stesso quello che vali... resta al real

segnala un abuso

ragno6 - 15/08/11

KAKà NON LO VOGLIAMO...CHE RESTI DOV'è O AL MASSIMO CHE VADA NEGLI STATES.

segnala un abuso

A.PATO - 15/08/11

raga xora il ritorno di kaka nn mi entusiasma allo stesso modo di come sarebbbe arrivato fabregas..poi nn lo so..se torna e fara bene vuol dire ke ancora nn è completamente finito...cmq se dovesse arrivare...kaka nn farebbe la mezzala..ma il trequartista..e la mezzala la farebbe boateng..e cmq se torna di sicuro viene cn un prestito gratuito..e si dovra ridurre di un bel pò l'ingaggio..il milan ovviamente nn lo fa arrivare cn un ingaggio di 10ml...anke xk gia c'è ibra ke guadagna troppo..

segnala un abuso

pepito sbazzeguti - 15/08/11

questo minestrone riscaldato sa molto di bruciato e KAKA ormai è bruciato (calcisticamente parlando) avendo basato il suo gioco solo sulla velocità (che aveva) e non sulla visione del gioco come il signor Seedorf insegna meglio lasciarlo al real che se lo goda fino alla fine (ormai già acquisita) della sua carriera

segnala un abuso

Tony63 - 15/08/11

Ragazzi ma se siamo riusciti a sopportare un bidone appesantito come CASSANO, non vedo perchè non si potrebbe reinserire un grande ex come KAKA' che per di più ha anche l'esperienza che manca al barivecchiano.

segnala un abuso

29ADP10 - 15/08/11

PLAYSTATION*

segnala un abuso

29ADP10 - 15/08/11

Per MC2-BOOAAATENG:
Ma secondo te quella e' una formazione equilibrata?
kakà non è una mezz'ala ma un trequartista o al massimo seconda punta, mentre cassano è una seconda punta non un trequartista..con l'arrivo di kaka il milan dovrebbe giocare cosi:
ABBIATI
ABATE-NESTA-T.SILVA-TAIWO
GATTUSO-VAN BOMMEL-BOATENG
KAKA
PATO-IBRA
questa è equilibrata e con i giocatori nei loro ruoli
NON E' LA PLAYSTAION il calcio reale

segnala un abuso

fedelao - 15/08/11

a bubbarro nesta , thiago silva, mexes, van bommel, gattuso, flamini, ambrosini, abate , taewo, zambrotta

segnala un abuso