Dunlop, poker bis al Tourist Trophy

Come lo zio Joey, anche Michael vince la Senior TT: eccolo correre sull'Isola di Man

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Michael Dunlop ha bissato il poker 2013 di successi al Tourist Trophy, ma quest'anno non si è fatto sfuggire quello più importante. Il Senior TT, 364 km a 210 km/h di media sul giro, che incorona le due settimane di corse sull'affascinante e dannatamente pericoloso tracciato stradale del "Mountain Course" all'Isola di Man. E ha riportato la Bmw sul gradino più alto del podio dopo 75 anni. Con l'11° centro al TT, il più giovane della dinastia Dunlop ha così raggiunto nella leggenda di questa gara lo zio Joey (26 vittorie) e il padre Robert (5). Dopo aver vinto Superbike, Superstock e Supersport 2, l'unica gara che gli è sfuggita è stata la Supersport 1, andata a Gary Johnson.

Michael Dunlop (iomtt.com)

Un polso fresco di infortunio ha invece costretto il "Re della Montagna", John McGuinnes, ad accontentarsi del successo nel TT Zero riservato alle moto elettriche. Ha mancato ancora la sua prima vittoria l'eterno piazzato Guy Martin, secondo nella Superbike e terzo nella Senior TT. Bravo il nostro Stefano Bonetti, tornato al TT dopo un anno di assenza forzata: 19° nella Superbike, 25° nella Supersport 1, 17° nella Superstock, 30° nella Supersport 2 e 20° nella Senior TT. Ancora una volta, purtroppo, non sono mancati gli incidenti mortali, costati la vita a Bob Price e Karl Harris, vittima numero 241 e 242 nella storia del Tourist Trophy.

MICHAEL DUNLOP IN AZIONE AL TOURIST TROPHY

TAGS:
TT
Michael Dunlop
Isola di Man

I VOSTRI COMMENTI

rossonerisiamnoi - 09/06/14

Ci vogliono 2 OO così per correre a oltre 300 orari tra ostacoli naturali, marciapiedi e difficoltà di ogni genere, complimenti

segnala un abuso