MotoGP: Marc Marquez, grande vittoria a Brno

Guizzo di Pedrosa che sfila il 2° posto a Lorenzo, 3°. Rossi 4°, batte in volata Bautista. Crutchlow cade

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marc Marquez conquista il GP della Repubblica Ceca, quinto centro stagionale, quarto di fila, allungando in classifica mondiale. Nel finale Pedrosa (Honda) sfila il 2° posto a Lorenzo (Yamaha, 3°). Rossi (Yamaha) chiude 4°, con 10 secondi di ritardo dai primi, dopo una lotta costante con Bautista (Honda, 5°). Segue Bradl (Honda), 6° davanti alle Ducati di Dovizioso, Hayden e Iannone. Espargaro (ART) 10°, caduto il poleman Crutchlow (Yamaha).

Marquez visto dai suoi avversari foto Honda

E' una vera furia Lorenzo, che parte a cannone tirandosi dietro le Honda di Marquez e Pedrosa. Crutchlow gli si accoda, mentre attacca subito anche Rossi che si libera di Smith e va dritto alla caccia di Bautista. Firma subito il giro veloce Jorge, che prova una vera fuga subito nei primi giri. Mentre Marc sembra un po' frenare il passo di Dani e Cal. E' scatenato Bautista che infila senza timore proprio il poleman Cal. Intanto finiscono a terra Corti e Barbera, poi Pesek e Smith.

Non si lascia attendere la risposta di Crutchlow che ripassa Bautista, mentre Rossi approfitta per farsi sotto ai due scatenati. Ma Cal esagera, spinge forte, e dopo 7 giri scivola via nella sabbia. L'inglese si rialza, corre e torna in sella, rientrando al 20° posto. E' il segnale per Rossi, che con un'entrata decisa e pulita si prende la quarta piazza ai danni di Bautista. Al comando, Lorenzo martella giri veloci, ma le due Honda ricuciono il distacco, gli si fanno sotto, controllando e gestendo il ritmo. Dieci giri al termine e cade qualche lieve goccia di pioggia. Immediatamente sventola la bandiera bianca. Fase critica, che apre la porta alla possibilità del cambio moto, preparate prontamente dai team fuori dai box con le gomme da bagnato.

L'occhio di Lorenzo si fa ancora più attento, mentre alle sue spalle Marquez si esalta incollandosi alla coda del maiorchino. Tanto da provare un primo timido affondo, che genera un incrocio delle traiettorie, nel veloce cambio di direzione, lasciando la M1 al comando. Jorge, però, non può respirare. Marc s'incattivisce e si butta letteralmente dentro nella sinistra in salita. E' una fucilata che consegna alla Honda numero 93 la testa della corsa. Valentino intanto lotta per la quarta piazza con Bautista, entrambi già a oltre 7"5 dai primi tre.

Quattro giri al termine e Lorenzo affila il coltello e ripassa Marquez, che risponde ancora nella sinistra in salita. E' uno straordinario Jorge che deve anche difendersi da Pedrosa, incollato alle sue spalle. Tempo un giro e Dani sfregia la carena della Yamaha, prendendosi il secondo posto. I giochi sono fatti: Marquez va a mettere il suo sigillo sul tracciato di Brno, ridefinendo ancora una volta un tot. di record impressionati. Di fatto, precoce e primo ancora una volta, sempre di più. Bravo a ipotecare seriamente il titolo iridato, con 213 punti.

Dietro Pedrosa limita i danni, ma perde nuovamente terreno, con 187 punti. Ovvero -26, che equivale a qualcosa in più di una gara di vantaggio per il compagno di box. Allo stesso modo, Lorenzo (169 punti) si accontenta del terzo posto, dimostrandosi fortissimo mentalmente, ma in sella ad una M1 che paga evidentemente un gap tecnico importante dalle RC213V. Situazione analoga per Rossi, che vince la volata finale con Bautista, ma perde il confronto con i giovani rivali là davanti. Nel mondiale Valentino tiene la quarta piazza con 143 punti, anche grazie all'auto-eliminazione di Crutchlow (127). Simpaticamente arrogante nel dopo pole, l'inglese questa volta torna nel box Tech3 con le orecchie basse.

Marquez, impertinente e vincente

Sorride Marc dall'alto di un mondiale in cui doveva fare l'esordiente A. Capella

DITE LA VOSTRA

MotoGP: Rossi ancora giù dal podio. A Silverstone può tornare a lottare con i primi?

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Brno

I VOSTRI COMMENTI

curricurri64 - 29/08/13

pace,novizio
il fratello debutterà con una wild card al gp di misano.
penso farà bene,visto che conosce il circuito.

segnala un abuso

Novizio - 28/08/13

Pace fratello curricurri ...dovrebbe debuttare il fratello di Valentino da qualche parte, speriamo vada bene.

segnala un abuso

curricurri64 - 27/08/13

novizio,ma che centra?cosa avrei dimenticato?scrivi cavolate a casaccio e poi sono io che dimentico il 9 volte campione??federazione nuoto?balottelli?mah? fai troppa confusione e dopo spari sponsor a casaccio.
se vuoi puoi smentirmi su quello che ho scritto,nn tirare in ballo i tuoi sport preferiti.ridi,ridi tifoso medio.

segnala un abuso

Novizio - 27/08/13

Curricurri la gente come te che dimentica troppo frettolosamente chissà poi perché le cose fatte da un pilota, e non uno qualunque visto che parliamo di Rossi 9 titoli mondiali,mi lascia esterrefatto. Siete come la federazione nuoto che fa i conti in tasca a Federica pellegrini invece di istituire magari delle iniziative sportive a suo nome per incentivare in questa vecchia e provincialotta nazione uno sport diverso dal calcio...scommetto che hai la cresta alla balotelli..hahaha

segnala un abuso

curricurri64 - 27/08/13

diabolik,eccolo,ma di cosa parlerai??monster ha gia un suo team in yamaha ed è quello tech3.valentino lo ha come sponsor personale,così come lorenzo.e tu saresti un tifoso del dottore??sulle carene hanno solo un piccolo adesivo,niente di più.
la monster ha fatto di tutto x avere lorenzo,gli ha anche pagato la penale x lasciare rockstar.
come se x sponsorizzare un pilota ci sia bisogno di rossi,ma smettila.

segnala un abuso

Diabolik72 - 27/08/13

curricurri64 credo che sia tu a doverti informare e no novizio... Monster lo ha portato Vale.
E' la yamaha ha ringraziato e preso. Informati.

segnala un abuso