Le pagelle della MotoGP: Lorenzo da 10 al Mugello, Valentino senza voto

Pedrosa e Crutchlow da 8, Marquez si merita un bel 4

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALBERTO PORTA

Pagelle da quell'asfalto toscano che non delude mai offrendo emozioni, sorprese e colpi di scena. Cominciamo dal
SENZA VOTO VALENTINO ROSSI, la cui gara si consuma in 700 metri, spazio e tempo utile ad ALVARO BAUTISTA, INCLASSIFICABILE, per costruire quello che davanti ad un tribunale verrebbe classificato come omicidio preterintenzionale. Al botto, le colline del Mugello cominciano a svuotarsi.

JORGE LORENZO 10- Qualcuno qualche anno fa gli aveva raccontato di Lorenzo il Magnifico, Signore di Firenze. La storia è piaciuta così tanto a Jorge che, preso spunto, ha messo in pista per la terza volta consecutiva un capolavoro che sa tanto di Rinascimento dopo due gare non proprio brillanti.

DANI PEDROSA 8- La pole e il caldo, amico della Honda bisognosa di grip, chiamavano la terza vittoria consecutiva per il piccolo spagnolo, che invece è rimasto lì senza banane, intese come energia, quando Lorenzo ha dato il cosiddetto tirone. Si consola Dani con il vantaggio in classifica che cresce. Logica conseguenza questa del pazzo week-end di

MARC MARQUEZ, che si merita un bel 4 in pagella, numero identico a quello delle cadute che gli hanno lasciato solo una collezione di lividi mentre nel team Honda erano brividi ad ogni botto. Ma il ragazzo che ha conosciuto bene tutta l'erba e tutta la ghiaia delle vie di fuga del Mugello ha imparato la lezione.

CAL CRUTCHLOW 8- Altra corsa altro podio per l'inglese che deve tuffarsi in prova per rendere in gara, per trovarsi al posto giusto al momento giusto per approfittare dei guai altrui. Come dire che il podio non è assolutamente immeritato.

ANDREA DOVIZIOSO 7- Il torcicollo da botto in prova, che non compromette però un lampo da prima fila, lo costringe poi ad una gara da impiccato, per un quinto posto niente male che conferma identica posizione in classifica generale. Ma alla Ducati c'è da lavorare parecchio.

STEFAN BRADL 7- Il tedeschino che spesso fa disperare il suo boss Lucio Cecchinello questa volta non si sdraia e porta a casa i punti preziosi del quarto posto, in linea con le speranze da top five con le quali si presenta ad ogni gran premio.

MICHELE PIRRO 8- Il pugliese tuttofare fa chilometri buoni con la Ducati laboratorio che ancora non piace a Dovizioso e piazza lì un ottimo settimo posto. Probabilmente andrà avanti così da sostituto di un Ben Spies che al Mugello aveva già l’aria attapirata di un ex pilota.

TAGS:
MotoGP
Alberto Porta
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo

I VOSTRI COMMENTI

iltorzo - 06/06/13

perche non mandate i miei commenti ?

segnala un abuso

Bessa74 - 06/06/13

VOTO 10 ai rossisti che domenica durante il giro di rientro non hanno fischiato Jorge. Incredibile....
Sono 15 anni che vado al Mugello e negli ultimi anni erano sempre e solo fischi fuori dalla pista e sotto al podio... specialmente per due piloti.

segnala un abuso

xeophen - 05/06/13

Marquez per me meriterebbe almeno un 8..e credo che anche l'Alberto non giornalista avrebbe dato un voto diverso. Il 4 di Alberto credo sia da monito, un rimprovero affettuoso per invitare Marc a darsi una calmata. Il ragazzo è bravo, sfida senza timore i limiti fisici di un missile di oltre 240cv, vuole sempre vincere, è arrembante...da spettacolo e riesce a portare un po' di vivacità alle gare...ma una tiratina d'orecchie ci sta, rischia di farsi male

segnala un abuso

ludo79 - 05/06/13

purtroppo per dovizioso sarà sempre un pilota buono ma non ottimo come lorenzo,stoner,rossi o marc può solamente confermare altre stagioni deludenti come con l hrc ufficiale

segnala un abuso

nandop6 - 05/06/13

graziemario
seguire un pilota nelle qualif.che non è vietato e il Dovi non ha ostacolato Dani, che gli potesse partire davanti è un'altra cosa ma fa parte delle gare non è ostacolare.

segnala un abuso