Nba: sprofondo Brooklyn, Garnett perde la testa

I Nets contro Houston incassano il sesto ko di fila: rissa tra l'ex Boston e Howard. Vittorie a sorpresa di Detroit e Orlando a Toronto e Chicago

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Prosegue la caduta libera di Brooklyn. Nella notte Nba i Nets incassano contro Houston il sesto ko consecutivo, 99-113: rissa al Barclays Center dove Garnett reagisce con un testata alla provocazione di Howard e la sua gara finisce dopo appena 4 minuti. Successi a sorpresa per Detroit e Orlando che vincono rispettivamente sui parquet di Toronto (111-114) e Chicago (114-121). Chiude il programma il sorriso di Boston con New Orleans: 108-110.

Per l'esattezza 4 minuti e 7 secondi: tanto è durata la partita di Kevin Garnett che, colpito sul petto da una manata volontaria di Howard, reagisce contro il centro di Houston tirandogli prima la palla addosso e poi un mezza testata. Cade nella provocazione insomma, complice il momento poco felice dei sui Nets: una sola vittoria nel 2015, poi sei sconfitte di fila di cui quattro davanti ai propri tifosi.
Dominano i Rocket, trascinati dai 30 punti del solito Harden. Periodo difficile anche in casa Toronto: i Raptors nel nuovo anno hanno vinto solo una partita, incassando contro Detroit il quinto ko nelle ultime sei gare.
Grazie ad uno scatenato Jennings (30 punti e 10 assist) i Pistons riescono a ribaltare l'incontro nella ripresa dopo aver chiuso sul -12 all'intervallo: ai canadesi non bastano i 31 Valanciunas, con 12 rimbalzi.
E' la coppia Oladipo-Vucevic a spingere Orlando al successo sul parquet di Chicago: i due Magic realizzano insieme 66 punti, 33 a testa.
A New Orleans, invece, non è sufficiente invece il fattore Davis (34) per tornare da Boston con un sorriso.

TAGS:
Basket
Nba
Garnett
Brooklyn
Nets
Houston

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento