MotoGP: Marc Marquez conquista il secondo turno di libere a Misano

Pedrosa è 2°, staccato di 33 millesimi. Migliora Rossi, 3° davanti a Lorenzo ed Espargaro. Pirro beffa Dovizioso

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marc Marquez conquista anche il secondo turno di prove libere del GP di Misano, girando in 1:34.200 e precedendo Pedrosa di 33 millesimi. Il duo Honda è seguito dalla Yamaha di Rossi (+0.258) 3° davanti a Lorenzo (+0.295). Incredibile 5° tempo per Espargaro su ART (+0.532) seguito da Bautista (Honda, +0.658) e da uno strepitoso Pirro (7°, +0.689), che beffa Dovizioso (Ducati, +0.701). Bradl (Honda) e Crutchlow (Yamaha, +1.008) chiudono la top ten.

Marquez foto Ansa, Foto Ansa

Primo giorno in Riviera e già il numero 93 è imprendibile. Non una fuga, visti i distacchi minimi degli avversari, ma perennemente davanti a tutti, mattina e pomeriggio compreso. Ma ormai non è più una sorpresa questo Marquez stratosferico, che si permette il lusso di giocare con l'aderenza precaria, quando l'anteriore della sua Honda si chiude all'improvviso e lui, tranquillo, fa il rodeo e la tiene su. Come fa non lo capisce nessuno, ma il pubblico salta in piedi ad applaudire il gesto atletico.

Intanto Pedrosa prova a mettere giù il carico della pressione, facendosi sotto nel finale, agganciando la coda della Honda gemella a soli 33 millesimi. Segno che Dani ha intenzione di dare finalmente fastidio all'ultimo arrivato, preparando un doveroso assalto alla classifica iridata. La notizia di giornata riguarda però la Yamaha, in grande forma con il cambio seamless, ma soprattutto scatenata con entrambi i piloti. Questa volta infatti, Rossi e Lorenzo si piazzano comodamente alle spalle delle RC213V, raccolti in 3 decimi. Dove è Valentino a cavalcare con più efficacia, beffando per 37 millesimi il collega spagnolo. Ovvero Jorge che chiude il turno incavolato nero.

E' invece letteralmente incredulo Espargaro, magnifico 5° a poco più di mezzo secondo dalla vetta, con la CRT! Un colpaccio per il team Aspar che mette dietro di un decimino la Honda MotoGP di Bautista. Una vera zampata, che fa il paio con quell'altra firmata dal collaudatore-pilota Pirro, che per 12 millesimi sfila il 7° posto alla prima guida Ducati, Dovizioso. Detto che Andrea è stato impegnato a sbrigare una serie di pratiche utili per la gara, sembra incoraggiante il ritardo contenuto in 7 decimi dai migliori. Bradl e Crutchlow sembrano invece mal digerire il grip dell'asfalto locale, mentre è tutto coraggio l'undicesimo posto di Iannone, che si accoda 11°, staccato di soli 10 millesimi. Mentre Hayden, Petrucci, Smith, Corti ed Edwards seguono lottando tra loro e col cronometro, contenendo il gap finale dentro i 2".

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Misano

I VOSTRI COMMENTI

danyam65 - 13/09/13

E' una soddisfazione vedere Vale così vicino ai primi, speriamo che domani quando gli altri sicuramente miglioreranno, non resti indietro come gli è capitato ultimamente. Il nuovo cambio gli da molta sicurezza, in termini di decimi forse le moto non ci guadagnano molto, ma il campionissimo si trova molto bene e questo gli consentirà di osare di più. Ma Crutchlow? Espargaro impressionante, bravo!

segnala un abuso

curricurri64 - 13/09/13

swiss max,anche a me dispiace x te che vivi in una nazione triste senza mai eccellere in nessun sport,senza piste.
noi possiamo permetterci di criticare rossi,biaggi,melandri,dovizioso,agostini ecc,ecc i vostri chi sono?
noi stiamo fallendo xckè qualcuno porta i soldi da voi.voi siete ricchi perchè avete depredato mezzo mondo.
senza contare i soldi in eredità dall amico hadolf.

segnala un abuso

aldoz8 - 13/09/13

Grandissimo Valentino! Questo nuovo cambio poi sembra davvero interessante! Forza Vale, domani speriamo in una grande qualy!

segnala un abuso

xeophen - 13/09/13

cadete nel tranello di dare importanza a gente che spara a zero....la stessa gente che poi cade nel tranello di parlare sempre e pur sempre male di Rossi...a volte mi chiedo dov'erano qualche anno Pedrosa (che oggi ti arriva a 33 millesimi da uno strepitoso Marquez)....o dov'era Lorenzo nel 2008 e 2009....di certo so dov'era quella stessa gente di cui prima...girava comodamente col ciuccio nel passeggino o scorazzava col triciclo attorno al tavolino di casa....Grande Aprilia ragazzi!

segnala un abuso

khazrak - 13/09/13

Pensavo fosse impossibile ma il duo de la muerte ovvero ericdraven e stomark battono tutti gli altri antirossisti messi insieme.
Le castronerie che sparano sono da enciclopedia.
Sono mitici...mamma mia.

segnala un abuso

khazrak - 13/09/13

Per favore lasciatemi stare ericdraven, ha già tanti problemi di suo e se ci mettiamo pure noi finisce per vivere una vita disastrata più di quanto l'ha già.

segnala un abuso