L'Inter è bella ma pazza: 4-3

Steso il Tottenham di un grande Bale

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

L'Inter è bella ma pazza: 4-3

L'Inter di Champions non tradisce. A San Siro l'11 di Benitez stende per 4-3 il Tottenham. A segno Zanetti, doppietta di un superlativo Eto'o (con un rigore) e Stankovic, tutti nella splendida prima frazione di gioco interista. Inglesi rimasti in 10 dal 9' del primo tempo per l'espulsione del portiere Gomes, accorciano il punteggio nella ripresa solo grazie alla tripletta di un grande Bale. I nerazzurri volano a 7 punti, primi nel gruppo A.

LA PARTITA

Un'Inter devastante nel primo tempo, subito in partita, a tratti spettacolare, che ormai ha confidenza col palcoscenico europeo e sbaglia difficilmente l'approccio ad una partita. I nerazzurri in Champions sembrano sentirsi a proprio agio e dopo i 4 sberloni rifilati al Werder nella seconda giornata, sempre a San Siro, non si risparmiano e ne affibbiano altri 4 al Tottenham. Il monologo nerazzurro è figlio di una sicurezza e una superiorità imbarazzanti, un gioco ben preciso impostato da Benitez, condito dalla consapevolezza di avere in Eto'o (2 gol e 2 assist) il fuoriclasse assoluto in grado di capitalizzare al meglio qualsiasi occasione. Il Tottenham si riporta in partita solamente nel finale, grazie alla splendida tripletta di un magnifico Bale (tre bordate col suo magico sinistro).
 
Il tecnico spagnolo, vista l'assenza di Milito e la condizione precaria di Pandev, decide di dare ancora fiducia ai due giovani Coutinho e Biabiany. Redknapp, invece, senza Van Der Vaart, Defoe, King e Dawson, si copre, lasciando in attacco l'unica punta Crouch e adattando Modric alle sue spalle in posizione di trequartista. Il tecnico inglese, però, è tradito nella sua tattica dall'avvio dei suoi e dal piglio con cui l'Inter comincia la partita. Tutto è subito in discesa per i nerazzurri: già al 2' scambio tra Stankovic ed Eto'o, con il camerunese che vede l'inserimento a sinistra di Javier Zanetti e lo serve in profondità. Per il capitano è un gioco da ragazzi battere Gomes e tornare al gol dopo oltre 2 anni: era l'aprile del 2008 e la sua rete alla Roma regalava, di fatto, lo scudetto all'Inter. San Siro esalta i padroni di casa che, tra l'11' e il 14' decidono di chiudere la partita. Prima Biabiany si invola a tu per tu con Gomes che, maldestramente, lo atterra, provocando rigore e conseguente espulsione. Inizialmente l'arbitro Skomina confonde il destinatario del cartellino rosso, ma viene prontamente corretto dal guardalinee. Cudicini subentra al portiere brasiliano, ma non può nulla sulla trasformazione di Eto'o. Poi, tre minuti più tardi, ancora l'attaccante dimostra il suo periodo strepitoso, servendo abilmente Stankovic al limite: il serbo con una rasoiata non perdona e firma il 3-0. Game over a strisce nerazzurre dopo solamente un quarto d'ora di gioco. Gli inglesi, con i centrali difensivi Gallas e Bassong in panico completo, considerata anche l'inferiorità numerica, spariscono dal campo e lo show interista può continuare per tutto il primo tempo. Al 35' geniale il tocco dentro di Coutinho, che libera l'implacabile Eto'o: per lui doppietta personale, quattordicesima rete stagionale e sesto gol nella Champions 2010/2011 (venticinquesimo in totale nella "Coppa dalle grandi orecchie"). Un mostro, che chiude il sipario allo stratosferico primo tempo interista.
 
La seconda frazione non comincia nel migliore dei modi per i nerazzurri. Nel giro di una manciata di minuti prima si infortuna Stankovic, costretto a lasciare il campo e poi Bale, al termine di una splendida azione personale, sfodera un sinistro incrociato che sorprende Julio Cesar. Benitez prova a schierare Coutinho come regista basso, inserendo Santon laterale largo. L'esperimento funziona in parte, perché l'Inter non subisce alcun rischio, ma fatica a produrre occasioni pericolose, accontentandosi di gestire per tutta la ripresa il risultato. Per portare a casa i tre punti, però, i nerazzurri, eccessivamente rilassati e con la testa già alla Sampdoria, devono soffrire fino alla fine: Bale (che vince alla grande il confronto con Maicon), scatenato, con altri 2 micidiali sinistri rende il finale meno amaro per gli Spurs. Finisce 4-3, Inter pazza, ma in ogni caso prima in solitario nel gruppo A.
 
LE PAGELLE
 
Eto'o 8: Non è solo un leone indomabile, è un Campione, con la C maiuscola. Implacabile dagli 11 metri, sicuro quando è il momento di mettere a referto il 4 a 0, elegante nel pescare prima Zanetti e dopo Stankovic. E' il miglior centravanti al mondo.
 
Coutinho e Biabiany 7: Certo, Asoou-Ekotto e Hutton non sono dei fenomeni, ma i due baby nerazzurri volano sulle fasce, ripagando la piena fiducia che Benitez ha in loro.
 
Zanetti 7: Vederlo segnare ed esultare come un bambino di 37 anni è un piacere per ogni appassionato di calcio. Ritrova il gol dopo oltre 30 mesi, dimostrando la sua infinita longevità.
 
Benitez 7,5: Gli va dato merito. Sta inculcando il suo gioco ai nerazzurri. La parte offensiva è perfetta, Coutinho e Biabiany iniziano a ripagare la sua fiducia. Nello spogliatoio avrà strigliato i suoi per lo sciagurato finale, ma nel complesso, senza amnesie, la sua Inter fa paura.
 
Assou-Ekotto 4: Nome originale, titolare nella Nazionale di Eto'o. Fa intuire perché l'attaccante dell'Inter con il Camerun fatica a conquistare successi. Biabiany gli fa girare la testa.
 
Bale 8: L'unico vero fuoriclasse degli Spurs. C'è un motivo se mezza Europa è sulle sue tracce. Tripletta, con 3 sinistri da urlo e splendide progressioni: il gallese è pronto per il salto di rango.
 
Lennon 6: Merita una delle due sufficienze del Tottenham. Mette spesso in difficoltà Chivu con le sue accelerazioni e produce una serie continua di cross.
 
di ENRICO TURCATO

 

IL TABELLINO
INTER-TOTTENHAM 4-3
Inter (4-2-3-1):
Julio Cesar 5,5; Maicon 5, Lucio 6, Samuel 6, Chivu 5,5 (15' st Pandev 6); Stankovic 7 (4' st Santon 5,5), Zanetti 7; Coutinho 7, Sneijder 6,5, Biabiany 7 (30' st Cordoba 5,5); Eto'o 8.
A disp.: Castellazzi, Materazzi, Motta, Cambiasso. All.: Benitez
Tottenham (4-4-1-1): Gomes 4; Hutton 5, Bassong 4,5, Gallas 4,5, Assou-Ekotto 4; Lennon 6, Huddlestone 5,5, Jenas 5 (35' st Palacios 6), Bale 8; Modric s.v. (9' Cudicini 5,5); Crouch 5 (21' st Keane 6).
A disp.: Corluka, Bentley, Kranjcar, Pavlyuchenko. All.: Redknapp
Arbitro: Skomina (SLO)
Marcatori: 2' Zanetti (I), 11' rig. Eto'o (I), 14' Stankovic (I), 35' Eto'o (I), 6' st, 44' st e 45' st Bale (T),
Ammoniti: Chivu (I), Palacios (T)
Espulsi: Gomes al 9' per fallo da ultimo uomo

I VOSTRI COMMENTI

ricardotiaquaresma_77 - 22/10/10

Con Mou nn sarebbe mai successa sta roba =(

segnala un abuso

perituro1 - 21/10/10

ooohhh che paura e chi caxxo sarà mai questa M£RDA APPlCClCOSA di ipiutitolati???? dai diccelo chi sei perchè se no pensiamo che sei un COGLlONE... non sei proprio capace di ignorarmi eh???? Puzzi di M£RDA lDlOTA

segnala un abuso

ipiutitolati - 21/10/10

mirko.gae - 21/10/10
imperointer anch'io sono interista e ti voglio chiedere perchè continui ad insultare gli altri.proprio non lo capisco!


te lo spiego io:il babbeo alias vecchiosu o perituro1 o imperointer2kb..soffre di evidenti complessi d'inferiorità e sfoga tutta la sua frustrazione qui,non conoscendo e non sapendo con chi ha a che fare.
sapesse chi sono andrebbe via con la coda tra le gambe il vigliacco!!!

segnala un abuso

perituro1 - 21/10/10

ipiutitolati SCOREGGlATORE PROFESSIONISTA le tue parole hanno il valore di un PET0 COGLlONE liberaci della tua presenza

segnala un abuso

mirko.gae - 21/10/10

imperointer anch'io sono interista e ti voglio chiedere perchè continui ad insultare gli altri.proprio non lo capisco!

segnala un abuso

mirko.gae - 21/10/10

forza inter!!

segnala un abuso

IMPEROINTER2KB - 21/10/10

X 5 MAGGIO 2002 FESTA DEI MONGOLOIDI MILANISTI.
BRUTTO PEZZO DI MERD@ SEI UNA LATRINA, NON MERITI DI VIVERE,OCCHIO CHE VENGO A CASA TUA E SVERGINO LA TUA MAMMINA. BAST@RDO

segnala un abuso

mirko.gae - 21/10/10

ipiutitolati sicuramente coutinho non è ancora paragonabile a pato però è bravo e deve ancora fare esperienza,ha solo 18 anni.e comunque pato è fragile come una mozzarella,è quasi sempre infortunato.

segnala un abuso