MotoGP, Rossi: "Obiettivo secondo posto Mondiale"

Dopo la caduta di Aragon, Marquez cerca il riscatto a Motegi: "In Giappone per vincere il campionato iridato"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MotoGP, Rossi: "Obiettivo secondo posto Mondiale"

"L'obiettivo è quello di arrivare secondo nel Mondiale ma dovrò lottare con Pedrosa e Lorenzo". Con queste parole Valentino Rossi lancia la sfida ai due diretti rivali nella conferenza stampa di presentazione del Gran Premio del Giappone. A Motegi promette battaglia il leader della classifica Marc Marquez che, dopo la caduta di Aragon, cerca il riscatto: "Voglio finire davanti a Pedrosa e Rossi così potrò festeggiare la conquista del Mondiale".

Valentino Rossi torna in pista in perfette condizioni dopo il brutto incidente di Aragona. Il Dottore, staccato di soli 3 punti da Pedrosa, ha la possibilità di superare il diretto rivale al secondo posto ma dovrà guardarsi le spalle dal ritorno del compagno in Yamaha Lorenzo: "Dani ha più punti di me ma Jorge viene da un'ottima striscia di risultati. Penso che Marquez abbia creato un grande vantaggio a inizio stagione. Se domenica ci supera il campionato sarà finito ma noi vogliamo tenerlo aperto".

Poi un pensiero sull'incidente che ha coinvolto Jules Bianchi: "Ho visto l'incidente di Bianchi. Spero che si rimetta presto, anche se so che le sue condizioni sono critiche. E' una bruttissima sensazione ma Suzuka è un circuito davvero pericoloso. Dovevano far uscire la safety car". E su Alonso: "Per me è un peccato perché mi piace molto come guida Fernando. Penso che voglia raggiungere risultati migliori. L'ultima stagione in Ferrari è stata difficile".

Molto sereno appare anche Marc Marquez che deve solo amministrare il vantaggio: "Il Mondiale? Cercherò di concentrarmi su questo Gran Premio. E' il circuito di casa della Honda, sarà bello gareggiare qui. Non sono nervoso, sapete che mentalità ho. Rimangono ancora 4 gare e cercherò di guidare al massimo spingendo il più possibile". Il campione del Mondo in carica torna poi sulla caduta di Aragona: "Quando mi sono rivisto in tv mi sono sentito stupido per aver continuato con quelle gomme. Mancavano solo tre giri e il grip non era così male. La decisione è stata quella di continuare anche se ho sbagliato. Mi servirà di lezione".

La parola passa infine al vincitore dell'ultimo GP, Jorge Lorenzo: "Sono in buona forma, ho ottenuto buoni risultati in questa seconda parte del Mondiale. Ad Aragona è stato fantastico, prima della gara pensavamo di finire dopo i ragazzi della Honda. La prima posizione è impossibile ma ora il mio obiettivo è quello di vincere le gare chiudendo tra i primi due in queste corse che restano per poter chiudere al secondo posto Mondiale".

TAGS:
MotoGP
Motegi
Valentino Rossi
Marc Marquez

I VOSTRI COMMENTI

nitrodono - 11/10/14

@Maxxem:se pensi anche solo minimamente che Stoner alla guida della Ducati 2011/2012 (guidata da Rossi) avesse potuto lottare per il campionato allora credimi la motogp non fa per te.......!!!!Meglio il calcio...!!!Stoner probabilmente con quella moto avrebbe fatto un po' meglio di Rossi, ma il podio lo vedeva col binocolo........!!!!!!!!!!!!!!!!!!La Ducati 2007 era la piu' competitva della Motogp;quella 2011/12 era la piu' competitiva si,ma se correva in Moto2.....:-)

segnala un abuso

stilix - 10/10/14

maxeem ho sempre detto che Casey è stato l'unico a riuscire a guidare la rossa, minimizzandone i difetti ed esaltandone i pregi. Fattostà che tutti e dico tutti gli altri ploti che ci sono montati sopra non hanno fatto niente. In più Vale è arrivato su una moto che era al termine della sua evoluzione e nettamente inferiore alle altre (basta vedere la curva di vittorie di Casey) ed è montato su una nuova sbagliata in partenza. Cmq almeno Rossi a podio ci è andato, il Dovi ha aspettato 2 anni

segnala un abuso

maxeem - 09/10/14

stilix guarda che cs27 sulla ducati inguidabile c ha corso 4 anni e non mi parlate di Bridgestone perche le altre moto con le stesse gomme nel 2007 non hanno concluso niente, compresa la prima guida Capirossi!

segnala un abuso

stilix - 09/10/14

Dunque, 2006 Vale vince "solo" 5 gare, le gomme e la moto lo tradiscono, elias lo butta giù alla 1ma gara, 2007, stratosferico Casey ma problemi di gomme sia per Vale che per Pedrosa. 2008, gomme uguali per tutti e guarda un po' chi vince il mondiale? Il sopravvalutato. Idem x il 2009. 2010 Spalla infortunata fin dall'inizio e frattura alla gamba ( ma non conta ). 2011/12 Anni orribili su una Ducati inguidabile (Chiedete al Dovi please). Ma qualcuno i numeri e il campionato li sa leggere?

segnala un abuso

kimithebest - 09/10/14

una delle poche occasioni di essere orgogliosi di un nostro connazionale buttata in pasto a invidia e ipocrisia!quanto vorreste essere lui,voi piccoli detrattori del grande vale!eh si' l'invidia e'una brutta bestia!rosicate gente rosicate.....!

segnala un abuso