MotoGP, Lorenzo si sveglia in Argentina

Lo spagnolo della Yamaha è il più veloce nelle libere 1. Rossi solo 10°, Marquez e Pedrosa fanno peggio

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Jorge Lorenzo e Marc Marquez (Afp)

E' di Jorge Lorenzo il primo miglior tempo della MotoGP sul nuovo circuito di Termas de Rio Hondo. Nelle libere 1 del GP d'Argentina, il pilota della Yamaha è stato il più veloce, girando in 1'42"804 e precedendo la Ftr-Yamaha versione Open di Aleix Espargarò, secondo a mezzo secondo, e la Honda di Bautista, terzo a otto decimi. Indietro tutti gli altri big: Rossi è 10°, Marquez 14° e Pedrosa 16°. La migliore Ducati è quella di Iannone, quarto.

Insomma, dopo i primi 45 minuti di prove, pare che la pista argentina si adatti meglio alle Yamaha (Smith e Pol Espargarò sono 5° e 6°) che alle Honda. Oppure è soltanto un episodio isolato. Di sicuro le posizioni di Marc Marquez e Dani Pedrosa con la RC213V ufficiali non sono certo consone al loro potenziale, anche perché nessuno dei due ha cambiato le gomme durante la sessione e alla fine hanno pagato questa scelta. In particolare, il campione del mondo ha fatto il suo miglior crono al terzo giro. Tutti gli altri, invece, sono stati più veloci negli ultimi minuti, utilizzando pneumatici freschi. Comunque sia, rivedere Lorenzo davanti è una buona notizia per lui, ma anche per lo spettacolo. Non ha brillato, invece, Valentino Rossi, che non è riuscito a fare passi avanti dopo un buon inizio, chiudendo anche alle spalle della Honda Open del suo vecchio compagno di squadra, Nicky Hayden. Quanto alle Ducati, Andrea Iannone sta confermando il suo buono stato di forma, ma anche Andrea Dovizioso, ottavo dietro a Bradl, sembra avere un buon potenziale qui. E' 12° Michele Pirro, che sostituisce l'infortunato Crutchlow. Piccoli passi avanti, almeno in classifica, per l'Art di Danilo Petrucci, 18° a 3"2 dalla vetta.

I tempi, comunque, sono ampiamente migliorabili e non troppo significativi visto che la pista si è presentata ancora sporca e scivolosa, con i piloti in difficoltà a controllare le derapate soprattutto nelle curve a destra. Il programma della giornata è iniziato con mezz'ora di ritardo a causa di alcuni problemi di gioventù del tracciato argentino, tra cui il posizionamento dei commissari di gara e non solo.

TAGS:
MotoGP
GP Argentina
Marquez
Rossi
Ducati
Dovizioso
Lorenzo
Honda
Yamaha

I VOSTRI COMMENTI

fabry469 - 25/04/14

mha la pista era molto sporca sono tempi molto indicativi

segnala un abuso

danyam65 - 25/04/14

Sono proprio felice per Lorenzo e per le Yamaha in generale!
Bene anche le Ducati lo spettacolo non può che giovarne.
Grande Valentino!!!

segnala un abuso