Basket, Serie A: Milano corsara, Venezia resta in testa

Colpo dell'Olimpia che nel posticipo espugna Sassari e resta a -2 dall'Umana Reyer, vittoriosa a Pesaro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Recalcati, foto IPP

Venezia rimane in testa, con Milano a ruota. L'Olimpia si impone112-111 nel big match di Sassari, posticipo della nona giornata di Serie A. e resta a -2 dall'Umana Reyer, vittoriosa 90-89 sul parquet di Pesaro. Gara spettacolare al PalaSerradimigni, che si conferma territorio di conquista per i biancorossi: decisivo il finale super di Kleiza, autore di 14 punti (4 triple) nell'ultimo quarto. Dopo due ko risorge Roma che piega 63-50 Cremona.

Ritmi forsennati sin dal primo quarto al PalaSerradimigni, dove uno strepitoso Sanders - top scorer con ben 32 punti - trascina Sassari sino al +10, 30-20, corretto poi in 32-24 al primo mini-break. I canestri di Samuels (23) riportano sotto Milano, a cui però non riesce l'aggancio nel secondo quarto: all'intervallo è 53-51 Dinamo. Nella ripresa l'Olimpia mette la freccia (55-61), grazie sopratutto alle accelerazioni del nuovo entrato Brooks, che con 25 punti chiude come miglior realizzatore dei biancorossi. Sassari non molla e con Logan torna di nuovo sopra (65-63), ma è una gioia che dura poco: Milano continua a macinare punti e a fine terzo quarto è sopra di 9 (72-81). L'ultimo periodo è un Kleiza show, seppur con un applauso provocatorio ai tifosi sardi il lituano riporti la Dinamo dal -17 (78-95) al -10 (85-95). Gara finita? Ancora no, perché le triple di Dyson tengono vive le speranze sarde: i liberi di Meacham consentono ai biancorossi di rimanere sul +4, la strepitosa tripla di Sosa a 2 decimi dalla sirena fissa il 111-112 finale.

L'ANALISI DELLE ALTRE GARE

Gara incredibile a Pesaro dove l'Umana Reyer Venezia deve soffrire per battere 90-89 la COnsultinvest. Sembra tutto facile per gli orogranata che dominano per tre quarti e al 30' sono avanti di 21 punti, 76-55. Nel quarto periodo però la Vuelle pian piano rimonta trascinata da uno scatenato LaQuinton Ross che mette la bomba del -1 sull'89-90: nell'ultima azione, dopo la persa di Stone, Pesaro ha la palla del clamoroso sorpasso ma Peric stoppa l'ennesimo tentativo di Ross ed evita alla Reyer una clamorosa beffa. Alla Vuelle non bastano i 23 punti (15 nel quarto periodo) con 9 rimbalzi di Ross mentre per l'Umana spiccano i 25 di Peric.
A Bologna la Granarolo Virtus batte 77-76 la Sidigas Avellino. Le VuNere dominano il primo tempo (anche a +15) ma nella ripresa gli irpini rientrano e il finale è in volata: come a Pistoia è decisivo Simone Fontecchio che risponde ad Adrian Banks con la tripla del definitivo 77-76, poi è Gaines a fallire per Avellino. Il miglior marcatore è il virtussino Ray, 19 punti.
Dopo due sconfitte torna al successo l'Acea Roma, 63-50 contro la Vanoli Cremona. Gara sempre condotta dai capitolini che hanno 16 punti da Jones e 11 con 12 rimbalzi da Morgan. Colpo della Giorgio Tesi Group Pistoia che passa 80-76 dopo un overtime al Pianella contro l'AcquaVitasnella Cantù. I brianzoli si fanno preferire per tre quarti (anche a +14) ma nell'ultimo periodo i toscani rimontano e cercano a loro volta la fuga (arrivati a +8). Cantù però non molla e a fil di sirena Johnson-Odom mette la bomba del 68-68 per andare al supplementare. Lì la differenza la fanno i liberi: i padroni di casa non sono perfetti mentre Pistoia li mette tutti (i 4 conclusivi di Brown) e conquista la vittoria. Brilla Gilbert Brown, autore di 25 punti per i toscani.

TAGS:
Basket
Serie A
Venezia
Milano
Cantù

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento