Caso Hackett, Proli furioso: "Torni in Nazionale"

Il presidente dell'Olimpia Milano duro con il suo giocatore: "E' scappato, per noi è un atteggiamento inaccettabile"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Hackett, IPP

Arrivano le pesanti parole di Livio Proli in merito alla querelle tra Daniel Hackett e la Nazionale di basket. Il presidente dell'Olimpia Milano è andato giù duro in un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport: "Mi auguro che il giocatore torni dove deve essere, ovvero in Nazionale - ha detto -. Il club lo invita a tornare sui propri passi, è scappato dal ritiro e questo per noi è un atteggiamento inaccettabile". Proli spiega così il suo punto di vista sul caso Hackett, che ha squassato in queste ore l'ambiente della pallacanestro italiana: "Se ci sono stati degli equivoci con i medici è bene chiarirli guardandosi tutti negli occhi, è per questo che Daniel deve tornare. Il suo atteggiamento non trova alcuna giustificazione, glielo abbiamo detto: ricomporre a questo punto diventa difficile. Noi abbiamo riscontrato patologie croniche che il giocatore ha sempre avuto: discopatia e infiammazione al tendine d'Achille. Questi problemi richiedono trattamenti specifici in allenamento ma non dicono che il giocatore è inidoneo all'attività agonistica. Se poi l'atleta riferisce di una situazione degenerativa del quadro clinico va ascoltato, ma diventa impossibile se uno prende e scappa. Rientri e spieghi le sue ragioni come si fa tra persone civili". Proli considera poi l'ipotesi di una lunga squalifica inflitta a 'Daniboy', che costringerebbe l'Olimpia a tornare sul mercato alla caccia di un play (in sostituzione di Curtis Jerrells è già arrivato Joe Ragland): "In caso di squalifica il nostro primo problema sarebbe rimettere mano al portafoglio e tornare sul mercato per un play di primo livello che possa sostituirlo in Eurolega, vista la difficoltà del nostro girone. E' una situazione inaspettata di cui avremmo fatto volentieri a meno: credo che si possa ancora ricomporre, ma se Daniel non torna in Nazionale sa benissimo che mette in crisi il club per cui lavora, e questo non potrà non avere delle conseguenze". Uomo avvisato...

I VOSTRI COMMENTI

marcomez - 20/07/14

sbaglio o ha avuto dei problemi con la Nazionale anche ai tempi di Siena..

segnala un abuso

rossonerisiamnoi - 20/07/14

E dire che una volta i vari Myers e Fucka erano valori aggiunti per la nazionale italiana, e non dei piantagrane

segnala un abuso