Nba: magia di Nowitzki, che beffa per i Knicks

Un canestro del tedesco sulla sirena condanna New York, cui non bastano i 44 punti di Anthony; bene Clippers e Golden State

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Carmelo Anthony, foto Afp

Grazie a un incredibile canestro sulla sirena di Dirk Nowitzki, Dallas stende New York al Madison Square Garden 110-108. Per i Knicks, cui non bastano i 44 punti di Carmelo Anthony, è la sesta sconfitta nelle ultime sette partite, la 19esima stagionale in casa. Successi esterni anche per I Clippers a New Orleans (123-110), Golden State a Detroit (104-96) e Milwaukee a Philadelphia (130-110). A sorridere in casa è solo Utah che supera Boston 110-98.

Dallas espugna il Madison Square Garden e lo fa nel modo più beffardo. Dopo una partita dal risultato altalenante, con i Mavericks che partono a razzo e i Knicks bravi a replicare con un ottimo secondo quarto, Nowitzki e compagni sembrano chiudere il discorso nell’ultimo periodo: a 1’37” dalla fine Brandan Wright firma il canestro che vale il +8 (108-100). New York, trascinata dai 44 punti di Carmelo Anthony, riesce nell’impresa di rimontare lo svantaggio nell’arco di 33 secondi grazie a Felton, Chandler e a una tripla dello stesso Anthony. Poi succede di tutto: Carter sbaglia la bomba per Dallas, Smith ha in mano la palla del successo per i Knicks, ma il suo tiro non arriva nemmeno al ferro. L’overtime sembra inevitabile, ma allo scadere Nowitzki gela i tifosi newyorchesi con un canestro in faccia a Anthony: la palla carambola sul ferro, si impenna e finisce dentro tra l’incredulità generale. Finisce 110-108 per i Mavericks.
Decisamente meno equilibrate le altre partite della notte. I Los Angeles Clippers vincono 123-110 contro i New Orleans Pelicans mandando in doppia cifra l’intero quintetto iniziale: Crawford ne fa 24, Griffin 22, Paul 19.
Sorride anche Golden State che, grazie a un ottimo ultimo quarto, si impone 104-96 al Palace of Auburn Hills di Detroit (Datome ancora in panchina per tutta la durata dell’incontro): ai Pistons non bastano i 23 di Monroe e la doppia doppia di Smith (18 punti + 11 rimbalzi).
I Warriors replicano con Curry (19) e un grande O’Neal (16 punti e 10 rimbalzi). Completano il quadro i successi di Utah contro Boston (110-98, per i Celtics è la quinta sconfitta consecutiva) e quello di Milwaukee a Philadelphia: i Bucks vincono 130-100 grazie a un super Mayo (25 punti, 7/9 da tre) mentre i Sixers devono fare i conti con l’11esimo ko di fila

TAGS:
Nowitzki
Dallas
New york
Basket nba

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento