Parma-Milan 4-5, Menez e Bonaventura lanciano Inzaghi

Due vittorie nelle prime due partite per i rossoneri, non capitava dal 2006

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MAX CRISTINA

E' successo di tutto nel posticipo della seconda giornata di Serie A. Al Tardini, il Milan di Inzaghi ha battuto il Parma 5-4 in un match ricco di colpi di scena. Rossoneri avanti con Bonaventura al 25', raggiunti subito da Cassano (27'). Honda e Menez calano il tris nel primo tempo, ma Felipe (51') riapre tutto. De Jong cala il poker, Lucarelli risponde col tris ma poi segna Menez. Nel finale clamorosa autorete di De Sciglio.

LA PARTITA

Gol, espulsioni, colpi di scena ed errori clamorosi con tanto di finale thrilling con Diego Lopez costretto a difendere i pali infortunato. La sfida del Tardini tra Parma e Milan è di quelle difficili da commentare con logica, semplicemente perché di logica nei novantasette minuti di gioco ce n'è stata ben poca, specialmente nel secondo tempo. Il risultato dice tutto: Milan batte Parma 5-4, risultato difficile da trovare anche davanti a una console. Ciò che resta è che i tre punti li hanno conquistati i rossoneri di Inzaghi, con grinta, rabbia e soprattutto ripartenze, letali con un Menez sul piedistallo. Tutto il contorno è da raccontare, sapendo benissimo che una cosa così difficilmente si ripeterà. Intanto però il Milan torna a vincere le prime due partite di campionato dopo 8 anni: l'ultima volta era nel 2006 ed anche allora le vittime furono la Lazio a San Siro e il Parma al Tardini.

Passando alla cronaca, nuda e cruda, ce n'è per tutti i gusti. L'idea di Inzaghi di mantenere il possesso palla per stanare il Parma ha funzionato abbastanza bene nel primo tempo, contornato dalle solite amnesie difensive. Rossoneri in vantaggio al 25' con l'inserimento di Bonaventura (gol all'esordio), bravo a finalizzare l'assist con rimpallo di Honda. Lo 0-1 dura giusto il tempo di aggiornare il tabellone, sul primo attacco infatti il Parma trova il pareggio con un inserimento di Cassano in mezzo all'area che di testa batte Diego Lopez. E' sul finale di primo tempo però che il Milan mette il turbo trovando due reti importanti, prima con l'inserimento di Honda (proprio come Cassano) e poi col rigore procurato e realizzato da Menez in contropiede. L'1-3 però è stato solo l'inizio del festival del gol e degli errori.

Parma-Milan 4-5, Menez e Bonaventura lanciano Inzaghi

I secondi quarantacinque minuti del Tardini, infatti, non passeranno certo alla storia come i più tecnici, forse però il divertimento regalato da Parma e Milan per qualche tempo resterà impresso. Impossibile non fare la cronaca. In apertura di ripresa Felipe trova il 2-3 deviando in rete un tiro sporco di Jorquera. Poco dopo, al 58', Bonera ferma di mano un pallone al limite prendendosi il rosso per somma di ammonizioni e contemporaneamente Alex si infortuna costringendo Inzaghi a inserire in blocco Zapata e Rami. Al 69' Cassano perde palla a metà campo regalando a De Jong il poker che l'olandese serve dopo una sgroppata in solitario di 50 metri. Finita qui? No, Lucarelli segna il 3-4 al 73' da calcio d'angolo, Menez colpisce l'incrocio dei pali due minuti più tardi e Felipe si fa espellere in una situazione poco chiara. In dieci contro dieci Ristovski, con un retropassaggio scellerato, regala a Menez il 5-3 che il francese rende magico con un gran colpo di tacco, mentre De Sciglio al 90' fa peggio in collaborazione con Diego Lopez realizzando un'autorete da "Mai dire gol" con il portiere che manca il pallone e si infortuna giocando i sei minuti di recupero con una gamba sola. Impossibile annoiarsi.

LE PAGELLE

De Jong 7 - Che fosse l'anima del Milan è risaputo. La sgroppata del 4-2 gli regala la standing ovation di tutto il popolo rossonero con una rete che non sarebbe proprio nelle sue corde.

Ristovski 4 - L'errore che regala il quinto gol a Menez è da sottolineare con la matita rossa, in un momento in cui il Parma stava producendo il massimo sforzo per pareggiare. 

Menez 8 - Fa il bello e il cattivo tempo, le ripartenze imbastite da Inzaghi vedono in lui il finalizzatore per eccellenza. Due gol, una magia e tanta corsa.

Cassano 5,5 - Timbra il cartellino contro il Milan, ma l'assist più incredibile lo regala a De Jong con la squadra spiazzata. Nel finale spegne la luce.

Bonaventura 7 - Ha mantenuto le promesse dando qualità unita alla corsa alla manovra del Milan. Si sblocca all'esordio, ma è il moto perpetuo a fare la differenza.

Lucarelli 4,5 - Devastato da Menez per tutti i novanta minuti. Il gol gli alza di poco la valutazione, ma del francese ha sempre e solo visto la targa.

IL TABELLINO

PARMA-MILAN 4-5
Parma (4-3-3):
Mirante 5; Ristovski 4, Felipe 5,5, Lucarelli 4,5, De Ceglie 5; Jorquera 5,5 (27' st Coda 6), Lodi 5, Acquah 5; Ghezzal 5 (20' st Palladino 5), Cassano 5,5, Belfodil 5 (34' st Bidaoui sv). A disp.: Iacobucci, Cordaz, Gobbi, Costa, Cassani, Paletta, Mendes, Galloppa, Mauri. All.: Donadoni 5,5
Milan (4-3-3): Diego Lopez 5; Abate 7, Alex 5,5 (16' st Zapata 6), Bonera 4,5, De Sciglio 5; Poli 5,5, De Jong 7, Muntari 6; Honda 6,5 (17' st Rami 6), Menez 8 (41' st Niang sv), Bonaventura 7. A disp.: Abbiati, Agazzi, Albertazzi, Armero, Van Ginkel, Sapnara, Essien, Pazzini. All.: Inzaghi 6
Arbitro: Massa
Marcatori: 25' Bonaventura (M), 27' Cassano (P), 37' Honda (M), 45' rig. Menez (M), 6' st Felipe (P), 24' st De Jong (M), 28' st Lucarelli (P), 34' st Menez (M), 44' st aut. De Sciglio (M)
Ammoniti: Lucarelli, De Ceglie, Acquah (P); De Jong (M)
Espulsi: 13' st Bonera (M) e 32' st Felipe (P) per somma di ammonizioni;

Le Roi Menez e i lenti a contatto

Nel suo blog Matteo Dotto consegna al francese del Milan il Premio Michel Platini

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

Serie A: Juve, Inter, Milan e Roma. Chi vi ha impressionato di più?

TAGS:
Parma
Milan
Serie A
Tabellino
Pagelle

I VOSTRI COMMENTI

jbruss - 16/09/14

Diego Lopez 4 gol 4 poco reattivo non esce quando deve ed esce quando dovrebbe stare in porta, Abate 6 perché non sa intercettare i cross. Alex 6, Bonera 4 perché non è un centrale, De ,Sciglio 3 gol 3 non è un fenomeno non ha fisico non ha stacco ne cattiveria, Poli 6 ,De Jong 8, Muntari 6, Honda 7. Menes 9. Bonaventura 8.

segnala un abuso

ginotamburo - 15/09/14

Comunque il Milan ha giocato bene rispetto a tutto l'anno scorso. Ci sono stati alcuni errori difensivi ma tutto sommato la suqdra ha retto, ha continuato a costruire e non ha mollato fino all'ultimo minuto. Cosa che non faceva da qualche anno quando si scioglieva alla prima difficoltà. Bravo Inzaghi anche se obiettivamente per come è assortita la rosa, il terzo posto è ancora un miraggio

segnala un abuso

ginotamburo - 15/09/14

BIN0MI0INTERM0RATTI ma che televisione hai? Il fallo di mano di Bonera è al limite, ti ricordo che per essere rigore deve essere interamente dentro, sulla linea è fuori. Poila prima ammonizione di Bonera è inesistente per cui non sarebbe stato espulso. Al contrario di Lucarelli che su Menez andava buttato fuori. Poi aldilù del pessimo arbitraggio il Milan ha meritato e ha rischiato di pareggiare per ingenuità commesse.

segnala un abuso

benjy88 - 15/09/14

SE NON ERRO AL CINQUANTANOVESIMO SECONDO DEL VIDEO DELL'ANALISI DELLA PARTITA SI VEDE NETTAMENTE IL TOCCO IN AREA.. E LUCARELLI NON SOLO NON PROTESTA MA HA PAURA DI PRENDERE UN ROSSO.. EH DIRE CHE LUCARELLI E' UNO CHE SPESSO PROTESTA IN MANIERA ACCESA IN CAMPO... DISCORSO BONERA STESSA COSA.. NESSUNO DEL PARMA CHIEDE IL RIGORE E LA PALLA VIENE COLPITA POCO FUORI ANCHE SE DI POCO MA BASTA VEDERE LE COSE.. IL PRIMO GIALLO A BONERA E' ASSURDO...

segnala un abuso

MakkaD - 15/09/14

Ottimo Milan, spero che Pippo abbia capito dopo ieri che Bonera non è buono manco a lucidare i pali della porta, altro che difensore titolare!

Stranamente il Milan sembra esserci quest'anno ed io ero il suo maggiore detrattore.

I ridicoli che si affannano a cercare la malafede nella moviola li ignoro. Sono i soliti che fanno male al calcio e probabilmente sostengono squadre prescritte o recentemente sbattute in B per frode sportiva.

segnala un abuso

benjy88 - 15/09/14

REGOLA DEL VANTAGGIO QUELLA COSA SCONOSCIUTA IN ITALIA!IL BELLO E' CHE VIENE ANCHE SOTTOLINEATO... SE UNO VIENE TRATTENUTO FUORI AREA MA PROSEGUE LA CORSA L'AZIONE E' COME SE RIPARTISSE.. SE UNO VIENE TRATTENUTO E INCIAMPA SUBITO DOPO IN SEGUITO ALA TRATTENUTA SAREBBE PUNIZIONE.. MENEZ PROSEGUE E VIENE COLPITO ALLA GAMBA DUE METRI DENTRO L'AREA.. LUCARELLI ANDAVA ESPULSO.. DIFFICILE PARLARE DELLA DIFESA DEL MILAN IN UNA PARTITA CHE POTEVAMO VINCERE COMODAMENTE 4 A 1 IN SUPERIORITA'...

segnala un abuso