MotoGP: Marc Marquez è campione del mondo. Lorenzo vince il GP

Secondo posto a Motegi e secondo titolo iridato nel Motomondiale per Marc. Rossi fa una gara d'attacco e chiude 3° davanti a Pedrosa e alle Ducati

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marc Marquez (Honda) vince il secondo titolo mondiale consecutivo, chiudendo al 2° posto il GP del Giappone. A Motegi dominano, però, le Yamaha, con Lorenzo che vince e Rossi che conquista la terza piazza, lasciando giù dal podio Pedrosa (Honda, 4°). Le Ducati di Dovizioso e Iannone, chiudono rispettivamente al 5° e 6° posto. Per Marquez  gran finale con festa e siparietto lungo la pista insieme ai Samurai.

E' stata la gara più tirata e tesa dell'anno. Non la migliore corsa da Marquez, di certo quella in cui ha rischiato di meno. Contento di fare secondo al traguardo, dopo un weekend più faticoso del previsto. Felice Marc, di togliersi il peso di dover "per forza" conquistare il titolo in casa Honda. Liberato dal siparietto con i Samurai, con l'affilata spada Katana con cui celebrare il colpo di grazia al mondiale. Grande festa, certo, ma stretta nella morsa della miglior concorrenza. Quella di Lorenzo, stratega meraviglioso e corridore indiavolato, capace di interpretare al meglio la corsa: partito quinto, scattato subito alla grande per portarsi nelle prime posizioni, si è preso il comando solo dopo aver lasciato sfogare gli animi dei rivali. Lucido jorge nel tenere un passo di altissimo livello, per allungare un po', gestendo poi il vantaggio nei giri finali. Allo stesso modo Rossi è partito con mai negli ultimi anni, dominando i primi giri con grande grinta. Determinato, ma destinato a cedere il comando, consapevole di quei decimi sul passo che di fatto non c'erano. Bravo a provarci, a crederci e a salire su un podio importante. Grande regalo alla Yamaha firmato Jorge e Vale, che così si tolgono la soddisfazione di "scortare" Marc proprio nel giorno del trionfo iridato. Consapevoli che intanto resta aperta la "questione secondo posto". Visto che Rossi e Pedrosa sono alla pari, con 230 punti, marcati da Lorenzo, dietro di soli 3 punti. Quanto basta per un finale di stagione molto combattuto. Sempre che Marquez, adesso libero da pressioni, non ricominci a vincerle tutte...

GP DEL GIAPPONE - LA CRONACA

Bandiera a scacchi: Lorenzo vince il GP del Giappone. Marquez 2°, è campione del mondo! Rossi sul podio, beffato Pedrosa 4°. Dietro le Ducati di Dovizioso e Iannone, poi Bradl, Espargaro Pol, Smith e Bautista.
Ultimo giro: Jorge cavalca verso la vittoria, Marc gestisce con Rossi e Pedrosa alle sue spalle
02 - Lorenzo amministra tenendo un ritmo indiavolato, Marquez lo vede ma fatica ad avvicinarsi
03 - Anche Pedrosa prova a portarsi in scia a Valentino, che è davvero al limite e perde 3 decimi da Marc
04 - Tra Rossi e Marquez +0.5. Valentino vuole tornare davanti a Marquez, per non far chiudere il mondiale qui in casa Honda
05 - Guadagna ancora un decimo Lorenzo, nonostante gli sforzi di Marquez, che per ora sembra destinato ad un secondo posto
06 - Lorenzo alza il ritmo e gestisce il vantaggio. Mentre Rossi prova a restare con Marquez
07 - Si amplia il distacco tra Jorge e Marc, arrivando fino a +2.6
08 - Matematicamente Marquez è - al momento - campione del mondo. Ma sembra che Marc voglia provare a ricucire quel +2.4 che lo separa da Lorenzo...
09 - Marquez infila Rossi, che prova a resistere, ma il 93 spalanca, allarga un filo nel cambio di direzione, e questa volta si tiene la seconda piazza
- Marquez dentro, centro curva insieme a Rossi, che però tiene aperto e immediatamente risponde. Le ruote di Marc sono davanti, ma le traiettorie s'incrociano e Rossi si riprende la seconda posizione
10 - Gas in mano per Rossi, che rialza presto la sua M1 per cercare di resistere allo scatenato Marquez alle sue spalle
11 - E' lotta serrata anche tra Dovizioso e Pedrosa, per la quarta piazza. Dani spinge forte e passa la Ducati
12 - Scintille per gli slider di Valentino, con Marquez che continua a farsi sotto, frenando fortissimo e intraversando ad ogni curva la sua Honda
13 - Lorenzo guadagna 1 decimo al giro, con un passo migliore rispetto ai due che seguono. Marquez, però, si fa sentire alle spalle di Rossi, preparando un attacco che sembra imminente
14 - In Honda vogliono vincere la gara di casa, ma le due Yamaha si stanno dimostrando molto competitive
15 - Marquez deve passare proprio Rossi per vincere matematicamente il titolo
16 - Lorenzo sta facendo il "martello" e porta il suo vantaggio a +0.8 sugli inseguitori. Si fa vedere Marquez, interno e stretto nel curvone a sinistra, e infila Dovizioso. Marc è 3°, ma virtualmente non ancora campione
- Marquez prepara l'attacco su Dovizioso, con una Honda che protesta sempre in staccata, a differenza di una Ducati che appare più stabile anche in ingresso di curva
17 - Tardozzi: "In questo momento i primi non stanno ancora dando il massimo..."
18 - Prova ad allungare Lorenzo, che si prende 4 decimi di vantaggio su Rossi. Dovizioso perde terreno a sua volta dal 46
19 - Intanto Marquez è incollato agli scarichi della Ducati 04. Marc mette le ruote sulla terra oltre il cordolo, perdendo qualche metro
- Lungo Rossi, s'infila immediatamente Lorenzo, che prende la testa della corsa. Valentino deve resistere e chiudere la porta a Dovizioso, che ci prova, ma non trova il varco
20 - Marquez giro veloce, riduce il distacco dei tre virtualmente sul podio. Pedrosa 5°, passa Iannone
21 - Rossi fa il passo, sul '45! Ma risponde Lorenzo, che si prende il giro record della pista
- Marquez infatti s'infila senza aspettare troppo e si lancia alla caccia dei primi tre, che hanno già +0.970 di vantaggio
22 - 1:45.744 è il giro veloce firmato da Rossi. Marquez sta facendo pressing su Iannone, in quarta piazza, come ai tempi della Moto2
23 - Cade Crutchlow. Rossi fa il passo, seguito da Lorenzo e dalle Ducati di Dovizioso e Iannone. Due Yamaha, due Ducati e due Honda, tutte vicinissimi
24 - Partenza fantastica di Rossi, che gira per primo! Seguono Dovizioso, Lorenzo, Iannone, Pedrosa e Marquez. Marc infila subito Pedrosa, perché non vuole perdere terreno dalla testa della corsa. Anche Lorenzo rimonta subito e passa Dovizioso
Warm up lap - Moto che sfilano per il giro di allineamento
- Piloti sulla griglia di partenza. Non c'è il sole, ma non piove

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

MotoGP: chi è il favorito per il secondo posto nel Mondiale?

TAGS:
MotoGP
Motegi
GP
Giappone
Marquez
Honda
Pedrosa
Rossi
Lorenzo
Yamaha
Ducati
Iannone
Dovizioso

I VOSTRI COMMENTI

meteor02 - 16/10/14

maxeem
infatti a meta 2012 honda ha dato a casey e dany la moto 2013 che ha usato mark nel 2013 con la differenza che casey lamentava chattering anche durante i test da pensionato mentre mark con quel chattering ci ha vinto il mondiale e dany sempre con quella moto ha vinto nel 2012 piu gare di chiunque altro.
prima di dare del minus habens a destra e a manca faresti prima a riflettere.

segnala un abuso

maxeem - 15/10/14

statecollegati manco te ci credi lla baggianate che dici! stoner ha vinto un sacco di gare col gommone rosso(quello che rossi doveva sistemare in 80sec) battendo lorenzo pedrosa e rossi, oggi lotterebbe con dovizioso????ahahahaha e poi sicuro che l'honda di inizio 2012 è la stessa del 2014 ???io ricordo che a metà stagione 2012 honda ha portato due telai, e la moto 2013 !! il solito minuhabens ma ormai lo sappiamo ci divertiamo a risponderti!!

segnala un abuso

statecollegati - 15/10/14

Se è per questo il valore di Stoner lo abbiamo visto anche con la moto che ha lasciato tra le varie polemiche e con la stessa moto Marquez l'anno dopo. E l'unio vero confronto lo abbiamo avuto a Laguna nel 2008 Stoner face una pole di mezzo secondo piu veloce e nelle prove un secondo piu veloce sul passo, avevo una sola traiettoria dove mettere le ruote, lo ha scritto lui nel suo libro. Anche nel 2012 abbiamo visto a gomme buone per tutti e non solo uguali come è stato bastonato da Pedrosa.

segnala un abuso

robytito - 15/10/14

....manco la Honda lo chiama piu per testare la nuova moto......peccato che il 29 e 30 Ottobre fara' i test con la nuova e la vecchia HRC e provera' le nuove coperture...;-).

segnala un abuso

Devastoner - 14/10/14

@ statecollegati: ukawa pilota scarsissimo, capirossi pilota scarsissimo, nel 2006 con un pedrosa la ducati avrebbe stravinto....barros pilota forte, ma con una 500cc quando rossi aveva la nuovissima rc211v, nel 2004 la michelin ha falsato il mondiale, gibernau buon pilota, ai livelli di alex espargarò. Rossi ha guidato la ducati con il telecomando e abbiamo visto quanto ha vinto

segnala un abuso

Devastoner - 14/10/14

statecollegati, l'unico vero raffronto fra stoner e rossi a moto pari lo abbiamo avuto a valencia 2010, pole per stoner la domenica, ultimo tempo per rossi a 2.5 secondi a ducati pari. ABBIAMO VISTO MIO CARO DOTTORE SU UNA DUCATI IL TUO VERO VALORE

segnala un abuso