F1, Spa-Francorchamps: Nico Rosberg centra la settima pole 2014

Battuto il compagno di box, Hamilton, 2°. Dietro alle Mercedes si piazzano Vettel e Alonso, mentre deludono le Williams e Raikkonen

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

In qualifica dominano le Mercedes, con Nico Rosberg che conquista la settima pole stagionale, girando in 2:05.591 sulla pista bagnata di Spa. Hamilton 2°, a +0.228, dopo una serie di giri non perfetti. Più staccati gli inseguitori, con Vettel 3° (Red Bull, +2.126) che precede Alonso (Ferrari, 4°). In terza fila Ricciardo (Red Bull) davanti a Bottas (Williams) e Magnussen (McLaren). Raikkonen 8° (Ferrari), batte Massa (Williams) e Button (McLaren).

Q1 - Pista bagnata e 9°C di temperatura. Non certo condizioni ideali per correre sul filo dei 300 km/h, ma nel sali-scendi di Spa è un classico. Scarsa visibilità per tutti, ma i big entrano subito in pista, perché potrebbe anche riprendere a piovere. Tanti i dritti, che evidenziano le condizioni di aderenza precaria, con tanta acqua sollevata dalle monoposto. E' però Hamilton che spinge senza paura, più di tutti, finendo anche lungo alla chicane. Ma l'inglese è bravo a riprendere la vettura, nonostante le gomme bloccate, e concludere il suo giro in prima posizione (2.07.587). Il tracciato intanto si asciuga leggermente, consentendo ai big di portarsi nelle prime posizioni. Lewis è scatenato e ritocca il suo miglior tempo (2.07.280). Da segnalare la bella prestazione di Bianchi che porta la Marussia fino ai margini della top ten, centrando l'obiettivo del Q2. Brivido per il testacoda della Lotus di Maldonado, evitato dalla Red Bull di Vettel. Ultimi secondi con Rosberg che sfila il miglior tempo ad Hamilton, girando in 2:07.130. Seguono le Williams di Massa e Bottas. Raikonen è 6° davanti alle Red Bull di Ricciardo e Vettel, poi Alonso. Esclusi: Maldonado, Hulkenberg, Chilton, Gutierrez, Lotterer ed Ericsson.

Q2 - La situazione meteo peggiora, con qualche goccia di pioggia che torna a cadere sulla già fradicia pista belga. Le gomme da bagnato intermedio (verdi) sono al limite e ancora si sprecano i dritti ad alta tensione. Tra cui quelli di Alonso e Rosberg, con Grosjean che osa qualcosa di più e finisce anche in testacoda. Il vertice della classifica intanto vede di nuovo un testa a testa tra Lewis e Nico, con l'inglese ad avere la meglio (2.07.089); prima di migliorarsi con un pazzesco 2:06.609! In scia alle Mercedes, si piazza quindi Alonso (+1.841!) seguito dalle Williams, tra cui si infila anche Raikkonen. Nel finale, attimi di apnea per le Red Bull, con Vettel da 11° a 7°, salvo con un giro al limite, mentre Ricciardo chiude 9° davanti a Button. Esclusi: Kvyat, vergne, Perez, Sutil, Grosjean e Bianchi.

Q3 - Non piove più e Vettel è il primo ad entrare in pista, carico e determinato dopo i problemi del venerdì. Lo seguono le due Mercedes, con Hamilton che nel giro lanciato, però, va subito dritto. Ma è Rosberg che alza immediatamente il livello, girando in 2:05.698, sfruttando il progressivo miglioramento della pista. Lewis si piazza dietro, guidando meno pulito e prendendo inizialmente quasi 7 decimi. Vettel intanto è già 3°, ma lontanissimo, staccato di +2.443. Mentre lavorano di voltante le Rosse di Alonso e Raikkonen, impegnati per restare nei primi posti. Tutti ai box per un cambio gomme veloce, quando sulla pista appare un timido sole. Al rientro è ancora Vettel il primo a lanciarsi, spingendo forte e ritoccando leggermente il suo tempo, ma confermandosi in terza piazza. Intanto all'Eau Ruoge Hamilton fa segnare i 278 km/h, mostrando la volontà di forzare nonostante l'asfalto ancora molto bagnato. Ma non basta l'intento, perché Lewis resta dietro a Nico. Nelle ultime curve intanto va lungo di Ricciardo, che però non toglie il piede dal gas e firma il quinto posto. Fa meglio invece Alonso che centra la seconda fila e per soli 69 millesimi resta dietro a Vettel. Una buona prestazione della Ferrari, anche se nell'ottica gara lo spagnolo si troverà a gestire proprio l'assalto delle Red Bull. Chiude invece la terza fila la Williams di Bottas, meno efficace rispetto a quanto fatto vedere nelle libere del mattino. Infine, non brillano Raikkonen e Massa che si devono accontentare dei margini della top ten.

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

F1: Spa è imprevedibile. Chi vincerà il GP del Belgio?

TAGS:
F1
Spa
Belgio
Qualifiche
Pole
Mercedes
Ferrari
Williams
Alonso

I VOSTRI COMMENTI

Ale55andr082 - 24/08/14

caro benjamino torakiko resident evil ferretti leo rafa71 ecc. te che dai del multinick a qualcuno è una barzelletta. Detto cio sparito de cosa? ho ben detto che sono uscito....ma te hai continuato a cantartele e suonartele da solo a quanto leggo...come al solito....

segnala un abuso

giovanniF1 - 24/08/14

Hamilton anche oggi ha avuto problemi ai freni, qualific@zioni ancora influenzate da problemi tecnici

segnala un abuso

benjy88 - 23/08/14

LASCIANDO STARE IL SOLITO PLURINICCATO CHE OVVIAMENTE E' SPARITO CON TUTTI I SUOI NOMI.. DOMANI DUELLO HAMILTON DI CAPRIO ALLA PRIMA CURVA!!

segnala un abuso

Seby-pizzi - 23/08/14

Ricciardo senza quell'errore sarebbe terzo

segnala un abuso

benjy88 - 23/08/14

SI ALESSANDRO ADESSO ENTRI CON ROSSONERISIAMONOI,POI FORZAJUVE,POI 130343.. ORMAI TI CONOSCONO TUTTI!!INTANTO IL TUO VIDAL FA' RIDERE PERCHE' NON LO PRENDETE IN FERRARI??

segnala un abuso

wall64 - 23/08/14

tranne rotture o incidenti, le due mercedes restano favorite. dietro di loro vederi Alonso e Ricciardo

segnala un abuso