Ferrari, Raikkonen: "C'è ancora molto da fare"

Nella conferenza stampa pre Gran Premio di Monaco il finlandese aggiunge: "Parecchi fattori possono condizionare la gara"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Raikkonen, AFP

Kimi Raikkonen è pronto a dare battaglia in vista del Gran Premio di Monaco. Nella conferenza stampa di presentazione il finlandese, che a Montecarlo ha vinto nel 2005 quando era al volante della McLaren, ha detto: "Qui andò piuttosto bene in gara, ma ci sono parecchi fattori che possono condizionare il nostro risultato. É troppo presto per dire come: tutto è diverso rispetto all’anno scorso. Puntiamo a fare il nostro meglio".

Raikkonen, 34 anni, ha risposto così a chi gli chiedeva un bilancio su questo primo scorcio di stagione al volante della Ferrari: "Siamo andati piuttosto bene in tutte le gare, ma avevamo qualche problema. Ho sempre fatto un po’ di confusione, ma è andata meglio rispetto all’ultima volta. Abbiamo ancora parecchio lavoro da fare: passo dopo passo miglioriamo, ma come noi anche gli altri team. Continuiamo a lavorare duramente e vedremo come andrà".

Il finlandese ha un buon feeling con il circuito del Principato: "Sì qui sono andato piuttosto bene alcune volte in gara, ma non sempre, perché succede qualcosa all'esterno che ti fa andare male. Ci sono parecchie cose che possono condizionare il tuo risultato. Negli ultimi anni non è andata benissimo, quindi adesso speriamo di riuscire a portare a casa dei buoni punti. anche se è un po’ troppo presto per dire come andrà la macchina, visto che è tutto diverso rispetto allo scorso anno, dobbiamo andare in pista con la mente più aperta possibile e cercare di fare il nostro meglio".

ALONSO: "GP DELLE SORPRESE"

"Abbiamo più di un problema in questo momento, ma è chiaro che sarebbe molto positivo avere una buona trazione qui. Anche senza avere una trazione da primato, qui a Monaco negli anni scorsi siamo riusciti a fare bene ottenendo anche dei podi. Mi auguro che questo weekend riusciremo ad essere competitivi abbastanza da trovarci nelle prime posizione e portare a casa un buon numero di punti. La trazione sarà un elemento di dubbio per tutti in questo fine settimana: le vetture di quest’anno si sono dimostrate fin qui piuttosto difficili da guidare e ora arriviamo su una pista molto speciale, dal disegno unico e che contiene alcuni punti molto a rischio. Dobbiamo aspettare e vedere quale squadra è in grado di adattare meglio la vettura a questo circuito. Come ho già detto altre volte, su questa pista è più importante trovare un assetto che ti dia grande confidenza con la vettura tra le barriere che avere un aggiornamento che ti regala qualche decimo di secondo. Monaco certamente offre uno scenario differente e può dare vita a una gara che sia un po’ più aperta rispetto alle altre gare in cui il dominio Mercedes è stato netto. Detto questo, il loro resta il team favorito anche per questa corsa perché anche se le prestazioni assolute delle vetture qui sono meno importanti, avere una buona monoposto resta un punto fondamentale. Questa pista, però, può riservare sorprese. Abbiamo certamente le capacità per migliorare la vettura e se lo facciamo nelle aree in cui c’è un margine maggiore, possiamo sperare di avere gare e risultati più appaganti".  

TAGS:
F1
Monaco
Raikkonen
Ferrari

I VOSTRI COMMENTI

torakiki il giustiziere - 22/05/14

LA PIU BELLA SORPRESA CARO ALFONSO FU L ANNO SCORSO QUANDO IN UN CIRCUITO COME QUESTO, RIUSCISTI NELL INCREDIBILE IMPRESA DI FARTI SUPERARE DA BEN DUE VETTURE.....UN VERO E PROPRIO RECORD!!!.....POI QUANDO NON SAI COSA DIRE DAI LA COLPA ALLA MACCHINA....

segnala un abuso