F1, GP Cina: tris d'oro per Hamilton, ma super Alonso è terzo

Doppietta Mercedes con Rosberg 2°. Grande gara del ferrarista che torna sul podio. Ricciardo 4° davanti a Vettel

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Lewis Hamilton firma la sua terza vittoria stagionale (consecutiva) dominando il GP della Cina e raggiungendo Niki Lauda a quota 25 successi in carriera. E' la terza doppietta Mercedes, con Rosberg 2°, che resta però al comando della classifica mondiale con 79 punti, +4 sul compagno di box. Torna sul podio Alonso (Ferrari), 3° dopo una gara d'attacco. Seguono le Red Bull, con Ricciardo 4° che batte il campione del mondo Vettel, 5°. Raikkonen è 8°.

SCINTILLE AL VIA - Hamilton parte bene e tiene il comando della corsa, gestendo l'attacco di Vettel che gli si accoda. Partono invece male Ricciardo e Rosberg, tra cui s'infila Massa. Il brasiliano, però, è un po' troppo entusiasta nella manovra e finisce contro la Ferrari di Alonso, che sopraggiunge dall'altro lato. Il contatto è duro, al punto che si sollevano le ruote della Williams, ma entrambe le auto procedono senza danni. Nonostante tutto Fernando si prende la terza posizione. Dietro, l'altra Williams di Bottas finisce allo stesso modo contro Rosberg. Entrambi fortunati a non rimediare rotture.

PIT STOP - Il degrado delle gomme è immediato e dopo 10 giri iniziano le prime soste. Entrano le Ferrari di Raikkonen poi Alonso, e si ferma anche Massa. Il team Williams però pasticcia, non trova le gomme e non riesce a montarle. La perdita di tempo è importante, e il brasiliano torna in pista ultimo. Si ferma anche Vettel, che rientra proprio mentre sopraggiunge Alonso: grazie nel balletto del pit-stop Fernando sfila la posizione al tedesco della Red Bull. Le prestazioni dei primi decadono e ritardano l'ingresso le Mercedes e Ricciardo, che viene tenuto in pista con un "resisti 3 giri" dal muretto box. Mossa strana, che dopo il cambio gli costa la posizione, ceduta a Rosberg. E' invece il giro 17 quando anche il leader della corsa si ferma, dopo un dritto e con gomme completamente finite. Hamilton torna in pista restando al comando, ma con la Ferrari di Alonso è alle sue spalle, seguita a distanza dalla Red Bull di Vettel.

VETTEL IN CRISI - Il campione del mondo soffre i consumi e abbassa le sue prestazioni. Questo consente la risalita alle sue spalle di Rosberg, che gli si fa sotto e sul rettilineo lo passa. Seb cerca di rispondere con grande grinta nelle curve successive, ma nulla può contro la Mercedes, che alla fine prende il 3° posto e il largo. Ma i guai per Vettel non sono finiti, perché in scia è arrivato Ricciardo. Un bel grattacapo per il muretto box Red Bull, che chiede a Seb di far passare l'australiano. Il campione non cede la posizione e protesta via radio. E' allora Daniel che sul rettilineo trova un varco interno e si affianca. Vettel non può far altro che aprire la porta sua malgrado.

ATTACCO ALLA ROSSA - Rosberg alza il ritmo, al punto da farsi pericoloso alle spalle di Alonso. La Ferrari anticipa il secondo pit-stop, mentre Nico prosegue prendendosi la seconda piazza. Fernando rientra quarto, alle spalle di Ricciardo. Intanto si ferma Vettel, disperato dopo essersi visto sorpassare anche da una Caterham! Tocca quindi a Rosberg e Ricciardo fermarsi in tandem ai box, per rientrare dietro ad Alonso, che si riprende così la seconda posizione. Ultimo stop anche per Hamilton, che "entra-esce" restando comodamente in testa alla corsa (+12").

DOMINIO MERCEDES - Si concretizza così la terza doppietta stagionale (e consecutiva) per le monoposto tedesche. Terzo centro per Hamilton, che ora marca da vicino Rosberg nella sfida mondiale. Alonso riesce a resistere all'attacco della Red Bull, arrivando con solo +1"2 di vantaggio su Ricciardo. Lo spagnolo ora sale anche al terzo posto nel mondiale con 41 punti. Chiude più staccato Vettel, che precede Hulkenberg, Bottas e quindi Raikkonen, 8° al traguardo.

Ferrari, vietato esaltarsi

Il podio di Shanghai è più merito di Alonso che della F14 T: anche a Maranello lo sanno L. Budel

TAGS:
F1
Formula 1
Ferrari
Fernando Alonso
Kimi Raikkonen
Williams
Felipe Massa
Red Bull
Sebastian Vettel
Daniel Ricciardo
Nico Rosberg
Mercedes
Lewis Hamilton
McLaren
Jenson Button
Force India
Sergio Perez
Lotus
Monoposto
Tempi F1
Classifiche F1
Risultati F1
Cina

I VOSTRI COMMENTI

frankiebeerross - 22/04/14

Diciamo che sembra di essere al primo campionato ove le red bull facevano un mondiale diverso ma nella stessa pista con gli altri,in cina è sembrato così.............................e cioè le mercedes che andavano per la loro strada e gli altri cercavano di guadagnarsi la pagnotta!.

segnala un abuso

benjy88 - 21/04/14

CI SARANNO GIAPPONESI CHE LAVORERANNO CON NOI E PER NOI... QUESTO VUOL DIRE ANCHE PIU' RISORSE ECONIMICO E PRESUMIBILMENTE PIU' SVILUPPO.. SPERO CHE BRAWN POSSA TORNARE PERCHE' E' UNA PERSONA LUNGIMIRANTE CHE IN F1 HA DATO MOLTO.. POI LA CILIEGINA KOBAYASHI CHE A 28 ANNI MERITA UN GRANDE TEAM... COSA CHE AVREBBE MERITATO GIA' A 23 ANNI DOPO LE GRANDI GARE IN TOYOTA...

segnala un abuso

benjy88 - 21/04/14

E' ANCHE UNA MIA SPERANZA!!NON E' SOLO IL MOTORE HONDA MA E' LA PARTNERSHIP IN GENERALE CHE CONTA... SPERO CHE BRAWN POSSA ESSERE STIMOLATO DA CIO' E TORNARE.. RICORDATEVI INOLTRE LA EX HONDA QUANDO DIVENTO' BRAWN GP... E UN PILOTA COME KOBAYASHI CHE AL PRIMO SABATO HA OTTENUTO IL MIGLIOR RISULTATO IN PROVA DELLA STORIA DELLA CATERHAM.. PILOTA CON UN GRANDE MANICO ALLA HAMILTON PER INTENDERCI.. BUTTON E' TROPPO IN LA' CON GLI ANNI E NON HA CARATTERE...

segnala un abuso

tonio17 - 21/04/14

dove deduci che grazie al motore honda doinera il mondo ?
serve il pacchetto completo motore telaio ecc ecc solo col motore ce fai poko guarda mc laren di oggi,
secondo me chi metti metti i piloti sono tt dello stesso livello naturalmente i vari alonso hamilton vettel hanno qualche decimo in piu nel manico ma in complesso nn vedo troppa distanza dai altri
ps.... forza hamilton

segnala un abuso

Tackleberry89 - 21/04/14

benjy88 - 20/04/14
SULLA MCLAREN NON POSSO DIRE MOLTO VISTO CHE NON SVILUPPIAMO DAI TEMPI DI SENNA.. L'ANNO PROSSIMO DOMINEREMO IL MONDO CON L'ARRIVO DI BRAWN E KOBAYASHI E IL MOTORE HONDA!!

Questo tuo commento denota tutta l'immaginazione che possiedi, sembri quasi come uno scrittore di libri fantascientifici.... vada per il motore Honda.... Ma kobayashi no ti prego.... mettici dentro alfonso o vettel perchè altrimenti il mondiale te lo scordi... =))))))

segnala un abuso

Tackleberry89 - 21/04/14

ska.luke - 20/04/14
Vettel appagato??!.....
Sono d'accordissimo con te, quando la macchina non va è prendi paga dal compagno più giovane vuol dire che qualcosa non va... purtoppo non sono fette di salame quelle che qualcuno ha sulgli occhi....ma fette di mortadella tagliata ben spessa... LO RIBADISCO.. CON LA RED BULL DEGLI ANNI SCORSI ANCHE NANDO ED HAMILTON AVREBBERO VINTO 4 MONDIALI DI FILA.

segnala un abuso

Gilles 27 - 20/04/14

Honda dominerá? Credo che in generale in questo forum si campa di ricordi. Quelli che tifano McLaren vogliono la Honda stratosferica degli anni 80 con Senna, i Ferraristi sognano un era di vittorie alla Schumi... Insomma si vive di ricordi, ma il presente mostra una Mercedes che domìna a piacimento e non sarà certo campando di ricordi che si potrà cambiare questo campionato.

segnala un abuso

ska.luke - 20/04/14

Vettel appagato??! La realtà a mio modo di vedere è più semplice di quel che sembra... qualcuno forse ha delle fette di salame sugli occhi. Vettel è un buon pilota che è stato sopravvalutato perchè ha guidato una macchina da 1sec al giro più veloce di tutti e un ex compagno di squadra mediocre in pre pensionamento. Ora ogni domenica viene preso a bastonate da un certo Ricciardo ( per me vera sorpresa in positivo di questo mondiale) che ha appena esordito in RB.

segnala un abuso