Dramma Schumi, nessuna novità

Il silenzio dei medici, però, alimenta le voci più disparate come quella che lo vorrebbe "in coma per sempre"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Sabine Kehm (Ansa), Foto Ansa

A quasi tre settimane dal suo drammatico incidente sugli sci, le condizioni di Michael Schumacher non presentano novità. I medici non hanno emesso alcun nuovo bollettino, ma dalla famiglia trapela che tutto è rimasto invariato. Il che, se da una parte è una buona notizia perché significa che non ci sono peggioramenti evidenti, dall'altra alimenta ogni tipo di indiscrezione. Che poi in questa vicenda è stata il filo conduttore dell'incidente.

Come la notizia del soccorso a una bambina, poi smentito, o quella dell'elevata velocità dell'ex pilota, anche questa smontata. Per questo, se solo 24 ore fa dalla Germania trapelava la notizia che nei prossimi giorni Schumi sarebbe uscito dal coma, adesso si è passati sul fronte opposto. Secondo il settimanale tedesco Focus, infatti, Schumacher "potrebbe essere mantenuto in coma a vita. Le lesioni cerebrali sono le più complicate per il corpo umano. Non si può prevedere quanto una persona rimarrà in coma", come spiega il neurochirurgo Andreas Zieger della Clinica Universitaria di Oldenburg. Per il neurologo tedesco Gereon Fink, inoltre, "se le lesioni sono così gravi da nuocere al paziente, allora viene mantenuto in stato di coma". Queste indiscrezioni sono arrivate anche all'entourage di Schumacher, che, chiaramente, ha smentito la drammatica notizia. Insomma, tutto e l'opposto di tutto. Una situazione che potrebbe andare avanti a lungo, ma che rischia solo di non fare chiarezza sulle reali condizioni del sette volte campione di F1. E al resto del mondo non resta che attendere.

LA FERRARI APRE UNA BACHECA

A Maranello il presidente Luca di Montezemolo e il responsabile della gestione sportiva della scuderia, Stefano Domenicali, continuano ad essere quotidianamente in contatto con la famiglia Schumacher per seguire l'evolversi della situazione. Nel frattempo, tantissime sono le manifestazioni d'affetto per Michael che, giorno dopo giorno, ci arrivano da parte di chi ha condiviso e lavorato con lui undici anni in Rosso e da chi lo ha sempre sostenuto in tutto il mondo: i tifosi ferraristi. "Gesti, parole, pensieri che - aggiungono a Maranello - testimoniano quanto Michael sia entrato nel cuore di chi ama e vive di Ferrari e che importanza abbia nella storia del Cavallino Rampante. Abbiamo così pensato di raccogliere, anche attraverso i canali Twitter e Facebook della Scuderia, tutti questi messaggi e di pubblicarne alcuni su una speciale bacheca sul nostro sito Internet". Il primo - e non poteva essere altrimenti, visto l'intenso rapporto che lo lega a Michael - è quello del Presidente Montezemolo: "Michael, ti sono sempre vicino, con tanto affetto! Tutta la Ferrari ti sta seguendo con me dai box di questa gara importantissima che sono certo vincerai come i tanti Gran Premi che hai vinto con noi!".

TODT: "VINCERAI QUESTA BATTAGLIA"

Il presidente della Federazione automobilistica internazionale, Jean Todt, è convinto che Michael Schumacher riuscirà a uscire dal coma farmacologico ed a guarire dalle conseguenze del gravissimo incidente occorsogli mentre sciava, lo scorso 29 dicembre. "Michael è un combattente, conosco la sua energia, il suo coraggio e la sua tenacia. Credo fermamente che questo possa fare la differenza in un momento in cui il destino sembra vacillare", ha detto a Monaco, l'ex ad della Ferrari e protagonista insieme a Schumacher dei grandi successi del Cavallino. "Sono sicuro che vincerai questa importantissima battaglia", ha aggiunto riferendosi direttamente al suo vecchio amico.

TAGS:
F1
Michael Schumacher

I VOSTRI COMMENTI

Jami83 - 17/01/14

Scusate la mia ignoranza in materia, ma se il coma è farmacologico, ossia indotto, non ci sono più probabilità di risvegliarsi?

segnala un abuso

madunina - 16/01/14

Buonasera.
Da eterno ferrarista, auguro a Schumi il ritorno a una vita normale. Purtroppo dobbiamo renderci conto che, il
fatto di rimanere in coma per troppo tempo, porta inesorabilmente conseguenze disastrose per il ritorno a una
vita normale. Purtroppo ci sono ematomi estesi e i medici, non sono nemmeno potuti intervenire, per il semplice
fatto che sono posizionati in una parte del cervello, non raggiungibile chirurgicamente. Speriamo in bene e tanti
auguri campione !!

segnala un abuso

MAU75SPORTING CLUB - 16/01/14

.............stanno nascondendo qualcosa che già sanno...........................

segnala un abuso

ferrarimen - 16/01/14

tornera di sicuro questo é l augurio di tutti i tifozzi forza é corragio !!!!

segnala un abuso

frankiebeerross - 16/01/14

Credo che ora più che mai il silenzio sia cosa buona per tutto e tutti,perchè prima del pilota in sé viene l'essere umano,e di sicuro lui è uno sportivo con il fisico allenato ma resta sempre umano come tutti noi...................quindi si aspetta e si spera in bene.

segnala un abuso