Sebastian Vettel: "13 è solo un numero. Non sono una leggenda"

Mark Webber: "E' stata una gara complicata, ma speciale"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Webber e Vettel foto Reuters, Foto Reuters

Sebastian Vettel commenta l'ultimo trionfo del 2013: "Credo che 13 sia solo un numero, un giorno qualcuno farà meglio. Non mi sento una leggenda, ma sono fiero di essere in Formula 1. Quello che ho ottenuto è più di quello che potessi immaginarmi". Sul podio il tedesco ha lasciato la parola a Mark Webber che ha spiegato: "E' stato un GP complicato, ma è bello salire sul podio con i due piloti migliori. Tante cose sono andate in modo speciale".

Il tedesco della Red Bull analizza il GP: "E' stata una partenza entusiasmante, ma ho patinato troppo e Rosberg mi ha passato. Dietro Alonso si avvicinava, ma ho usato il KERS e ho resistito. Per fortuna alla prima curva non c'è troppo spazio. Poi dopo un giro sono riuscito a passare subito Nico. Da lì in poi ho controllato fino al secondo pit-stop, che è stata una chiamata dell'ultimo minuto. Speravo tutti fossero pronti, ma avevo 3 gomme montate... Anche l'anno scorso è mancata l anteriore destra - scherza Seb -. Per questo Mark si è accodato e c'è stato un po' di caos, ma poi è andata bene. Avevamo ancora margine dalla Ferrari e ho controllato fino al traguardo, nonostante il traffico e la pioggia che stava per arrivare. Alla fine è andata bene".

E' quindi Mark Webber che, nella sua ultima conferenza in F1, racconta: "Sono contento per oggi. E' stato un GP un po' complicato, con condizioni asciutte, ma strane. Ho avuto un inizio difficile, poi però ho lottato molto e ho preso il ritmo giusto. Fino a quando ho passato anche Alonso. Ho fatto una bella gara e dei bei sorpassi, era importante fare una doppietta per il tutto team. Anche se hanno fatto un po' di casino in pit-lane, ma è andata bene. E' bello salire su questo podio con i due piloti migliori e festeggiare così l'ultima gara. Il prossimo anno correrò in Porsche e sarà tutto diverso".

TAGS:
Webber
Vettel
Red Bull
F1
Brasile

I VOSTRI COMMENTI

ALEX190667 - 25/11/13

Vettel forse non è (ancora) una leggenda ma Alonso è sicuramente una barzelletta.....

segnala un abuso

romano67 - 25/11/13

i numeri dicono che vettel è gia leggenda, spero che presto venga in ferrari,cosi ricominceremo a vincere...
seguo la F1 da quasi 35anni, e nn ho mai visto un campione vincere dando cosi facilmente 1/2 secondi al giro a un suo compagno di squadra...

segnala un abuso

benjy88 - 25/11/13

NEL 2012 ERA LA FERRAGLIA CHE DOMINAVA.. EPPURE COME E' ANDATA??SENZA PARLARE DEL 2010.. NON VOGLIO ESSERE CATTIVO...PASSINO LE ANNATE 2011 E 2013.. MA L'ANNO SCORSO COME LO HA PERSO IL TITOLO L'IBERICO?? COI SUOI SABATI DA OTTAVO POSTO!! SI FACCIA UN MEA CULPA!!

segnala un abuso

torakiki il giustiziere - 25/11/13

CARI NOROSSI E WALL....SE ALLORA PER VOI LA LEGGENDA è IL CHIACCHERONE DELLA SPAGNA, CHE SONO 7 ANNI CHE SI LAMENTA E SI AUTOPROCLAMA IL MIGLIORE DELLA F1 MA NON VINCE UN TITOLO.....QUESTO SI CHE è UN RECORD CHE RIMARRA NELLA STORIA.....POI VALENTINO ROSSI CARO NOROSSI, SONO 15 ANNI CHE è SULLA BRECCIA IN QUESTO SPORT.....DOVRESTI SOLO APPREZZARLO CHE DENIGRARLO.....IL TEMPO PASSA PER TUTTI MIO CARO....LUI è ANCORA AL VERTICE ANCHE SE NON PIU VINCENTE....

segnala un abuso

norossi - 25/11/13

E indovina? non lo sarai mai una legenda! soprattutto visto che il merito delle tue numerose vittorie è esclusivamente della tua macchina che ti da di media un sec. al giro di vantaggio, chissà perchè mi ricordi tanto un pilota di moto gp che ha raccolto più di quanto abbia meritato.
E' proprio vero che chi ha i denti non ha il pane...................................................

segnala un abuso

wall64 - 25/11/13

Ma che leggenda!!! con un mezzo superiore alla concorrenza, con un compagno di squadra penalizzato dal team ( � sempre la macchina di webber che si rompre )!!! Ti piace vincere facile eh!!!!!

segnala un abuso