F1: Sebastian Vettel domina nel secondo turno di liberea ad Austin

Seguono le Mercedes e Kovalainen, 5° con la Lotus. Più staccate le Ferrari: Alonso 10°, Massa 12°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Red Bull foto Reuters, Foto Reuters

Le Red Bull dominano la seconda sessione di prove libere del GP di Austin. Sebastian Vettel firma il giro veloce in 1:37.305, precedendo Webber (+0.115), poi le Mercedes di Rosberg (+0.480) e Hamilton (+0.653). Kovalainen (Lotus, +0.768) è 5° davanti alle Sauber di Gutierrez (+0.924) e Hulkenberg (+0.949). Dietro è 8° Grosjean (Lotus, +0.950) poi Button (McLaren, +0.964). Le Ferrari: Alonso è 10° a +1.156, Massa chiude 12° (+1.633).

Dopo essersi aggiudicato il turno del mattino, Alonso sprofonda nelle retrovie. Fernando entra ai margini della top ten, dopo aver provato i long run con entrambe le mescole. Un test da cui è il ferrarista è uscito con un buon passo con le gomme medie (riga bianca), mentre ha accusato qualche difficoltà di troppo con le dure (arancione). Difficoltà che invece non hanno assolutamente avuto le Red Bull, al punto che il muretto box ha avvisato i piloti di "risparmiare le gomme", già a metà del turno e con la consapevolezza di avere già raggiunto le prestazioni al top. Ovvero il passo necessario per affrontare la gara. Quindi 35 giri per Sebastian, qualcuno in più rispetto ai 33 firmati da Alonso.

Tra i due, una classifica significativa per il tipo di lavoro fatto da ogni team. Considerando anche una pista più lenta rispetto al mattino e progressivamente gommata dalle monoposto. Dove Webber è rimasto stabilmente in scia al compagno di box, mentre alle spalle delle "lattine", ecco le due Mercedes in tandem. Con Rosberg lontano mezzo secondo dalla vetta, ma davanti ad Hamilton di oltre 2 decimi. La sorpresa di giornata è quindi il "quasi pensionato" Heikki Kovalainen che, dopo 41 passaggi e il sedile di Raikkonen riadattato, si porta al 5° posto a meno 8 decimi dal leader di giornata. Un debutto in Lotus molto positivo, che lascia a Grosjean il lavoro grosso sul setting per la gara. Romain che si piazza dunque 8°, per un pugno di millesimi davanti a Button. In mezzo ai big le Sauber motorizzate Ferrari di Gutierrez e Hulkenberg, entrambe con 40 giri all'attivo, e circa 9 decimi di ritirdo. Una prestazione davvero molto convincente, soprattutto guardando le difficoltà incontrate da Massa, 12° e davanti a Perez (McLaren) per soli 3 millesimi.

DITE LA VOSTRA

F1, Austin: la Ferrari riuscirà a difendere il 3° posto nel mondiale costruttori, dagli attacchi della Lotus?

TAGS:
F1
Formula 1
Ferrari
Fernando Alonso
Felipe Massa
Red Bull
Sebastian Vettel
Mark Webber
Nico Rosberg
Mercedes
Lewis Hamilton
McLaren
Jenson Button
Sergio Perez
Kimi Raikkonen
Lotus
Monoposto
Tempi F1
Classifiche F1
Risultati F1
Austin

I VOSTRI COMMENTI

nandop6 - 16/11/13

Vediamo oggi e domani cosa farà Kovalainen, secondo me era meglio Valsecchi.

segnala un abuso