Serie A: Roma-Napoli 2-0, doppietta di Pjanic

I giallorossi restano a punteggio pieno dopo 8 giornate, Benitez scivola a -5

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

PAOLO MANDARA'

Continua la marcia trionfale della Roma in vetta al campionato: nell'anticipo dell'ottava giornata di A, i giallorossi battono il Napoli per 2-0 e si portano a +5 sulla squadra di Benitez, al momento seconda con la Juve. Il Napoli spaventa due volte De Sanctis con Pandev e Insigne, ma Pjanic sblocca allo scadere del primo tempo. Nella ripresa è ancora il bosniaco a sfruttare un calcio di rigore concesso per fallo di Cannavaro (espulso) su Borriello.

LA PARTITA

Festa Roma, foto Lapresse

Per definire fenomenale l’avvio di stagione della Roma, servivano prove importanti: sono arrivate. La gara di San Siro con l’Inter e la replica dell’Olimpico col Napoli confermano che i giallorossi, oltre ad aver vinto in anticipo il titolo di "squadra rivelazione" – a meno di crolli clamorosi che al momento all’orizzonte proprio non si vedono – diventano la squadra favorita per lo scudetto. Non una delle tante, ma la principale. Lo dicono i numeri (otto partite vinte su otto, con 22 gol all’attivo e appena 1 subito), lo dice il gioco (capace di infiammarsi nei momenti cruciali della partita), lo dice soprattutto la testa. Un elemento da non sottovalutare nel calcio moderno, perché è quella che consente di rimanere concentrati per 90’, partita dopo partita, anche quando fra due imprese di fila si inserisce una fastidiosa pausa di 15 giorni, che rischia di imballare spirito e gambe. Ebbene, la Roma supera a pieni voti l’ennesimo esame. E, badate bene, lo fa indipendentemente dagli uomini. Gli infortuni di Totti e Gervinho – fin qui i più bravi in questa stagione – potrebbero condizionare ma non lo fanno.

Soprattutto quello del capitano, che dopo aver aperto spazi impensabili nei primi 30’ si gioco, avverte un risentimento muscolare nei pressi della sua area, quando andava a sbrogliare una situazione pericolosa. Al suo posto Borriello, generossimo dietro. Non sembra mettersi granché bene per la Roma, dato che l’uscita di Totti coincide con un momento di rottura della partita, quello in cui il Napoli finalmente alza la testa e comincia a predicare gli insegnamenti di Benitez. Comincia, in altre parole, lo show: Pandev si invola in campo aperto ma trova De Sanctis e De Rossi a impedirgli la gioia del gol, ma il macedone – non contento – serve a Insigne il possibile assist del vantaggio: Lorenzino spreca sul palo da pochi passi. Pjanic sale in cattedra, e dai 25 metri, dopo un fallo procurato da Gervinho (che costa a Cannavaro il primo giallo), pennella la punizione dell’1-0.

Un risultato giusto, dato che la prima mezz’ora, quella con Totti in campo, era coincisa con un’ottima Roma. Sempre giocate palla a terra, tagli rapidi, dai e vai. Tutto il meglio del repertorio che già aveva annichilito l’Inter. Poi, nella ripresa, la partita cambia padrone, il Napoli (con Higuain fermo a guardare dalla panchina) fa il suo dovere e prova a smontare pezzo dopo pezzo la difesa romanista. Che stavolta non vacilla: Benatia è una certezza, Castan si riprende e De Rossi continua a far da scudo. Le bordate di Inler e Hamsik sbucciano appena il palo della porta di De Sanctis. Poi, minuto 25’, Cannavaro stende in area Borriello (in realtà la trattenuta è di entrambi) e Orsato consegna a Pjanic il rigore del 2-0. Da quel momento è controllo e pure un po’d’accademia, con gli ospiti in dieci. La Roma si toglie di dosso la veste di matricola tosta e mette in ghiaccio i tre punti con una personalità da far paura. Anche Higuain, ancora in precarie condizioni fisiche, non riesce a dare una svolta, così il Napoli scivola a -5, con la Juve attesa domenica a Firenze. La notte è giallorossa, come la vetta della classifica.

LE PAGELLE

La trattenuta di Cannavaro su Borriello, foto Lapresse

Maicon 7 - Primo tempo scintillante: dimentica in un sol colpo l'infortunio e l'anno al City, torna a galoppare come un tempo e crea pericoli. Anche nella ripresa si fa vivo e mette in apprensione il Napoli

Pandev 5,5 - Nel complesso la prestazione è buona ma pesa come un macigno l'errore sullo 0-0. Parte bene sul filo del fuorigioco, poi rallenta e De Sanctis lo ipnotizza. Il Pipita avrebbe sbagliato?

Gervinho 6,5 - E'un arma tattica micidiale, imprevedibile. Anche in una serata meno pazzesca di quelle precedenti, si procura la punizione dell'1-0 che sblocca la partita. L'infortunio sospende l'incantesimo, ma chi ci avrebbe scommesso?!?

Hamsik 5 - Quando la squadra si rintana dietro, è il primo a risultare anonimo. Nel secondo tempo è più partecipe e prova a graffiare ma conferma il periodo di scarsa vena

De Rossi 7,5 - Almeno tre interventi decisivi nella sua area di rigore, fra cui quello gladiatorio su Pandev (in collaborazione con De Sanctis). Si divora un gol di testa ma è l'anima di questa squadra. Clonatelo

Insigne 6,5 - Il migliore della sua squadra. Le azioni offensive passano da lui, anche se manca un po' di lucidità sotto porta

Pjanic 8 - Viene da due partite dispendiose con la Bosnia (portata al Mondiale) e gioca in modo gagliardo. Qualità, eleganza e cinismo: prodigioso il calcio di punizione spedito nel sette per l'1-0, deciso il penalty del raddoppio. Costringe il Napoli alla prima sconfitta stagionale in campionato

IL TABELLINO

ROMA-NAPOLI 2-0

Roma (4-3-3): De Sanctis 7; Maicon 7, Benatia 7, Castan 6, Dodò 6,5; Pjanic 8, De Rossi 7,5, Strootman 6,5; Florenzi 7 (36' st Marquinho sv), Totti 6,5 (33' Borriello 6,5), Gervinho 6,5 (13' st Ljajic 6). A disp.: Skorupski, Lobont, Torosidis, Burdisso, Romagnoli, Taddei, Bradley, Ricci, Caprari. All.: Garcia 7
Napoli (4-2-3-1): Reina 6; Maggio 5, Albiol 6, Britos 6 (45' Cannavaro 4), Mesto 5,5; Inler 6 (38' st Dzemaili sv), Behrami 6; Callejon 5,5, Hamsik 5, Insigne 6,5; Pandev 5,5 (23' st Higuain 5,5). A disp.: Rafael, Colombo, Armero, Fernandez, Radosevic, Mertens, Zapata. All.: Benitez 5,5
Arbitro: Orsato
Marcatori: 48' Pjanic, 26' st rig. Pjanic
Ammoniti: Pjanic, Benatia (R), Pandev, Inler (N)
Espulsi: 25' st Cannavaro (N) per doppia ammonizione

TAGS:
Roma
Napoli
8.a giornata
Serie a

I VOSTRI COMMENTI

ducatista73 - 19/10/13

ma e vero che isla (juve) e cannavaro (napoli) andranno all'inter?

segnala un abuso

fagabrizio - 19/10/13

..nel nostro momento migliore è capitata quella punizione e il gran goal seguente di pjanic che, a 10 secondi dalla fine del primo tempo, ci ha un pò tanto demoralizzato...nel secondo tempo siamo comunque usciti bene e abbiamo costretto la roma a difendere in 11 e abbiamo preso 2 legni e ancora una volta nel momento migliore capita il rigore e l'espulsione che ha di fatto chiuso la partita...quindi dico...buona roma, onore a loro che sono stati più cinici di noi..ma resta un buon napoli!

segnala un abuso

fagabrizio - 19/10/13

Da tifoso napoletano dico che una sconfitta in casa della Roma, soprattutto di questa roma, ci può anche stare...il modo in cui è arrivata però brucia un pò...non parlo del rigore che ci può stare o meno ma del fatto che secondo me non è così meritata come i giornali stanno dichiarando a destra e a manca..nel primo tempo la roma ha creato qualche occasione ma le 2 del napoli con pandev e insigne erano clamorose e non mi spiego ancora come almeno una delle due non l'abbiamo messa dentro..continua

segnala un abuso

SanDiegoan - 19/10/13

Caro B88, Roma fortunata, ma devi considerare la SFORTUNA di perdere Totti(Campione unico) e Gervinho, quindi sfortuna e fortuna si sono compensate.

A chi dice che la Roma potrebbe non resistere: ha SOLO il campionato, non sottovalutate questo fattore, importantissimo.

La Roma vince con la difesa, che è sempre in sintonia con gli altri reparti, ha grandi giocatori in ognuno(Bena, Stroot, DDR, Gervi, Totti, Flor).

Maicon sembra quello del 2010, che acquisto..!

segnala un abuso

juvenelcuore67 - 19/10/13

Edo 87 ciao.
Spero tanto che il Milan non vinca contro l'Udinese perche sono proprio curioso di vedere cosa combineranno il LEGA per far arrivare li Milan al terzo posto. Negli ultino 5 anni il Milan e la squadra italiana piu ridicola d'europa ed e la squadra che ha vinto meno di tutti. Le 5 champions che ha vinto sono parte del passato le altre 2 sono state RUBATE.

segnala un abuso

BIN0MI0INTERM0RATTI - 19/10/13

TUTTO SOMMATO E' STATA UNA PARTITA EQUILIBRATA,GLI EPISODI HANNO FATTO LA DIFFERENZA MA GUARDA CASO ANCORA FAVOREVOLI ALLA ROMA COME CONTRO L'INTER.
LA ROMA E' COMUNQUE UNA SIGNORA SQUADRA QUEST'ANNO.

segnala un abuso