Undici anni dopo è sempre Abbiati

Da Perugia a Brescia con 'Briciolina'

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MASSIMILIANO CRISTINA

Abbiati, foto gettyimages

Sono passati quasi undici anni da quel volo all'incrocio sul destro di Bucchi nella partita che regalò il sedicesimo scudetto all'allora Milan di Zaccheroni in un caldo pomeriggio di Perugia. Oggi i rossoneri sono a un passo dal riportare a casa quello scudetto che manca dalle parti di via Turati da sette anni anche grazie a Christian Abbiati che nella vigilia di Pasqua bresciana, ha riportato i tifosi rossoneri indietro nel tempo fino a quel 23 maggio 1999 - quando ancora era un ragazzino - sfoderando una parata salvarisultato su Diamanti - anche ora che ragazzino più non è - molto simile per atleticità e importanza.

Il probabile 18esimo scudetto rossonero, oggi come allora, avrà la firma del portierone rossonero ben leggibile sul trofeo dopo una stagione straordinaria fatta di qualche infortunio e tante parate decisive nei momenti che contano. La 'Briciolina' del 1999 è ormai un'opera d'arte fatta e finita, capace di trasformare in cerchio una carriera che dopo i primi anni ad alto livello sembrava destinata a rimanere un'anonima parabola discendente. Esordire vincendo un scudetto da protagonista alla prima annata rossonera, partendo come terzo portiere e diventando titolare per una serie incredibile di coincidenze, fece sbandare un po' il buon Abbiati che negli anni subito successivi a quel 1999 riuscì ad esprimersi a buoni livelli solo a fasi alterne fino all'arrivo di Nelson Dida, il brasiliano che spense i riflettori attorno a lui facendolo accomodare in panchina. Da lì l'inizio delle incomprensioni che portarono alla cessione del 2005 al Genoa di Preziosi con un biglietto di sola andata che si trasformò subito in un andata e ritorno per la retrocessione dei rossoblu nell'allora C1 per il famoso caso Venezia.

Abbiati, foto gettyimages

I successivi prestiti torinesi, l'esperienza a Madrid e il rifiuto di passare al Palermo nell'estate del 2008 sembravano aver fatto scorrere i titoli di coda sulla storia rossonera di Abbiati che invece nelle ultime due stagioni ha subìto un'impennata decisiva. Il volo su Diamanti ha suggellato un'annata straordinaria con interventi salvarisultato in momenti delicati, basti ricordare l'ultimo miracolo nel derby. Con 18 reti al passivo, merito anche di una grande difesa costruita da Allegri, è il portiere meno battuto della Serie A, valore aggiunto anche per i fantallenatori con la Nazionale, anche se improbabile, che non è più vissuta come un miraggio, anzi.

Ecco l'unico rimpianto - se di rimpianto si può parlare - riguarda proprio la Nazionale. Cesare Prandelli d'altronde è stato chiaro: per l'Italia non prenderà in considerazione i vari Abbiati, De Sanctis o Storari per permettere ai giovani di crescere a fianco di Buffon. Poco male per un giocatore, come il rossonero, che di esperienze tra Europei e Mondiali (2000 e 2002) ne ha già avute ma che sicuramente potrebbe far comodo al giro azzurro. Ma non è detto che il cerchio della sua carriera non si possa chiudere perfettamente, anche se di fare il secondo in Azzurro non sembra averne intenzione.

I VOSTRI COMMENTI

eros111958 - 26/04/11

Il ruolo del portiere è diverso da tutti gli altri.
Ricordiamoci che Zoff è diventato campione del mondo a 40 anni.
In nazionale in porta si mette il migliore, indipendentemente dall'età, non i giovani da valutare "in prospettiva", perchè il portiere lo puoi cambiare anche ad ogni partita senza che il gioco della squadra ne risenta.
Ci fosse stato Abbiati al posto di Marchetti come vice Buffon in Sudafrica!
Ma Lippi gli preferiva persino Amelia ....

segnala un abuso

sonosemprejhonny7 - 26/04/11

grazieadiononsonointerista e se non erro vinse anche lo scudetto...

segnala un abuso

grazieadiononsonointerista - 26/04/11

GRANDE PROFESSIONISTA, E OTTIMO PORTIERE. SONO CONTENTO PER ABBIATI, ALLA JUVE NON FECE RIMPIANGERE BUFFON.

segnala un abuso

sonosemprejhonny7 - 26/04/11

forza christian!!!! dai dai ci siamo manca poco all'arrivo spero di festeggiare gia' domenica il meritatissimo SCUDETTO!!!!
FORZA VECCHIO CUORE ROSSONERO!!!!

segnala un abuso

biagio55 - 26/04/11

Col Manchester lo scorso anno il Milan è stato eliminato perchè aveva in porta Storari, molto più basso di Abbiati. I centimetri in meno sono stati decisivi sui gol presi, come è stato decisivo Van Der Sar con i suoi 197 cm.

segnala un abuso

biagio55 - 26/04/11

Sono 12 non 11 gli anni!!

segnala un abuso

eros111958 - 26/04/11

Nelle pochissime partite fatte in nazionale, Abbiati ha sempre fatto molto bene.
Poi Lippi lo ha emarginato per ragioni politiche, specie dopo che Abbiati ha dichiarato il proprio pensiero in merito.
Lo scorso anno, se Leo non avesse privilegiato Dida solo perchè brasiliano, diversi punti in più sarebbero arrivati.
Grande Christian

segnala un abuso

viscardi007 - 25/04/11

X pierny1982
Ma al posto di Pazzini ke in nazionale fa pena, nn sarebbe meglio mettere G. Rossi ?

segnala un abuso