Nuoto, Europei Berlino: la 4X100 mista mista fa flop

Italia quinta nella finale della staffetta, deludono Di Liddo e Pellegrini. Magnini in finale nei 200 stile, record italiano per la Di Pietro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Europei nuoto, foto AFP

Giornata senza medaglie per l'Italia agli Europei di nuoto a Berlino. A deludere le attese, dopo il record europeo fatto registrare in mattinata, è la 4X100 mista mista composta da Luca Mencarini, Mattia Pesce, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini: la staffetta azzurra si piazza al quinto posto, l'oro va alla Gran Bretagna davanti ad Olanda e Russia. Buona gara dei due uomini a dorso e rana, mentre le donne a delfino e a stile non riescono a guadagnare il podio.

E' infatti ottima la prima frazione nuotata a dorso in 54"58 da Mencarini, che chiude i suoi 100 in seconda posizione dietro al solo russo Morozov. Tiene botta anche Pesce in 1'00"43, ma il problema è a farfalla: Elena Di Liddo non trova la frazione giusta e chiude con un deludente 58"93; poi è una non brillantissima Federica Pellegrini (54"29) a chiudere al quinto posto facendosi risucchiare anche dalla Germania. Filippo Magnini (1'47"93), invece, sorride ed entra con l'ottavo tempo nella finale dei 200 stile libero, non ce la fa invece Andrea Mitchell D'Arrigo che nuota un centesimo più lento e rimane fuori.

Giornata avara di emozioni per i colori azzurri, anche se qualche soddisfazione non manca. Si parte dall'ottimo quinto posto di Silvia Di Pietro nei 50 farfalla: la romana dell'Aniene si piazza due gradini sotto il podio (oro alla Sjostroem, poi Ottesen e Halsall) ma fa registrare, col tempo di 25"78, il nuovo record italiano di specialità, migliorando di sei centesimi il primato da lei stessa realizzato cinque anni fa, in epoca 'supercostumi'.

Buona anche la prova di Pietro Codia, che si piazza al sesto posto in 23"37 nella finale dei 50 farfalla uomini, vinta ex aequo dal francese Florent Manaudou e dal bielorusso Yauhen Tsurkin (23" netti). Stesso piazzamento per Luca Mencarini (54"57) nei 100 dorso, nella finale vinta a sorpresa dal britannico Walker-Hebbon sul favoritissimo Stravius e su Glania. Nei 200 dorso femminili, invece, Carlotta Zofkova si piazza ottava: la gara vede il trionfo della spagnola Da Rocha Marce.

Le sensazioni più positive, in ogni caso, arrivano dalla semifinale dei 100 rana: una strepitosa Arianna Castiglioni (classe '97 del Team Insubrika) entra in finale col secondo tempo assoluto (1'07"31, terzo crono di sempre in Italia); fuori dalla finale invece la compagna di specialità Giulia De Ascentis. Ottima semifinale anche per Federico Turrini nei 200 misti: 1'59"80 e sesto crono assoluto per l'accesso alla finale di mercoledì. Fuori dalla finale dei 100 stile, infine, sia Giada Galizi che Erika Ferraioli.

TAGS:
Nuoto
Europei
4x100 mista

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento