Doping, blitz a Livorno: denunciato Riccò e un altro ciclista

Arrestati un operatore sanitario e un commerciante, colti in flagrante mentre cedevano confezioni di medicinali ai due atleti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Riccardo Riccò, Foto IPP

Nuovi guai per Riccardo Riccò. Il ciclista, già squalificato per doping fino al 2024, è stato denunciato insieme a un altro corridore durante un blitz del Nas di Livorno sui farmaci ad azione dopante. Durante l'operazione i carabinieri hanno arrestato in flagranza un operatore sanitario e un commerciante, sorpresi mentre cedevano alcune confezioni di medicinali ai due ciclisti.

L'operatore sanitario, 48 anni, e il commerciante, 50, entrambi livornesi, ora si trovano ai domiciliari. Per loro le accuse sono ricettazione e commercio di farmaci ad azione dopante. Stessi reati sono ipotizzati, in concorso, per i due ciclisti: Riccò, 31 anni, e un trentasettenne di Rosignano (Livorno). Anche quest'ultimo, secondo quanto si apprende, graviterebbe nel mondo del professionismo.

Gli arresti sono scattati nella tarda serata di martedì, nel Livornese, nel corso di uno scambio di circa 30 confezioni di medicinali. Secondo quanto accertato dai militari, i farmaci sarebbero di provenienza ospedaliera e hanno come principio attivo il testosterone e epoietina. In una perquisizione a casa delle persone arrestate, i carabinieri hanno sequestrato oltre 100 confezioni di medicinali dopanti, per un valore di circa 15mila euro.

RICCO': "SONO ESTRANEO ALLA VICENDA"
"Ero nel posto sbagliato nel momento sbagliato". Riccardo Riccò, che nel pomeriggio di mercoledì ha incontrato i propri legali, gli avvocati Fiorenzo e Alberto Alessi, si difende spiegando che i farmaci trovati dai carabinieri del Nas durante il blitz non erano destinati a lui. "Sono estraneo alla vicenda", le parole del ciclista squalificato per doping fino al 2024.

TAGS:
Ciclismo
Doping
Riccò denunciato

I VOSTRI COMMENTI

RESTIAMO UNITI - 01/05/14

Non esiste il doping, tutto falso!!!
I ciclisti e tutti gli sportivi professionisti mangiano solo cioccolatini, piu' latte e meno cacao!!!
E naturalmente tengono ritmi di 40 km/h in salita per chilometri...

segnala un abuso