Ciclismo, Verbruggen replica ad Armstrong: "Accuse non credibili"

Il texano aveva accusato l'ex capo dell'Uci di averlo coperto nell'uso di sostanze proibite

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Verbruggen, Foto LaPresse

Replica immediata. Hein Verbruggen, ex presidente dell'Unione ciclistica internazionale, ha detto che le accuse rivoltegli da Lance Armstrong "non sono da considerare credibili" o "logiche". E' quanto pubblica il sito online della tv olandese Nos. "Il suo obiettivo evidentemente deve essere quello di rilasciare dichiarazioni choccanti, clamorose". Armstrong aveva accusato di complicità l'Uci, in relazione all'uso che faceva di sostanze proibite.

"Verbruggen sapeva che facevo uso di sostanze dopanti e mi aiutava a nasconderlo - ha raccontato Armstrong -. Durante il Tour 1999 risultai positivo a un test e lui era tra le persone che mi permisero di portare a termine la corsa francese, che vinsi per la prima volta". "Non ricordo esattamente chi era presente a quel tempo - la spiegazione fornita da Verbruggen -. La sua storia non ha senso". Ad Armstrong, che in carriera ha vinto sette Tour de France (dal 1999 al 2005), l'anno scorso sono stati cancellati quasi tutti i successi, dopo essere stato riconosciuto colpevole di avere fatto uso di doping in carriera.

TAGS:
Armstrong
Verbruggen
Uci
Doping

I VOSTRI COMMENTI

frankiebeerross - 23/11/13

Come al solito quando si tratta di metterci la faccia,questi signori se ne lavano le mani e nessuno paga le conseguenze di azioni e dunque ne escono tutti come angioletti al primo giorno di scuola!.

segnala un abuso