Atletica, Wings for Life World Run: in Italia trionfa Calcaterra

Il romano vince la tappa azzurra della corsa a Verona. L'etiope Lemawork Ketama si laurea campione del Mondo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Atletica, Wings for Life World Run: in Italia trionfa Calcaterra

Giorgio Calcaterra, detentore del titolo mondiale nella 100km di ultra maratona, trionfa a Verona percorrendo 72,96 km nella tappa italiana della prima edizione della Wings for Life World Run, la più grande corsa mai organizzata nella storia che si è svolta contemporaneamente in 32 Paesi diversi con oltre 50.000 partecipanti. La gara si è svolta per la Fondazione Wings for Life a sostegno della ricerca sulle lesioni al midollo spinale. 

“Il percorso è stato bellissimo - le parole a caldo di Calcaterra -, anche se duro. Il caldo ha influito molto sulla mia prestazione, ma sono molto contento di aver corso oltre 72 km”. Campione Mondiale della corsa si è invece laureato l'etiope Lemawork Ketama che, in Austria, è riuscito nell'impresa di correre per 78,57 km. A trionfare nella tappa italiana per le donne è l'austriaca Astrid Kaltenboeck (35,49 km) che ha chiuso davanti all'azzurra Paola Massaroni (31,6 km). A sostenere la Fondazione anche Giovanni Storti e Fiammetta Cicogna, ambassador italiani assieme allo stesso Calcaterra. “Non ho mai corso più di 10 km – le parole della nota presentatrice-, sono felicissima di avere raggiunto questo traguardo! Quale è stata la mia forza e la mia benzina? Il pensiero di correre per tutte le persone che non possono farlo”.
Nella classifica generale la migliore al mondo è stata la norvegese Elise con 54,79 km percorsi. L'intero ricavato della corsa benefica andrà alla ricerca sulle lesioni al midollo spinale. La stessa Ceo della Fondazione Wings for Life, Anita Gerhardter, rivela: "Sono orgogliosa di annunciare che la prima edizione della World Run ha già raccolto più di 3.000.000 €. E le donazioni stanno continuando". Il prossimo appuntamento con la corsa mondiale andrà in scena il 3 maggio 2015.

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento