Doping, Gay: un anno di stop e revocato l'argento di Londra

Il velocista americano era risultato positivo agli steroidi nel 2013 e si era autosospeso

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Gay, Foto IPP

Stangata dell'agenzia antidoping statunitense (Usada) a Tyson Gay, risultato positivo (steroidi) ai test antidoping. Il velocista americano è stato squalificato per un anno e tutti i suoi risultati  dal 15 luglio del 2012 sono stati annullati. A Gay revocata anche la medaglia d'argento vinta con la staffetta 4X100 all'Olimpiade di Londra. Lo sprinter iridato a Osaka 2007 era stato sottoposto a due test a sorpresa, quindi lontano dalle competizioni, e a uno dopo una gara.

La notizia della positività di Gay era emersa a luglio del 2013 e per questo Gay si era autosospeso e non aveva preso parte ai Mondiali di Mosca. Precisando che la medaglia di Londra è già stata riconsegnata dal velocista, l'agenzia americana dell'antidoping ha poi sottolineato l'atteggiamento di collaborazione da parte di Gay dopo aver appreso della sua positività, e in particolare il suo essersi immediatamente auto-sospeso e sottoposto più volte ad audizioni da parte dell'Usada stessa. Per questo la sua squalifica è stata dimezzata rispetto alla pena di due anni che di solito si applica in questi casi.

Dopo aver avuto la notizia della positività all'antidoping, Tyson Gay non aveva voluto neppure attendere l'esito delle controanalisi e aveva commentato così: "Non ho storie da inventare o scuse da trovare, ho solo messo la mia fiducia nelle mani sbagliate e sono stato tradito. Comunque non ho mai fatto nulla di sbagliato, e la mia storia è pulita. Non posso parlare di sabotaggio, mi sono fidato di qualcuno e questa fiducia è stata tradita. Ho fatto un errore".

TAGS:
Doping
Atletica
Tyson Gay

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento