Oscar Pistorius, lettera a un anno dalla tragedia: "Il dolore mi consuma"

"Quello che è successo quella notte con Reeva e il trauma di quel giorno lo porterò dentro di me per tutta la vita"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Pistorius, Foto IPP

Un anno fa Oscar Pistorius uccideva la sua fidanzata Reeva Steenkamp nella sua villa di Pretoria. Dodici mesi dopo l'olimpionico sudafricano affida a una lettera le emozioni e i ricordi di quella tragica notte di San Valentino. "Nessuna parola può descrivere quello che sento riguardo il devastante incidente che ha provocato così tanta angoscia a tutti coloro che hanno amato e amano ancora Reeva - scrive Oscar -. Il dolore mi consuma".

In attesa di comparire nuovamente in aula il 3 marzo, Pistorius è in libertà vigilata. L'accusa a suo carico è di omicidio premeditato, ma l'ex atleta sostiene di essere stato vittima di un tragico incidente. Un caso che ha diviso profondamente l'opinione pubblica e che ora, con l'avvicinarsi del processo, si avvia a una conclusione.

Nel frattempo, Oscar ha deciso di scrivere una lettera per dire al mondo intero quello che prova. "Il panico e la tristezza, soprattutto per i genitori, i parenti e gli amici di Reeva, mi consumano ogni giorno - si legge nel testo pubblicato sul suo sito Internet esattamente a un anno dall'omicidio -. La perdita di Reeva e il trauma di quel giorno non mi abbandoneranno mai".

TAGS:
Oscar pistorius
Reeva Steenkamp
Omicidio
Lettera

I VOSTRI COMMENTI

kboa27 - 14/02/14

ma che schifo...ancora in libertà, poi ha ancora il coraggio di parlare????? ma che mondo del cavolo, pistorius dovresti prendere l'ergastolo!!!!!

segnala un abuso