Cio, via libera a Olimpiadi "flessibili": così Roma può candidarsi per il 2024

Dal 2020 sarà possibile organizzare prove in città differenti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Cio, via libera a Olimpiadi "flessibili": così Roma può candidarsi per il 2024

Via libera del Cio alle Olimpiadi organizzate in sedi diverse rispetto a quella ufficiale: tradotto, la città ospitante potrà cedere alcune prove ad altre città, eccezionalmente anche di un altro Paese. Il tutto con l'obiettivo di ridurre i costi. L'ufficialità è arrivata in occasione dell'Assemblea straordinaria del Comitato olimpico internazionale a Montecarlo chiamata a votare l'agenda olimpica 2020. Decisione che favorisce la candidatura di Roma per il 2024.

"Si apre una nuova era. Di fatto c'è una elasticità nella candidatura che fino a un anno e mezzo fa era impensabile". Questo il pensiero del presidente del Coni Giovanni Malagò. "Bach (presidente del Cio, ndr) ha tenuto fede al suo programma, anzi ha giocato d'anticipo e ora si apre una nuova era per il movimento olimpico. Il via libera del Cio alle candidature 'flessibili', assume dunque una valenza importante anche in proiezione della candidatura di Roma ai giochi estivi 2024.

"L'allargamento del territorio - ha continuato Malagò - assume dei confini che nessuno sa ancora definire. Di fatto non viene impedito nulla ma nemmeno viene autorizzato tutto. E questo può far si che il numero delle città candidate aumenti". L'ufficializzazione della candidatura romana arriverà il prossimo 15 dicembre in occasione della cerimonia di consegna dei Collari d'Oro presieduta dal premier Matteo Renzi.

TAGS:
Olimpiadi
Cio
Roma
2024
Bach

I VOSTRI COMMENTI

scorpius511 - 08/12/14

Ma basta cò 'sta storia.......

segnala un abuso

jasvan2000 - 08/12/14

meglio lasciare perdere roma città olimpica. ci arriverebbero ulteriori tasse per coprire i buchi per la costruzione delle infrastrutture. direi che roma è da lasciar perdere, visti i tempi odierni e visto anche il passato molto recente (mondiali di nuoto 2009). le persone hanno veramente la memoria corta.

segnala un abuso

Matteo_ASRoma - 08/12/14

è vero che roma e l'italia non son pronte per i giochi olimpici... ma, forse, potrebbe essere uno stimolo per investire su struttre e pulizia... certo, ci saranno i soliti intrugli di sottofondo però.... si riuscirà a fare una cosa nel rispetto delle norme e senza giochetti?
troppo difficile a dirsi. finirà tutto a tarallucci e vino.

segnala un abuso

frankiebeerross - 08/12/14

Sìì ma di questi tempi con i non soldi che girano a mè sembra improbabile fare un evento in francia o uno in spagna?,chinque lì vorrà vedere che dovrà fare è.......................................i soldi e i vari spostamenti degli atleti e mettiamoci pure le incognite del meteo?;chì paga è?.

segnala un abuso