Riaperto il processo a Pistorius: non soffre di disturbi mentali

Una lunga perizia psichiatrica effettuata sull'atleta riapre il processo per omicidio della modella Steenkamp

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Pistorius, IPP

Riaperto il processo a Oscar Pistorius: una lunga perizia psichiatrica, effettuata nelle scorse settimane, ha definitivamente stabilito che l'atleta sudafricano non soffre di particolari disturbi mentali. Si aggrava così la posizione di "Blade Runner", accusato dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp nella notte di San Valentino 2013. Il processo è stato riaperto oggi, dopo 6 settimane di interruzione disposte dalla procura.

Più di un anno fa l'episodio: nella notte di San Valentino 2013, la bella fidanzata dell'atleta paralimpico fu uccisa nella loro casa in Sudafrica, dallo stesso Pistorius, che si è sempre proclamato come omicida "casuale", adducendo come scusa la ipotetica presenza di ladri nella villa. Una versione che non ha convinto gli inquirenti, e che tuttora non convince: un processo, a tratti puramente mediatico, che sembra sempre lontano dalla sua conclusione. Un piccolo passo avanti potrebbe essere stato effettuato oggi: Pistorius non è disturbato mentalmente ma perfettamente cosciente delle sue azioni e di ciò che lo circonda. Lo sarà stato anche quella maledetta sera? Ci vorrà ancora del tempo per saperlo.

TAGS:
Pistoruis
Perizia psichiatrica
Processo
Omicidio

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento