Allegri alla Juventus: nemici amici

In passato il rapporto è stato burrascoso tra polemiche e sospetti. E c'è il caso-Pirlo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Massimiliano Allegri, foto IPP

Fino a pochissimo tempo fa quando si pensava alla Juventus e a Massimiliano Allegri, l'accostamento più semplice era il gol di Muntari, tuttalpiù Pirlo, con le numerose frecciate andata e ritorno tra il tecnico toscano e i bianconeri, dirigenti o allenatore. A cambiare tutto, in un remake moderno dell'affaire Capello ("non allenerò mai la Juventus"), ci ha pensato Conte con le sue dimissioni. Le polemiche del passato spazzate via, dimenticate con un accordo biennale milionario. I tifosi della Juve però non hanno dimenticato e sul web si è già scatenata la rivolta.

La maggior parte delle critiche, va detto, sono dal punto di vista tecnico o presunto tale. La macchia della cessione di Pirlo ai tempi del Milan in favore di Muntari e Van Bommel è un qualcosa che Allegri si porterà con sé per sempre. I più attenti, però, non hanno dimenticato che il tecnico toscano non è mai stato filo juventino. Impossibile guidando il Milan, certo, però nelle dichiarazioni nelle varie conferenze stampa, non è mai mancato un po' di pepe nei confronti di Conte, colui che andrà a sostituire, e Marotta, colui che lo farà firmare.

L'apice è stato toccato nell'estate del 2012 alla presentazione della nuova stagione del Milan e parlando del nervo scoperto della Juventus, il numero di scudetti. Allegri si espresse così: "Secondo me sbagliano tutti. Io dico che sono 31. Non vedo perché la Juventus non conti anche quello conquistato vincendo il campionato di serie B...". Quella però fu solo l'ultima di una serie di frecciate e controfrecciate nella stagione precedente. Eccone alcuni esempi e senza tirare in ballo l'episodio del gol fantasma di Muntari.

7 febbraio 2012, Ibrahimovic (Milan) squalificato
"Non so cosa abbiano creato le dichiarazioni di Marotta, so solo che io e il Milan abbiamo uno stile completamente diverso"

19 febbraio 2012
"Per fortuna il gol di Chiellini è stato convalidato, altrimenti saremmo andati avanti tutta la settimana a sentire la messa. Bisogna smetterla con le polemiche..."

24 febbraio 2012, dopo la risposta di Marotta sulla dichiarazione su Chiellini
"Non rispondo a Conte, meglio di no. Altrimenti qualcuno mi dice di non guardare in casa altrui"

28 febbraio 2012, Panchina d'Oro ad Allegri
"Marotta? Da oggi chiederò a lui il permesso di parlare in carta bollata. Buffon? Si gioca ogni tre giorni, capita spesso di rimangiarsi quanto appena detto. Meglio stare zitti"

31 marzo 2012, Catania-Milan gol annullato a Robinho
"Il gol-fantasma di Robinho era difficile da vedere, ma è gol. Non è questione dell'arbitro, è questione che tanta gente parla quando dovrebbe stare zitta. Qualcuno, e mi riferisco a Marotta, ha dichiarato di volere dei vantaggi; noi abbiamo subito episodi sfavorevoli in cinque partite, gol di Muntari compreso che vale per tutto il campionato. Noi non facciamo mai polemica, ma poi gli altri tornano a parlare degli arbitri e a questo punto lo faccio anch'io".

Il tutto da sommare all'intervista che Andrea Pirlo rilasciò alla Gazzetta dello Sport dopo il passaggio alla Juventus, indicando in Allegri il responsabile dell'addio al Milan con tanto di risposta del tecnico: "Anche lui voleva andarsene e guarda caso in Nazionale gioca dove volevo farlo giocare io". Come inizio non c'è male.
 

TAGS:
Massimiliano Allegri
Giuseppe Marotta
Juventus
Conte

I VOSTRI COMMENTI

frejus66 - 17/07/14

Niente Spalletti: alla Roma senza organizzazione societaria e organico della Juve aveva fatto vedere il migliore gioco, poi la differenza fu anche la panchina; niente Mancini: avrebbe forse fatto bene come quelli arrivati alla J. dopo averla eliminata con la squadra precedente (es. Boniek); prima di prendere Allegri piuttosto avrei contattato Guidolin, capace con giocatori anche di terza fascia di fare campionati eccellenti, figuriamoci con dei campioni.... Ora c'e' poco da stare....Allegri.....

segnala un abuso

ivango - 16/07/14

Persi Sanchez, cuadrado, iturbe e conte. Acquisti allegri...... SETTIMO POSTO ASSICURATO

segnala un abuso

ivango - 16/07/14

dopo aver rovinato il milan, viene a rovinare la juve.
sappiamo già le risposte alle prime sconfitte " ma se il gol di muntari era convalidato le cose cambiaavano

segnala un abuso

contatori - 16/07/14

Allegri è sicuramente più adatto alla Champions rispetto allo scommettitore parruccato che dalle mie parti verrebbe definito un gran bel traditore.

segnala un abuso

flofef - 16/07/14

mi pare che anche il milan sia stato in b (vedi Farina Presidente) e l'inter non riesca a fare nulla di buono da quando è andato via Mourinho (veramente neanche prima di mourinho; quindi...............

segnala un abuso

DNACairbre - 16/07/14

ALLEGRI SEI UNO DA BBILAN DALLA TESTA AI PIEDI RESTITUITE GLI ABBONAMENTI CHI LI AH .
E' COME SE A MADRID PORTASSERO GUARDIOLA!!!

segnala un abuso

benjy88 - 16/07/14

TUTTO STUDIATO AD ARTE.. LA JUVENTUS NON RIUSCIVA A VENDERE VIDAL(CI HA PROVATO PER TRE ANNI) ALLORA COSA FA'??CONTE DICE DI ANDARSENE PERCHE' GLI VENDONO VIDAL(COSA ANCORA NON ACCADUTA) COSI' CHE A MANCHESTER ACCELIRINO I TEMPI E LA JUVENTUS OTTIENE QUELLO CHE VUOLE.. E CON QUESTA MOSSA SI LIBERA ANCHE DI CONTE.. TANTO GLI ALLENATORI NEL CALCIO NON CONTANO... BRAVA LA JUVENTUS!!

segnala un abuso

cremator - 16/07/14

Cosa c'entra , allora anche Mazzarri quando era al napoli non sopportava l'Inter. Credo che Conte sia solo la punta dell'iceberg , questa settimana ne vedremo delle belle.

segnala un abuso