QUI LAZIO

Lazio, a Roma è già febbre da sarrismo: "Aprite le porte alla bellezza"

L'account ufficiale dei biancocelesti celebra la filosofia di gioco del nuovo tecnico, mentre il presidente Lotito commenta: "Scelta in linea con le nostre ambizioni"

  • A
  • A
  • A

Nemmeno il tempo di ufficializzarlo come nuovo allenatore della Lazio che a Roma già impazza la febbre da sarrismo. L'account Twitter ufficiale della società biancoceleste ha pubblicato un video, molto apprezzato dai tifosi, nel quale si celebra la filosofia di gioco del tecnico appena sbarcato nella capitale: "Aprite le porte alla bellezza", recita la clip. Nel frattempo il presidente Claudio Lotito ha commentato la scelta: "È in linea con le nostre ambizioni e potenzialità".

Nella visione della Lazio, il sarrismo: "È l'idea contro il potere, la rivoluzione sull'ordine, il vento del cambiamento, il riscatto della passione, la terra sul pallone, la vittoria della trasgressione, il ritmo dell'intenso, il rifiuto del consenso, la ribellione del sogno, la semplicità del complesso, l'essenza nell'artefatto, la melodia nel mondo del chiasso, la filosofia utile, il concetto che spezza l'utile, l'antitesi del conforme. È un'dea, è un sogno, è tra noi: aprite le porte alla bellezza, il sarrismo è arrivato".

Un pensiero evidentemente condiviso dal numero del club, che all'Adnkronos ha voluto dire la sua sull'inizio della nuova era: "Abbiamo portato a termine gli impegni presi, con un allenatore che consentisse alla società di poter sviluppare e raggiungere gli obiettivi, in linea con le nostre potenzialità e le nostre ambizioni". Poi ha ribadito il concetto al sito ufficiale della società biancoceleste: "La Lazio ha scelto un tecnico il cui standing è in linea con l'esigenza di consolidare e accrescere, in Italia ed in Europa, la posizione di protagonista che la Società, i suoi tifosi e la squadra meritano di avere".

Vedi anche La Lazio annuncia Sarri: firma fino al 2023 lazio La Lazio annuncia Sarri: firma fino al 2023

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments